Gli scaffali dei negozi e i siti Internet sono pieni di bulloni che sembrano tutti uguali, ma in realtà non lo sono affatto. Basta guardare la testa di questi elementi di fissaggio per accorgersene: ci sono bulloni a testa tonda che può essere piatta, a fungo, o a bottone, bulloni a testa esagonale, ecc. Inoltre, alcune teste di bullone presentano un’impronta, altre no.

Insomma, ciascuna tipologia di bullone presenta vantaggi e svantaggi che rendono l’elemento di fissaggio più adatto a determinati compiti rispetto ad altri, a seconda delle esigenze del progetto, come requisiti di resistenza, preferenze estetiche, problemi di accessibilità, ecc.

Nell’articolo di oggi concentriamo la nostra attenzione sui bulloni a testa tonda: una componente essenziale dei progetti di costruzione e ingegneria. Questi elementi di fissaggio in acciaio vengono utilizzati per fissare insieme due oggetti, spesso con l’aiuto di un dado o una rondella.

– Design dei bulloni a testa tonda

I bulloni a testa tonda sono un elemento di fissaggio molto comune, acquistabile su RS e qualsiasi altro sito Internet o negozio fisico specializzato in attrezzi.

Questi particolari bulloni sono caratterizzati da un corpo cilindrico filettato che presenta un’estremità arrotondata. Nella maggior parte dei casi, la testa presenta un’impronta, cioè una scanalatura creata per ospitare la punta dell’attrezzo impiegato per serrare o allentare l’elemento di fissaggio.

La parte filettata del bullone consente non solo di inserire avvitare l’elemento all’interno di una superficie, ma anche di fissarlo saldamente con un dado che viene inserito all’estremità opposta alla testa per mantenere tutti gli elementi in posizione.

– Settori di applicazione

I bulloni a testa tonda sono comunemente usati nella lavorazione del legno, nell’assemblaggio di mobili, nelle riparazioni automobilistiche, nella manutenzione di macchinari industriali e in molte altre applicazioni in cui due o più pezzi devono essere uniti saldamente insieme. Chiaramente, per ottenere il miglior risultato possibile, è fondamentale scegliere il giusto dado da avvitare all’estremità opposta.

Grazie alla loro forma arrotondata e al profilo relativamente basso, possono essere utilizzati in applicazioni in cui lo spazio è limitato, come angoli stretti e luoghi difficili da raggiungere. Possono anche fornire una forza di presa superiore rispetto alle viti su superfici scivolose come metallo o plastica. La testa arrotondata, inoltre, fa sì che questi bulloni non si impiglino nei vestiti di operai e lavoratori, riducendo così il rischio di danni e infortuni.

Nel complesso, i bulloni a testa tonda sono un componente essenziale per qualsiasi progetto di ingegneria e costruzione in cui due elementi devono essere uniti saldamente insieme senza occupare troppo spazio. La loro ampia varietà di dimensioni e forme li rende abbastanza versatili da adattarsi a quasi tutte le situazioni, pur fornendo una forza di presa superiore quando necessario.

– Proprietà dei bulloni a testa tonda

Se hai l’abitudine di lavorare con gli elementi di fissaggio, saprai che ogni singolo elemento può avere un numero infinito di variazioni. Ovviamente, i bulloni a testa tonda non fanno eccezione. Per riuscire a riconoscerli e a non confonderli con altri tipi di viti o bulloni, questi sono gli elementi da tenere in considerazione:

  • Un bullone a testa tonda ha una testa arrotondata e un corpo cilindrico filettato che non termina con una punta;
  • I bulloni a testa tonda sono generalmente realizzati in acciaio o ferro e vengono utilizzati in una varietà di applicazioni, come il fissaggio di legno o metallo;
  • I bulloni a testa tonda sono disponibili in varie dimensioni, a seconda dell’applicazione;
  • Un bullone del genera ha, in genere, una resistenza al taglio maggiore rispetto ad altri tipi di bulloni;
  • I bulloni a testa tonda possono essere usati con una varietà di tipi diversi di dadi, inclusi dadi esagonali, quadrati e con alette.
Luca Padoin