– Il detersivo

Quando ci si appresta a lavare i panni in lavatrice, una delle prime domande che nasce è relativa all’uso del detersivo: polvere o liquido?

I due tipi di detersivo non sono uguali né equivalenti per cui vanno scelti a seconda del tipo di indumenti da lavare e delle temperature del programma.

I detersivi in polvere sono efficaci anche alle basse temperature, perché presentano una composizione in grado di agire con la massima efficacia anche in acqua fredda. Sono spesso arricchiti con sbiancanti chimici o ottici per cui sono da preferire quando si lavano tessuti bianchi o biancheria in generale.

Infine, va sottolineato che i detersivi in polvere sono più rispettosi dell’ambiente rispetto a quelli liquidi. Questa caratteristica, naturalmente, va considerata a parità di composizione. La formulazione in polvere, infatti, essendo meno coesa, è maggiormente degradabile rispetto a quelle liquide.

A fronte di questi importanti pregi, i prodotti in polvere presentano tuttavia una serie di limiti. Essi, ad esempio, non sono completamente solubili, per cui lasciano, soprattutto alle basse temperature, residui e incrostazioni all’interno della lavatrice.

Presentando una minore forza pulente, detersivi liquidi vanno utilizzati in quantità maggiore. D’altro canto, la loro formulazione è meno aggressiva per cui, pur utilizzandone di più, non si rischia di danneggiare i tessuti. Sono particolarmente indicati nel lavaggio dei capi colorati, perché a differenza delle polveri, essi non sono arricchiti con composti sbiancanti.

Una delle particolarità dei detergenti liquidi è che essi possono avere differenti effetti pulenti a seconda della durezza dell’acqua. Con acque più dure è necessario incrementare leggermente le dosi indicate sulla confezione, facendo tuttavia attenzione a non sovra-dosare, per evitare che il risciacquo degli indumenti non riesca ad eliminare tutto il detersivo.

Dal punto di vista ecologico i prodotti liquidi sono maggiormente inquinanti, non solo per quanto riguarda la formulazione del detersivo stesso, ma anche per il tipo di imballaggio, solitamente un flacone in plastica.

Proprio per questo motivo, per garantire un maggiore rispetto dell’ambiente, sono sempre più comuni i negozi di detersivi alla spina, che permettono di apportare un maggiore contributo all’ambiente, nonostante l’utilizzo di detersivi liquidi.

– Dove mettere il detersivo

Quando si fa la lavatrice, è fondamentale seguire attentamente le istruzioni riportate nell’apposito manuale d’uso. Qui, infatti, non sono riportati solo i dettagli sui programmi, ma anche le diverse modalità di utilizzo dei detersivi e il loro posizionamento all’interno del cassetto della lavatrice.

Le moderne tendenze per il lavaggio suggeriscono di utilizzare il cassetto per il detersivo solo in caso di prodotti in polvere mentre, con i liquidi, sta diventando sempre più frequente la scelta della pallina dosatrice. Quando si utilizza il cassetto, è bene fare attenzione ai differenti scomparti che lo caratterizzano. Per ogni modello di lavatrice, essi possono avere forme e dimensioni differenti e, soprattutto, possono avere diversa funzione.

Tutte le lavatrici moderne sono dotate di cassetti con tre scomparti, uno per il detersivo da usare durante il prelavaggio, uno per quello necessario al lavaggio e il terzo per l’ammorbidente. Il posizionamento corretto dei tre scomparti va però controllato sul manuale d’uso perché può essere differente a seconda dei modelli. Solitamente, tuttavia, il cassetto per il prelavaggio è indicato con il numero 1, quello del lavaggio con il numero 2 e quello dell’ammorbidente riporta il simbolo di un fiore.

Nel caso di prodotti liquidi la scelta della pallina dosatrice ha un doppio scopo. Oltre a quello di garantire il perfetto dosaggio del detersivo, infatti, essa assicura il completo utilizzo della dose che non rischia così di perdersi nel tragitto dal cassetto al cestello. Risulta particolarmente indicata per i detersivi liquidi perché, avendo questi un minore potere pulente rispetto a quelli in polvere, risultano maggiormente efficaci se inseriti direttamente nel cestello.

