Durante una ristrutturazione in casa, il bagno è uno dei punti focali, tanto che spesso è la stanza in cui si interviene in misura maggiore. Scegliere con attenzione i rivestimenti del bagno è il primo passo ma anche uno dei più importanti, sia per fare in modo che l’ambiente sia pratico e facile da pulire, sia per ottenere uno stile in linea con il resto della casa. Anche in questo settore ci sono le mode del momento e molte piastrelle sono disponibili in tanti colori diversi, per soddisfare ogni esigenza e preferenza dei clienti.

– Scegliere il fornitore

Prima di decidere quali rivestimenti utilizzare in bagno è importante trovare un buon fornitore, che abbia a disposizione tutto ciò di cui si può avere bisogno. Alcune aziende italiane producono accessori per la posa e la protezione dei rivestimenti, sia in metallo che con materiali innovativi e varie finiture, che consentono di dare un tocco originale in qualsiasi ambiente.

Ad esempio, puoi consultare il catalogo dei profili per piastrelle sul sito di Minuta Profili, azienda che propone una vasta scelta di profili angolari e terminali per piastrelle, in acciaio lucido e in alluminio, con varie finiture e in molti colori differenti.

Questi materiali sono particolarmente apprezzati quando si tratta di ristrutturare un ambiente come il bagno o la cucina, dove spesso si sfruttano accenti originali per dare carattere alla stanza, evitando di ripetere fantasie già viste e ormai poco contemporanee.

– Colore e tipologia di piastrelle

Spesso quando si decide di ristrutturare un bagno il primo passo per la scelta del rivestimento da utilizzare riguarda il colore dominante, così come le dimensioni delle piastrelle e il materiale. Questi tre semplici elementi consentono di scremare l’intera gamma a disposizione nei negozi specializzati, dirigendo chi sta scegliendo un rivestimento verso un ambito più circoscritto.

Lo stile che si intende dare all’intero ambiente è quello che guida la scelta di questo elemento, perché è chiaro che tinte e materiali adatti a un bagno rustico saranno molto diversi da quelli utili a dare vita a un bagno dal design più contemporaneo.

Negli ultimi anni la scelta prevalente va verso le tinte neutre, quindi i toni di grigio, marrone o bianco, con materiali quali il gres porcellanato o la pietra naturale. Si possono però sempre trovare amanti dei colori sgargianti, che non avranno problemi a reperire piastrelle per il bagno azzurre, verde o anche nelle tonalità più particolari del viola o del rosso. Il suggerimento è in genere quello di evitare gli eccessi, soprattutto quando le dimensioni del bagno sono molto ridotte; in questi casi le tinte più scure possono far sembrare la stanza più piccola.

Per quanto riguarda i bagni ampi, è possibile caratterizzarne il colore anche solo con degli accenti da disporre ai bordi, o su una singola parete. Per queste finiture originali si possono sfruttare anche materiali inusuali, come ad esempio l’alluminio. In alternativa, per i non amanti delle piastrelle, suggeriamo l’articolo in cui abbiamo evidenziato i pro e i contro di un bagno senza piastrelle qui.

– Il formato delle piastrelle

Anche il formato delle piastrelle e dei rivestimenti per il bagno aiuta a caratterizzare questa stanza. Sono disponibili rivestimenti in qualsiasi formato, dalle ampie piastrelle da oltre un metro di lato fino ai mosaici.

Nei bagni in stile contemporaneo si tende a prediligere piastrelle ampie, rettangolari o quadrate; mosaici e piastrelle di dimensioni contenute sono invece preferiti per i bagni in stile classico o tradizionale. Si possono inserire particolari in mosaico anche in un bagno austero, che aiutano a definire meglio l’ambiente o a renderlo più vivace. Si può dare movimento ai rivestimenti anche disponendoli a lisca di pesce o utilizzando due colori alternati.

Molto spesso si prediligono piastrelle di dimensioni diverse a seconda della zona che si deve rivestire: più grandi per le pavimentazioni, più piccole per le pareti, ancora più minute per il box doccia o il retro della vasca. L’effetto è particolarmente piacevole, anche mantenendo lo stesso colore e materiale.

Lucilla De Luca