In ogni casa, piccola o grande che sia, l’aspirapolvere è una presenza fondamentale: è davvero impossibile pensare di farne a meno, ma sovente ci si rende conto di quanto esso sia indispensabile solo quando si guasta!

Cosa fare allora quando il vostro aspirapolvere non si accende o non funziona più a dovere?

Prima di disperarsi e di decidere di sostituirlo con uno nuovo assicuratevi di aver fatto tutti i tentativi possibili per “rianimarlo”.

Ricordatevi che, più che mai in questi frangenti, la fretta è cattiva consigliera: non fatevi prendere dal panico e cercate innanzitutto di capire qual è il problema e da cosa è causato, solo così potrete trovare la soluzione giusta e riparalo, magari anche autonomamente, senza bisogno di mandarlo in assistenza, spendendo soldi inutilmente ed attendendo varie settimane per rientrarne in possesso.

I marchi di aspirapolvere più noti, infatti, forniscono ricambi di vario tipo: potrete dunque trovare tutti i pezzi per Folletto che vi servono, così come nuove spazzole, nuovi tubi, ecc… un po’ per tutti gli aspirapolvere migliori.

L’importante è individuare con certezza qual è il ricambio di cui avete bisogno ed ordinarlo, in caso non lo troviate immediatamente disponibile, normalmente ci vorrà solo qualche giorno per vedervelo recapitare a casa e riavere un aspirapolvere nuovamente efficiente al 100%!

Vediamo dunque di analizzare brevemente la casistica dei guasti più comuni, così da non farvi cogliere mai impreparati.

L’aspirapolvere non si accende

Se siete pronti per fare grandi pulizie, ma il vostro aspirapolvere neppure si vuole accedere, come prima cosa assicuratevi di controllare che vi sia corrente, che la presa sia ben inserita e che collegando la spina ad una presa diversa il problema non svanisca: perchè in quel caso non è l’aspirapolvere ad essere guasto!

L’aspirapolvere si surriscalda e si spegne

Il fatto che un aspirapolvere non si accenda potrebbe dipendere da vari fattori, come ad esempio dal surriscaldamento del motore interno, fattore che può essere causa anche di uno spegnimento improvviso dell’apparecchio mentre è in funzione.

In genere però i modelli più recenti dispongono di un’apposita spia che si accende per segnalare proprio questo tipo di problema: vi basterà attendere una mezz’ora e potrete ricominciare ad utilizzare il vostro aspirapolvere senza problemi.

Problemi di cinghia o rullo

Se l’aspirapolvere, anche a riposo, proprio non ne vuole sapere di mettersi in funzione, allora il problema potrebbe essere più serio, generalmente legato ad una cattiva o carente manutenzione, ed interessare la cinghia o il rullo. Se la cinghia è rotta, non potete far altro che acquistarne una nuova e sostituirla, ma non temete: è un’operazione abbastanza semplice che potrete eseguire in autonomia!

Ma potrebbe essere anche il rullo ad impedire l’accensione: smontatelo e, mi raccomando, non toccarlo mai quando ruota, perché potreste farvi molto male.

Approfittane per pulirlo a dovere e lubrificarlo con dell’olio, se siete fortunati potrebbe essere sufficiente. Controllate poi, servendovi di un tester di continuità, se vi è un problema a livello di circuiti: in quel caso purtroppo non c’è nulla da fare, rivolgetevi all’assistenza, ma sappiate che potreste dover comprare un aspirapolvere nuovo!

L’aspirapolvere non aspira

Molto spesso se l’aspirapolvere  non si accende o comunque, come accade più di frequente, vi sembra non aspirare più a dovere, il problema potrebbe essere causato da un mal funzionamento delle prese d’aria, dalle quali dovrebbe fuoriuscire l’aria utilizzata per aspirare la polvere, che potrebbero essere otturate.

In alternativa un guasto di questo tipo potrebbe essere causato da un’ostruzione nel tubo: vi basterà individuarla e rimuoverla, facendo attenzione a non danneggiare il tubo; anche la presenza di un foro nello stesso inficia l’aspirazione ed in questo caso il tubo andrà per forza sostituito.

L’aspirapolvere fa rumore o puzza di bruciato

Capita spesso che l’aspirapolvere improvvisamente faccia uno strano rumore o emetta uno strano odore di bruciato: in questi casi la prima cosa da fare è cominciare a togliere il sacchetto e controllare che sia correttamente montato e non strapieno, magari mettetene uno nuovo!

Poi passate alla pulizia dei filtri e controllate che non ci sia nulla di incastrato da qualche parte. Nel peggiore dei casi se la pulizia non fosse sufficiente vi basterà sostituire il filtro con uno nuovo e tutto tornerà a posto!

Qualche dritta finale

Ovviamente tutte le operazioni che vi abbiamo suggerito sono da fare sempre avendo cura di controllare prima che l’apparecchio sia scollegato dalla corrente!

Ricordatevi inoltre: di impiegare sempre sacchetti idonei e della stessa marca del vostro aspirapolvere; di pulire il dispositivo di scarico periodicamente (ogni 3 mesi circa); di non utilizzare mai detergenti direttamente sulle parti elettriche dell’aspirapolvere per pulirlo e se sospettate che il problema sia piuttosto serio ed interessi i circuiti elettrici, rivolgetevi direttamente ad un professionista, o ad un centro specializzato per la manutenzione!

Sara Raggi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here