Dopo l’ennesima invasione di moscerini probabilmente non vedrai l’ora di disfartene.

Vi sono, fortunatamente, tutta una serie di ottime soluzioni, per la maggior parte assolutamente naturali a tua completa disposizione, per aiutarti a risolvere questo fastidiosissimo problema.

Da dove vengono i moscerini

Il moscerino più diffuso, ed anche quello che molto probabilmente trovi come ospite indesiderato in cucina, è la Drosophila Melanogaster, ovverosia il cosiddetto Moscerino della frutta.

I moscerini sono attratti da frutta matura o marcescente ed alimenti in decomposizione in generale. In tutti questi posti, così come nell’acqua stagnante, i moscerini possono deporre le proprie uova.

Il moscerino della frutta, per fare un esempio, si riproduce una singola volta nel corso della sua breve vita (due o tre settimane al massimo), deponendo però centinaia di uova, avendo ben cura di scegliere, ovviamente, il posto migliore per la prole, che così potrà iniziare a nutrirsi immediatamente e a sua volta ripetere il ciclo vitale di questo diffusissimo insetto.

Sembra uno scenario catastrofico ma niente paura! È in effetti possibile liberarsi dei moscerini con le giuste “armi”.

Le cause dei moscerini in casa (e come arginarle)

A questo punto è piuttosto semplice fare una lista delle cause che possono portare ad una vera e propria invasione di moscerini:

  • Frutta e verdura lasciate all’aperto, soprattutto se mature o, ancora peggio, marcescenti
  • Qualsiasi tipo di acqua stagnante, dai sottovasi delle piante alle ciotole degli animali domestici
  • Bidoni dei rifiuti, in particolar modo se accessibili, doppiamente pericolosi se non se non svuotati per tempo
  • Per chi ne dispone, utensili dove è semplice che si accumulino resti di cibo e di rifiuti, come ad esempio i tritarifiuti
  • Per chi ne fa uso, il sacchetto dei rifiuti organici o il compost sono ambienti particolarmente prolifici per i moscerini
  • Piante con parti marce o marcescenti

La maggior parte di queste problematiche si possono arginare o risolvere in maniera piuttosto semplice con una serie di accorgimenti che riguardano principalmente piccoli aspetti della vita quotidiana.

È estremamente raccomandato:

  • Tenere sempre la frutta e la verdura in un posto inaccessibile, il frigorifero è ideale a questo scopo ma se non vuoi o non puoi adoperarlo, magari perché troppo pieno, assicurati almeno che tutti i vegetali fuori dal frigo siano in posti in luoghi non facilmente raggiungibili e, idealmente, in contenitori sigillati.
  • Per quanto concerne l’acqua stagnante, svuotare tutti i contenitori, soprattutto sottovasi e simili, spostare i contenitori che devono restare con l’acqua (come ad esempio le ciotole dei tuoi animali domestici) in un ambiente che sia completamente privo di cibo.
  • Assicurarsi non solo di buttare per tempo qualsiasi tipo di rifiuto ma anche che il sacchetto dei rifiuti sia ben posizionato e, possibilmente, inaccessibile (puoi coprire il bidone con il suo coperchio o procurarti uno de bidoni con la chiusura integrata per rendere il compito ancora più semplice). Se vi sono dei giorni fissi per buttare gli scarti, ad esempio per la consegna porta a porta, può essere una buona idea tenere i sacchetti, accuratamente sigillati, lontano dal cibo, ad esempio in terrazzo.
  • Pulire sempre e con adeguata frequenza la cucina dai resti, evitando quindi assolutamente la formazione di pile di piatti soprattutto se restano nel lavello per 24 ore e oltre, superfici coperte di briciole e zucchero ed altre situazioni del genere.
  • Occuparsi attentamente delle proprie piante, rimuovendo immediatamente eventuali parti marcescenti e assicurandosi anche di non innaffiarle eccessivamente, specie se il terreno non è adeguatamente drenante.Può essere anche utile innaffiare le piante nel lavello per permettere subito all’acqua di scorrere via, prima di posizionarle nel sottovaso.

Tutti questi accorgimenti non sono altro che piccole regole pratiche che possono già di per se bastare a prevenire la comparsa dei moscerini, e questo senza che tu sia costretto ad usare alcun tipo di prodotto, naturale o artificiale!

Cosa fare se l’infestazione è più consistente

A volte l’infestazione da moscerini della frutta è piuttosto consistente e gli accorgimenti pratici non bastano a risolvere il problema. In tale caso è possibile passare alle “armi pesanti”, ovverosia tecniche specifiche che si sono dimostrate efficaci per tenere a bada i fastidiosi invasori.

  • Una delle tecniche più curiose ed estremamente efficaci, tanto da essere ancora molto praticata nei mercati alimentari del medio oriente, consiste nel prendere dei sacchetti di plastica trasparente, come ad esempio quelli del freezer, riempirli con poca acqua ed appenderli nelle zone particolarmente interessanti agli insetti. I riflessi generati dai sacchetti saranno presi dai moscerini per enormi ragnatele, alle quali eviteranno di avvicinarsi.
  • Ai moscerini piacciono particolarmente determinati odori e sapori. In particolar modo l’aceto di mele li attirerà piuttosto bene, rendendo possibile sfruttarlo per creare delle trappole, ad esempio riempiendo una ciotola con una mistura di aceto di mele, acqua ed un pizzico di sapone per piatti per poi coprirla con della pellicola trasparente forata.I moscerini saranno attratti dall’odore irresistibile ma non riusciranno più a uscire dalla ciotola, invischiati nel sapone per piatti e incastrati dalla pellicola trasparente.
  • L’olfatto sensibile dei moscerini li rende anche “vulnerabili” ad altri rimedi casalinghi, tra i quali uno dei più efficaci è senza dubbio la menta.Una semplice piantina di menta (come alternativa può andare bene il basilico) può infatti bastare ad allontanare un consistente numero di moscerini.Allo stesso modo, bollire un consistente quantitativo di menta consente di ottenere una soluzione che, se aggiunta ai comuni prodotti contro la polvere, risulta incredibilmente sgradevole ai moscerini, allontanandoli con facilità.
  • Passando a metodi incrementalmente più invasivi, prendere i moscerini per la gola è sempre una soluzione possibile ed una piccola striscia di carta adesiva moschicida cosparsa finemente con un cucchiaino di zucchero ti aiuterà a liberarti di moltissimi insetti in poco tempo.
  • Infine, se tutto il resto non ha funzionato, puoi considerare la soluzione dell’insetticida, da usare seguendo sempre le istruzioni e da considerare come un’applicazione una tantum che ti aiuti a risolvere magari una situazione spinosa (piatti dimenticati al ritorno dalle vacanze…).

In conclusione, liberarsi dei moscerini in casa è possibile spesso adottando semplici cambiamenti alle abitudini, senza la necessità di introdurvi alcun insetticida e assicurandoti, allo stesso tempo, un effetto duraturo nel tempo.

Se l’articolo ti è piaciuto votalo 5 stelle.

4.1/5101 ratings
CarloC

CarloC

Dopo aver abbandonato la facoltà di Lingue e Letterature Straniere a pochi esami dal termine mi laureo in Lettere, Musica e Spettacolo. Ho all'attivo un libro sul Cinema Muto e poesie pubblicate in varie raccolte in libreria. Vivo a Malta dove ho potuto insegnare in una Secondary School Internazionale, qui lavoro come Web content editor freelance.
CarloC

LEAVE A REPLY

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.