L’idea di accostare pavimenti diversi potrebbe sembrarti un po’ azzardata. Posare un unico rivestimento per tutta la casa, del resto, significa semplificarsi la vita, andare sul sicuro ed evitare pericolosi errori di stile. Perché mai dovresti rinunciare a una simile comodità?

La risposta è: perché non sempre la via più facile è quella migliore. Fermo restando il fatto che dovresti sempre fare la scelta che ritieni più consona ai tuoi gusti e alle tue esigenze, la posa di pavimenti diversi potrebbe conferire un piacevole tocco rivoluzionario all’estetica generale della casa, permettendoti di personalizzare gli ambienti e donare loro più carattere.

Poiché il rischio di commettere errori stilistici è sempre dietro l’angolo, tuttavia, abbiamo deciso di dedicare una guida all’argomento, al fine di svelarti quali sono i migliori accostamenti e gli errori da evitare nella posa di pavimenti diversi.

– L’arte di accostare pavimenti diversi: quali sono i vantaggi di questa soluzione?

Se fatto nel modo giusto e nel rispetto di precise norme stilistiche, l’accostamento di pavimenti diversi può diventare una vera e propria arte, portatrice di una serie d’interessanti vantaggi sia sul piano estetico che su quello pratico.

L’accostamento di pavimenti diversi può infatti dare vita a un effetto visivo unico e suggestivo e, al contempo, separare visivamente le diverse aree di un open space, come ad esempio il living dalla cucina. In questo modo potrai definire meglio gli spazi e conferire un tocco di stile ai tuoi interni.

accostare pavimenti diversi

Ma non solo. L’accostamento di pavimenti diversi risulta una soluzione ottimale (ed economica!) anche nel momento in cui desideri rinnovare una stanza senza sostituire completamente il pavimento preesistente, in quanto puoi semplicemente aggiungere un nuovo rivestimento senza rimuovere a quello già presente. Tutto questo, naturalmente, a patto di sapere come fare.

– Consigli pratici per accostare pavimenti diversi

Unire pavimenti diversi, facendo in modo che la transizione risulti esteticamente gradevole e funzionalmente efficace, richiede una pianificazione accurata e l’uso di materiali e tecniche appropriate. Andiamo quindi a scoprire insieme quali sono.

Considerare il flusso e la funzione delle stanze

La funzione di ciascuna stanza o area della casa può determinare la scelta della tipologia di pavimento. In cucina, per esempio, potrebbe essere preferibile utilizzare piastrelle o un pavimento in vinile resistente all’acqua e facile da pulire, mentre in una camera da letto si potrebbe osare un pavimento in legno o in moquette, al fine di creare un ambiente più accogliente.

In aggiunta a questo, tieni poi conto del fatto che le aree a elevato traffico di persone come l’ingresso, il corridoio o la sala da pranzo potrebbero richiedere pavimenti più resistenti e facili da pulire, come ad esempio un bel pavimento LVT a effetto legno, rispetto a camere da letto o studi con un traffico più limitato.

Giocare con colori e texture

I colori e le texture dei pavimenti dovrebbero coordinarsi tra loro e con gli altri elementi dell’arredamento, come pareti, mobili e accessori. Questa coordinazione crea infatti un aspetto armonioso e piacevole all’occhio, contribuendo a un design interno coeso: una necessità che risulta ancora più importante quando si tratta di accostare pavimenti diversi.

Texture e colori possono inoltre essere utilizzati per creare una transizione visiva graduale o definita tra i due diversi pavimenti. Se, per esempio, vuoi passare da un pavimento in legno a uno in piastrelle, puoi scegliere una tonalità di piastrelle che si armonizzi con il colore del legno, creando così una transizione più fluida.

Usare profili di separazione

Per accostare pavimenti diversi, è spesso necessario utilizzare dei profili di separazione, il cui obiettivo è quello di creare una transizione graduale tra due tipi di pavimentazione. Alcuni esempi di profili di separazione includono: listelli di transizione in legno, profili metallici, bordi di piastrelle e profili in plastica.

accostare pavimenti diversi con giuntura

– Errori comuni da evitare

Accostare pavimenti diversi rappresenta una vera e propria sfida. Se non pianifichi accuratamente e non consideri attentamente tutti i dettagli relativi alla progettazione, potresti infatti rischiare di commettere degli errori, come ad esempio:

  • non creare una transizione graduale, originando così uno stacco troppo netto in pieno stile “pugno in un occhio”;
  • accostare colori e texture che nulla hanno a che vedere gli uni con le altre, ottenendo anche in questo caso il risultato precedente;
  • lavorare senza aver preso le dovute misurazioni, scoprendo all’ultimo minuto che i due pavimenti non possono essere accostati;
  • non tenere conto della futura manutenzione dei pavimenti, che può comportare cure e attenzioni molto diverse a seconda dei materiali che hai scelto.

In virtù di queste criticità, il nostro consiglio è quello di affrontare la sfida di unire rivestimenti differenti affidandoti all’aiuto di professionisti qualificati, soprattutto se hai intenzione di accostare pavimenti diversi nella stessa stanza: una missione ancora più complessa che richiede un’attenzione davvero certosina.

