Quale pavimento scegliere per corridoi, ingressi o vestiboli? Quali caratteristiche considerare per scegliere un materiale resistente su cui camminano molte persone? Continua a leggere per consigli e suggerimenti.

Il corridoio, o qualsiasi altra stanza di collegamento tra l’interno e l’esterno, è la zona che sopporta il carico maggiore sul pavimento; prima di scegliere ricorda di considerare la resistenza del pavimento all’usura.

Il pavimento deve essere resistente a:

  • Sporcizia che si incastra sotto la suola delle scarpe. Il pavimento deve essere duraturo perché probabilmente dovrai passarlo spesso con i prodotti per la pulizia. Sta a te scegliere tra un pavimento scuro con una finitura lucida che evidenzia ogni sbavatura e impronta, oppure uno di una tonalità e materiale che possa aiutare a nascondere lo sporco.
  • Materiali abrasivi come ciottoli, argilla o sabbia. Il pavimento dell’ingresso deve avere un aspetto presentabile a lungo termine e deve quindi essere resistente all’abrasione. Puoi anche optare per un trattamento antiscivolo per quando entri con le scarpe bagnate.

Tipi di pavimento:

  • Piastrelle di ceramica
  • Pavimento in ghisa
  • sughero
  • marmoleum
  • pavimenti in laminato
  • vinile
  • pvc
  • legno
  • tappeto

quale pavimento scegliere per corridoio

– Piastrelle di ceramica

Le piastrelle di ceramica per le aree di ingresso sono le più raccomandate. Puoi scegliere una ceramica che duri anche per molti anni, forse anche per tutta la vita. Le piastrelle di ceramica sono igieniche, facili da mantenere e hanno un’offerta davvero ampia di colori e modelli.

– Pavimentazione versata

Qui è fondamentale applicare delle finiture antiscivolo. I pavimenti versati (ad es. in resina) sono molto durevoli, ma è meglio evitare le opzioni lisce e in tinta unita dove anche lo sporco più piccolo è visibile. Per il corridoio prediligi un marmo poco appariscente che riesce a camuffare lo sporco quando arriva un visitatore inaspettato. Questo tipo di pavimentazione è davvero facile da mantenere pulita.

– Sughero

Il pavimento di sughero con una finitura laccata è durevole, non si sporca facilmente ed è facile da mantenere. Tuttavia la vernice si graffia nel tempo, quindi evita il sughero se sai di portare scarpe molto sporche ogni giorno.

– Marmoleum

Questa è una versione naturale del linoleum. I suoi pro includono la facile manutenzione, la durata e la longevità. Il suo aspetto è senza tempo e sicuramente non ti stancherai a breve. Scegli tra una vasta gamma di marmoleum con una maggiore resistenza all’abrasione, adatti alle aree di ingresso.

– Pavimento in laminato

I pavimenti in laminato non sono del tutto adatti alle aree d’ingresso a causa della loro minore resistenza all’abrasione. Tuttavia vengono spesso usati nei corridoi, soprattutto negli appartamenti, perché sono facili da mantenere. Chi ha un appartamento piccolo e sceglie il pavimento in laminato come pavimentazione predominante, decide di puntare sulla durabilità. Anche in questo caso si dovrebbe comunque mantenere al minimo la sporcizia che entra in casa.

– Vinile

Il vinile è un materiale di pavimentazione molto resistente, facile da pulire e che supera in qualità il PVC convenzionale. Rispetto ad esso ha una migliore resistenza all’abrasione, offre più modelli e ha una texture di qualità superiore. Se l’ecologia non ti interessa, sentiti libero di portarla nel tuo corridoio!

– PVC

Ci riferiamo al PVC morbido, venduto per lo più in rotoli. Il suo vantaggio è il prezzo più basso rispetto al vinile. Tuttavia, lo svantaggio è anche la minore durata, resistenza all’abrasione; ma è davvero di facile manutenzione.

– Legno

Se scegli legni più duri e durevoli aspettati di doverli rinnovare e sistemare spesso. Se non sopporti nemmeno un graffio, il legno non fa per te. Ma se consideri i segni di normale usura come un abbellimento allora un pavimento in legno è esattamente quello che stai cercando.

– Tappeto

Secondo alcuni i tappeti non possono mai essere puliti correttamente e sono un terreno fertile per lo sporco, polvere e germi. Allora perché li raccomandiamo per il corridoio, dove tutti cercano di avere un pavimento che si pulisce in un attimo e senza sforzo? Il corridoio può essere visto come una zona di pulizia, tra le altre cose.

Se il rivestimento del pavimento è liscio, lo sporco proveniente dall’esterno si diffonde facilmente in tutto l’appartamento. Un tappeto scelto correttamente, assorbe la sabbia e altro sporco che può graffiare il pavimento più delicato in altre parti dell’appartamento, ed è molto facile da pulire una volta ogni tanto o da sostituire completamente se si sceglie un tappeto a pezzi. Qui, poi, dipende dallo spazio particolare e dal suo arredamento se un pezzo o un tappeto intero è adatto alla pulizia.

quale pavimento scegliere per corridoio

In un corridoio piccolo è più facile ed efficiente posare un tappeto intero. In una sala più grande sarebbe inutile. Un tappeto da corridoio di qualità dovrebbe avere un’alta resistenza all’usura e una ottima risposta alla pulizia quotidiana.