Quando il freddo si fa duro, i duri accendono i caloriferi. Del resto, tra tutte le comodità offerte dalla vita moderna, il riscaldamento di casa rientra indubbiamente tra quelle più apprezzate. Il problema, tuttavia, scatta nel momento in cui dobbiamo pagare il prezzo di questo “lusso”: un prezzo che, in alcuni casi, può diventare davvero molto elevato.

In questo articolo cercheremo quindi di capire quali sono i migliori sistemi per riscaldare casa: non solo quelli che ti permettono di risparmiare di più ma, al contempo, anche le soluzioni più sostenibili e rispettose dell’ambiente.

– Riscaldamento di casa: quale tipologia scegliere

La scelta del miglior sistema di riscaldamento domestico dipende innanzitutto dalla tua personale conoscenza dell’argomento. Avendo una panoramica precisa delle varie opzioni a tua disposizione, infatti, ti risulterà molto più facile individuare quella più idonea alla tua casa. Andiamo quindi a esaminare insieme i principali metodi di riscaldamento, cercando di capire come funzionano.

Riscaldamento a gas: classico e diffuso

Il riscaldamento a gas rappresenta una delle soluzioni più tradizionali e, come s’intuisce dal suo stesso nome, sfrutta il gas per produrre il calore necessario. A seconda di come lo sprigiona si distingue in:

  • Riscaldamento a gas classico, che utilizza una caldaia o un fornello a gas per generare calore. Esso viene quindi distribuito attraverso radiatori posti in varie stanze della casa, che possono essere controllati individualmente o centralmente tramite un termostato. Questo sistema è molto comune in molte case e edifici.
  • Riscaldamento a gas diffuso (o riscaldamento a pavimento) che, pur sfruttando anch’esso lo stesso tipo di combustibile, distribuisce il calore in maniera differente. Invece di utilizzare radiatori, il calore viene emesso attraverso tubi posti sotto il pavimento, parte di un sistema definito “riscaldamento a pavimento radiante”. Il calore emesso in questo modo sale naturalmente verso l’alto, riscaldando uniformemente l’intero ambiente. Questo sistema viene quindi considerato estremamente efficiente in termini di distribuzione del calore e può offrire un maggiore comfort termico.

Pompe di calore: efficienza e sostenibilità

Le pompe di calore sono dispositivi utilizzati per riscaldare e per raffreddare gli ambienti. Funzionano trasferendo il calore da una sorgente fredda a una sorgente calda, in base al principio del ciclo termodinamico.

Quando è chiamata a riscaldare, la pompa estrae il calore dall’ambiente esterno (anche quando le temperature esterne sono molto basse) e lo trasferisce all’interno della casa.

Le pompe di calore possono essere molto efficienti, poiché non producono calore, ma lo trasferiscono da una fonte esterna. Tuttavia, la loro efficienza può variare a seconda delle condizioni climatiche esterne e del tipo di pompa di calore utilizzata.

Riscaldamento di casa elettrico: un’alternativa moderna

Il riscaldamento elettrico funziona convertendo l’energia elettrica in calore. Esistono diverse tecnologie e dispositivi che sfruttano l’elettricità per generare calore negli ambienti domestici, vale a dire:

  • Radiatori elettrici, che consistono in dispositivi semplici contenenti un elemento riscaldante, solitamente una resistenza elettrica, che viene scaldato quando l’elettricità passa attraverso di essa. Il calore generato viene quindi irradiato nell’ambiente circostante per riscaldare la stanza.
  • Riscaldamento a infrarossi, che sfrutta onde elettromagnetiche nell’intervallo degli infrarossi per trasferire il calore direttamente agli oggetti e alle persone presenti nella stanza, anziché riscaldare l’aria circostante. Gli elementi riscaldanti a infrarossi sono solitamente montati sul soffitto o sulle pareti e possono essere controllati individualmente per una distribuzione del calore personalizzata.
  • Pannelli radianti elettrici, che vengono installati sotto il pavimento o sul soffitto e utilizzano l’elettricità per generare calore che viene distribuito uniformemente nell’ambiente. I pannelli radianti sotto il pavimento sono particolarmente popolari perché possono fornire un calore confortevole e uniforme.
  • Scaldabagni elettrici, che riscaldano l’acqua sfruttando resistenze elettriche all’interno di un serbatoio. L’acqua calda può poi essere utilizzata per scopi domestici come il riscaldamento dell’ambiente, il lavaggio o la doccia.

Biomassa e pellet: le soluzioni ecosostenibili

Il riscaldamento a biomassa, che comprende anche l’utilizzo del pellet, funziona sfruttando materiali organici come fonte di combustibile per generare calore.

Si tratta di un sistema di riscaldamento della casa ecologico e sostenibile, poiché la biomassa e il suo utilizzo non contribuiscono in modo significativo all’aumento delle emissioni di carbonio nell’atmosfera.