– Esempi di successo nell’accostare i pavimenti

Quelli che ti proponiamo qui di seguito rappresentano tre esempi di altrettanti accostamenti tra pavimentazioni differenti. Il motivo per cui le sottoponiamo alla tua attenzione è dovuto alla loro resa estetica particolarmente affascinante, nonché alla perfetta funzionalità degli accostamenti.

1. Parquet e piastrelle in cucina

Chi ha detto che il parquet non è adatto a essere posato in cucina? Al di là del fatto che, grazie alle tecniche attuali, è possibile rendere questa pavimentazione resistente ai liquidi e al vapore, puoi anche decidere di sbizzarrirti creando un accattivante accostamento tra parquet e piastrelle. Per farlo, ti sarà sufficiente posare il rivestimento in piastrelle nei punti più “critici”, come ad esempio le aree di lavoro, pavimentando con il parquet tutto il resto dello spazio.

accostare pavimenti diversi in cucina

2. Marmo e legno nel bagno

L’idea di un bagno in marmo e legno è già di per sé affascinante ma, se entrambi i materiali vengono usati per rivestire il pavimento, allora diventa a dir poco suggestiva! Trattandosi entrambi di pavimenti naturali, armonizzarli ti risulterà ancora più facile: non sarà nemmeno necessario inserire elementi di transizione, in quanto il risultato del loro semplice accostamento sarà già straordinario di suo.

accostare pavimenti diversi in bagno

3. Gres e laminato nel soggiorno

L’accostamento tra gres e laminato rappresenta un’altra eccellente soluzione, vista e considerata la grande versatilità stilistica di entrambi i materiali. Un laminato a effetto legno, per esempio, risulta perfetto come rivestimento base per il soggiorno. L’aggiunta di un inserto in gres, magari per valorizzare un’area specifica, conferirà all’ambiente un accattivante tocco estetico.

accostare pavimenti diversi in soggiorno

– Manutenzione e cura dei pavimenti accostati

I pavimenti accostati richiedono una manutenzione regolare per mantenerli in buono stato e garantire una transizione duratura tra i diversi materiali. La manutenzione varierà a seconda della tipologia dei rivestimenti ma, in linea di massima, prevederà:

  • una pulizia regolare effettuata con detergenti appropriati, a seconda dei materiali posati;
  • un controllo periodico dei pavimenti in generale e delle aree di transizione in particolare, al fine di assicurarsi che si mantengano sempre in buono stato, provvedendo eventualmente alla sostituzione delle parti danneggiate;
  • il controllo del livello dei pavimenti, assicurandosi che si verifichino disallineamenti che potrebbero far inciampare te e chiunque vi cammini sopra.

accostare pavimenti diversi manutenzione

– Opinioni degli esperti: pro e contro dei pavimenti accostati

Come abbiamo precedentemente affermato, la via più facile non sempre rappresenta quella migliore, ma occorre precisare che ci sono delle volte in cui invece lo è. Cosa vogliamo dire con questa affermazione sibillina? Molto semplicemente, che l’accostamento di pavimenti diversi presenta dei pro e dei contro, che è bene valutare con attenzione a seconda dei singoli casi.

Ribadiamo pertanto l’importanza di affidarti al consiglio di interior designer esperti, che saranno senz’altro in grado di aiutarti a valutare l’opzione migliore nel rispetto delle tue personali preferenze e necessità. Del resto, gli unici “svantaggi” derivanti dall’unire pavimentazioni differenti riguardano una maggiore complessità del progetto e il fatto di doverli sottoporre a manutenzioni e cure diverse.

Tutte criticità che ti eviteresti facilmente posando un pavimento unico, il cui vantaggio visivo sarebbe quello di uniformare meglio gli ambienti, creando una piacevole sensazione di continuità.

Diversi esperti, ad ogni modo, suggeriscono di optare per una sana di via mezzo, che consiste nello stabilire un rivestimento di base per tutta la casa, alternandolo a pavimentazioni diverse ma limitate a zone specifiche.

In alternativa, puoi anche posare un solo pavimento, differenziandolo però con i colori e le diverse tipologie del materiale con cui è realizzato: un risultato che puoi facilmente ottenere se decidi di accostare parquet diversi.

accostare pavimenti diversi opinioni

Optando per una strategia di questo tipo, infatti, non differenzierai eccessivamente l’ambiente, ma lo renderai comunque più vivace e accattivante!

– Conclusioni: come scegliere l’abbinamento giusto per la tua casa

La scelta tra accostare pavimenti diversi in casa o utilizzare un pavimento unico dipende dalle tue preferenze, dalle esigenze dell’ambiente e dalla complessità del progetto.

Vero è che anche i rivestimenti che andrai a scegliere hanno una loro importanza in quanto, per ottenere un lavoro perfetto, dovresti orientarti verso le migliori marche di pavimenti.

Sia come sia, adesso conosci con precisione i vantaggi e gli svantaggi derivanti dall’accostare pavimentazioni diverse e sei libero di prendere la decisione che si addice meglio ai tuoi gusti e alla tua casa.

Eliana Tagliabue