Siamo abituati a considerare la nostra casa come un rifugio accogliente e sicuro che ci permette di ripararci dai pericoli del mondo esterno. La verità, tuttavia, è che la sicurezza domestica non è affatto scontata, rappresentando piuttosto un obiettivo da perseguire nel migliore dei modi.

In un mondo in cui le intrusioni a scopo di furto e rapina sono all’ordine del giorno, tutelarsi con i sistemi d’allarme più avanzati è pressoché d’obbligo. Questo, del resto, è l’unico modo di garantire sicurezza all’ambiente domestico e di farci sentire realmente protetti.

In questo articolo andremo quindi a scoprire insieme quali sono le misure più efficaci per tutelare le nostre abitazioni dagli intrusi, trasformandole in una vera e propria roccaforte all’interno della quale non avremo più nulla da temere.

Come trovare il sistema migliore per la tua sicurezza domestica

Per comprendere al meglio quali sono i migliori dispositivi atti a garantire la sicurezza domestica, è d’obbligo innanzitutto conoscere la differenza tra i due sistemi principali:

  • sistemi cablati;
  • sistemi wireless.

I sistemi cablati sfruttano cavi fisici per collegare i vari dispositivi (come i sensori di movimento, le telecamere, i rilevatori di fumo, ecc…) alla centralina di controllo. Ciò significa che durante l’installazione sono necessari lavori di cablaggio.

Vengono generalmente considerati più affidabili rispetto ai sistemi wireless, perché la comunicazione non può essere interrotta da interferenze elettromagnetiche o da problemi di segnale. Oltre a questo, non sono soggetti al jamming (disturbo intenzionale del segnale).

Un altro aspetto positivo è il fatto di richiedere meno manutenzione dal punto di vista delle batterie, poiché i dispositivi vengono alimentati attraverso i cavi. L’installazione di questi sistemi può tuttavia risultare più invasiva e costosa, specialmente in case già costruite dove il passaggio dei cavi richiederebbe la perforazione di muri e soffitti.

sicurezza domestica cablati

Un altro modo di garantire la sicurezza domestica prevede di affidarsi ai sistemi wireless, che utilizzano segnali radio per assicurare la comunicazione tra i dispositivi e la centralina di controllo, eliminando così la necessità di cablaggi fisici tra i componenti del sistema.

Rispetto ai sistemi cablati, quelli wireless sono generalmente più facili e meno costosi da installare, in quanto non richiedono lavori di cablaggio, a fronte però di una manutenzione periodica delle batterie per garantire il loro funzionamento. Sebbene la tecnologia wireless sia migliorata, questi sistemi sono potenzialmente soggetti a interferenze elettromagnetiche o a jamming.

Sistemi cablati vs sistemi wireless: alcune considerazioni

Fare la scelta giusta, quando si tratta di scegliere il sistema migliore per garantire la propria sicurezza domestica, non è affatto facile. Riprendendo quanto abbiamo già spiegato, i sistemi cablati sono spesso raccomandati per le case di nuova costruzione o nell’ambito di ristrutturazioni importanti, poiché il cablaggio può essere facilmente integrato nella fase di costruzione. Rappresentano altresì una buona scelta per le abitazioni più grandi, dove la portata del segnale wireless potrebbe non risultare sufficiente a ricoprire tutta l’area.

I sistemi wireless, di contro, possono essere preferibili per le case già costruite e, in generale, nei casi in cui l’installazione di un sistema cablato finirebbe per risultare troppo invasiva o costosa. Sono inoltre una scelta vantaggiosa nel caso di futuri traslochi, poiché possono essere facilmente smontati e reinstallati in una nuova ubicazione. E, inutile dirlo, rappresentano la soluzione perfetta negli appartamenti in affitto, dove le modifiche strutturali possono essere limitate o vietate.

sicurezza domestica wireless

In aggiunta considerazioni di questo tipo, è d’obbligo tenere conto anche di altri fattori, che includono:

  • sicurezza e affidabilità: i sistemi cablati tendono a essere considerati più affidabili a lungo termine, ma i sistemi wireless moderni offrono tecnologie avanzate che riducono il rischio di interferenze o jamming;
  • costi di installazione e manutenzione: valuta il budget che hai a disposizione per l’installazione e la manutenzione futura, ricordandoti che i sistemi wireless richiedono la sostituzione periodica delle batterie;
  • esigenze specifiche: considera le tue esigenze specifiche, come la compatibilità con dispositivi smart home o la necessità di precise funzionalità (telecamere di sicurezza, sensori di movimento, automazioni).