Durante la combustione, i pellet rilasciano calore che riscalda l’acqua o l’aria, a seconda del tipo di sistema utilizzato. Oltre a questo, è generalmente presente anche un termostato per regolare ed eventualmente programmare la temperatura.

riscaldamento di casa a pellet

Quelli che ti abbiamo elencato rappresentano i principali sistemi di riscaldamento di casa che, se lo desideri, puoi anche adottare contemporaneamente. Naturalmente devi fare una scelta, ma nulla di vieta di sfruttarne contemporaneamente più di uno.

Per esempio, potresti utilizzare il sistema a biomassa come fonte di riscaldamento di base e, in contemporanea, la pompa di calore come sistema di rinforzo. Oppure puoi combinare insieme il riscaldamento elettrico con i panelli fotovoltaici.

E queste sono soltanto alcune delle molte possibili forme di riscaldamento ibrido. La scelta del sistema di riscaldamento dipende infatti dalle tue esigenze specifiche, dalla disponibilità di risorse energetiche e dalle condizioni climatiche in cui vivi.

– Riscaldamento e risparmio energetico

Come ti abbiamo già accennato, uno dei maggiori crucci che potrebbe affliggerti quanto accendi il riscaldamento è quanto verrà a costarti, in quanto potresti anche pagare un prezzo particolarmente salato. Per tua fortuna, tuttavia, esistono diversi modi che ti permettono di risparmiare energia e relativi costi, come ad esempio:

  • Migliorare l’isolamento: assicurati che la tua casa sia ben isolata per ridurre le perdite di calore. Ispeziona porte e finestre per verificare che non ci siano fessure o spifferi e installa guarnizioni o sigillanti se necessario. Assicurati inoltre che i muri, il tetto e il pavimento siano adeguatamente isolati.
  • Programmare il termostato: utilizza un termostato programmabile per regolare la temperatura in base ai tuoi orari e alle tue abitudini giornaliere. Riduci la temperatura durante la notte o quando sei fuori casa e alzala solo quando sei presente.
  • Sfruttare il sole: durante il giorno, apri le tende o le persiane per lasciare entrare la luce solare e riscaldare naturalmente gli ambienti. Chiudi le tende di notte per ridurre le perdite di calore.
  • Manutenzione regolare degli impianti: la manutenzione regolare può contribuire a identificare e a risolvere eventuali problemi o guasti minori prima che diventino gravi. Gli impianti di riscaldamento ben mantenuti tendono inoltre a consumare meno energia rispetto a quelli trascurati.

riscaldamento di casa risparmio

In aggiunta a questi semplici accorgimenti, puoi sfruttare anche i bonus e gli incentivi statali messi a disposizione dal Governo, alcuni dei quali ti permettono di sostituire il tuo vecchio impianto di riscaldamento con uno più nuovo e sostenibile, pagando un prezzo inferiore grazie alle detrazioni previste.

– Conclusione: innovazioni nel riscaldamento di casa

Capire quale riscaldamento conviene adottare sta diventando un’esigenza sempre più impellente. Da qui la necessità di servirsi di sistemi e modi di riscaldarsi sempre più innovativi, nonché in linea con gli attuali valori della società, sostenibilità in primis.

I sistemi di riscaldamento sostenibili sono infatti progettati per ridurre al minimo l’impatto ambientale e massimizzare al contempo l’efficienza energetica. Questi impianti si basano sull’utilizzo di fonti di energia rinnovabile o sul miglioramento dell’efficienza dei sistemi tradizionali e comprendono soluzioni quali: le pompe di calore geotermiche, i pannelli solari, i sistemi ad alta efficienza e il già citato riscaldamento a biomassa.

Ma l’adozione dei sistemi di riscaldamento sostenibili rappresenta soltanto una delle soluzioni che puoi adottare per risparmiare. In aggiunta o in concomitanza a tali metodi puoi infatti servirti delle sempre più diffuse tecnologie smart, come ad esempio i termostati intelligenti e i sistemi di rilevamento delle finestre aperte, che ti aiutano a mantenere un controllo più attento e oculato sul riscaldamento domestico.

riscaldamento di casa smart

Queste innovazioni, lungi dall’essere dei trend momentanei, sono inevitabilmente destinate a confermarsi anche in futuro. Del resto, esistono già specifici piani europei volti a ridurre le emissioni di carbonio, migliorare l’efficienza energetica e adottare tecnologie più sostenibili: tre obiettivi che dovranno essere perseguiti anche nell’ambito del riscaldamento di casa.

Con questo non stiamo necessariamente affermando che i metodi di riscaldamento sostenibili siano i migliori in assoluto. Come ti abbiamo già spiegato, la scelta è molto soggettiva ma, se vuoi sentirti in trend con i valori della società e adottare una soluzione che si prospetti il più definitiva possibile, la direzione da prendere è senz’altro questa.

Luca Padoin