Tuttavia, anche nel caso di detergenti in polvere è possibile l’inserimento direttamente nel cestello: in tal caso si può avere la certezza di eliminare la possibilità di formazione di incrostazioni all’interno del cestello e sui filtri. Quando si utilizza il detersivo direttamente nel cestello è necessario utilizzare una dose leggermente minore a quella prevista per l’inserimento nel cassetto.

– L’anticalcare

I diversi programmi della lavatrice portano a un consumo continuo di acqua calda che, a sua volta, crea depositi di calcare. Il calcare è un elemento naturale che si deposita regolarmente all’interno delle tubature dell’impianto idraulico e in tutti i sistemi che fanno uso dell’acqua come caldaia, lavatrice e lavastoviglie.

Se si vive in una regione in cui l’acqua è particolarmente dura, ossia più ricca in ioni di calcio, le deposizioni di calcare saranno maggiori.

Il problema legato al calcare è che esso crea due principali disagi agli apparecchi che fanno uso di acqua.

Il primo è che, depositandosi all’interno di tubi, diminuisce la sezione utile per il passaggio dell’acqua creando una diminuzione dell’efficienza dell’apparecchio stesso.

Il secondo è legato alla corrosione: il calcare, infatti, tende a corrodere gli elementi su cui si deposita creando problematiche più o meno gravi a seconda dei casi.

Per evitare che la lavatrice venga danneggiata dal calcare, è possibile utilizzare un anticalcare. Questo può essere realizzato in casa oppure acquistato in negozio, scegliendo prodotti specifici per le lavatrici.

Gli anticalcare prodotti in casa fanno solitamente uso di prodotti naturali dalle spiccate caratteristiche decalcificanti, come l’aceto o il bicarbonato. Fare un ciclo di lavatrice a vuoto una o due volte al mese inserendo nel cassetto solo del bicarbonato o dell’aceto bianco permette di mantenere puliti e liberi dal calcare i filtri e i vari componenti della lavatrice.

Tuttavia, questi rimedi casalinghi sono indicati solo per zone in cui l’acqua in circolo presenta una durezza medio-bassa. In caso di acque dure, è necessario utilizzare prodotti specifici per lavatrici e, soprattutto, farne uso ad ogni lavaggio. Questi possono essere liquidi, in polvere o in pasticche.

– Anticalcare per lavatrice: dove si mette

Quando si utilizza un anticalcare specifico per la lavatrice è necessario inserirlo nelle dosi indicate all’interno del cassetto della lavatrice. In particolare, esso va inserito nello scomparto in cui si immette il detersivo per il lavaggio, solitamente la parte del cassetto indicata con il numero 2.

L’anticalcare liquido può essere maggiormente conveniente rispetto a quello in polvere o alle pasticche perché presenta una maggiore solubilità e non rischia di formare granuli all’interno del cassetto. In linea di massima, tuttavia, la scelta va effettuata anche in base al detersivo visto che è maggiormente indicato utilizzare entrambi i prodotti liquidi o in polvere per una maggiore omogeneità all’interno del cassetto.

Se si fa uso della pallina dosatrice, si può inserire anche l’anticalcare insieme al detersivo: tuttavia è bene controllare prima le istruzioni riportate sull’anticalcare che si usa perché potrebbero essere consigliate soluzioni differenti.

– Per concludere

Per un più corretto utilizzo della lavatrice, è sempre consigliabile controllare con attenzione le modalità d’uso riportate sul manuale di istruzioni.

Inoltre, quando si scelgono i detersivi e l’anticalcare, vanno sempre lette le avvertenze per avere la certezza di un corretto utilizzo di entrambi.

Serena - La Pimpa

"La Pimpa" come mi chiamano gli amici, appassionata da sempre di scrittura creativa. Ho lavorato per 10 anni nella grande distribuzione in qualità di addetta alle vendite nei reparti: piccoli elettrodomestici, grandi elettrodomestici e incasso.
Qui su Casina Mia sperimento la mia passione per la scrittura mettendo a frutto la mia esperienza con elettrodomestici e tecnologia domestica.

LEAVE A REPLY

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.