In conclusione, nella scelta di un sistema per la sicurezza domestica incidono molti fattori, non ultimo la somma dei singoli componenti che andranno a integrarlo e che dovrai poi collegare alla centralina elettrica.

Componenti essenziali di un sistema di sicurezza domestica efficace

Per garantire l’efficacia del tuo sistema d’allarme domestico, è importante arricchirlo con quanti più dispositivi possibili, che dovrebbero risolvere le tue specifiche esigenze, assicurandoti il massimo controllo della casa e dei suoi accessi. In linea di massima, le componenti che non dovrebbero mai mancare includono:

  • telecamere di sicurezza, che offrono monitoraggio in tempo reale e registrazione degli spazi interni ed esterni. Possono inoltre essere collegate a internet per permettere la visualizzazione delle immagini da remoto, tramite smartphone e/o computer;
  • sensori per porte e finestre, che rilevano l’apertura o la chiusura di porte e finestre. Rientrano tra i primi strumenti di difesa in un sistema di sicurezza, avvisando quando un ingresso viene forzato o aperto in modo inaspettato;
  • sistema di comunicazione, che permette ai dispositivi d’allarme di comunicare con una centrale operativa o con il proprietario dell’abitazione tramite linea telefonica, connessione internet o rete cellulare, così da ricevere assistenza immediata in caso di emergenza;
  • sirena, che emette un forte segnale acustico in caso di allarme, fungendo da deterrente per gli intrusi e avvertendo i residenti di una possibile emergenza;
  • serrature intelligenti, che possono essere bloccate o sbloccate da remoto tramite un’applicazione sullo smartphone, permettendo agli utenti di controllare l’accesso alla propria casa da qualsiasi luogo;
  • deterrenti visivi, come luci che si accendono a intermittenza e in maniera casuale, simulando così la presenza di persone in casa. In alternativa o in aggiunta, sono ottimi anche i cartelli e gli adesivi che indicano la presenza di un sistema di sicurezza, fungendo così da deterrente per i potenziali intrusi.

sicurezza domestica luci

Per massimizzare l’efficacia di questi dispositivi, inoltre, puoi integrarli in un sistema di controllo smart home. Così facendo, infatti, avrai pieno accesso alla gestione e al controllo in remoto della casa, pigiando un semplice tasto sul tuo smartphone.

Conclusione: miglioramento della sicurezza online e del monitoraggio in remoto

Per quanto monitorare i tuoi dispositivi di sicurezza da remoto risulti indubbiamente comodo, dovresti comunque impegnarti a mantenere la tua connessione il più sicura possibile, mettendo in atto una serie di stratagemmi utili che comprendono:

  • l’utilizzo di password forti e difficilmente individuabili;
  • l’attivazione dell’autenticazione a due fattori;
  • l’utilizzo di una connessione sicura, protetta con WPA2 o WPA3;
  • l’attivazione di notifiche push, incentrate su allarmi ed eventi specifici;
  • l’utilizzo di app certificate e costantemente aggiornate;
  • l’abbonamento a un servizio di monitoraggio professionale, che sorvegli la casa H24 365 giorni all’anno.

sicurezza domestica smart

L’adozione di buone pratiche di questo tipo è d’importanza fondamentale per massimizzare la tua sicurezza domestica, in quanto ti permetteranno di mantenere al sicuro i tuoi dispositivi, vigilando sul loro corretto funzionamento ed evitando potenziali attacchi informatici.

Tutto questo potrebbe ovviamente comportare un discreto investimento, che ti verrà però ampiamente ripagato dalla certezza di vivere in un ambiente realmente sicuro: sia per te che per i tuoi cari. E questa, in fondo, è davvero la ricchezza più grande cui si possa aspirare.

Eliana Tagliabue