La regolare pulizia dei tappeti persiani rappresenta una necessità imprescindibile se desideri mantenerli in buono stato.

Del resto, stiamo pur sempre parlando di tessuti di pregio, motivo per cui è d’importanza fondamentale non solo sottoporli a un’adeguata pulizia, ma farla anche con i prodotti giusti.

Ecco perché nella guida di oggi andremo a occuparci proprio di questo: ti spiegheremo come pulire i tappeti persiani e quali detergenti usare, svolgendo così un lavoro assolutamente impeccabile.

– Caratteristiche e manutenzione dei tappeti persiani

I tappeti persiani, come abbiamo detto, si caratterizzano per il fatto di essere realizzati con materiali di pregio. Non solo cotone, quindi, ma anche seta, lino, canapa, juta e ovviamente lana, che può essere di pecora, capra o cammello.

A questa loro già delicata composizione, occorre poi aggiungere una struttura ancora più fragile composta da un numero molto diversificato di nodi: ulteriore testimonianza dell’elevata qualità di questi tappeti, la cui manutenzione deve quindi attenersi a delle regole ben precise.

pulizia dei tappeti persiani

La prima di esse riguarda senz’altro il lavaggio del tappeto persiano, che non deve assolutamente essere messo in lavatrice. L’ideale, in realtà, sarebbe quello di limitarsi a un lavaggio professionale una volta ogni due anni, da far eseguire a persone esperte e qualificate in materia.

Il rischio di danneggiamento del tappeto in seguito a un lavaggio improprio è infatti troppo alto perché valga la pena rischiare. Ecco perché i consigli che ti daremo si concentreranno unicamente sulla sua pulizia che, come avrai modo di scoprire, è più semplice e immediata di quanto sembri.

– Come pulire i tappeti persiani

Per pulire i tappeti persiani, è necessario servirsi dei prodotti e degli attrezzi giusti. Più nello specifico, il primo e più importante attrezzo dal quale non si può prescindere è senz’altro l’aspirapolvere, ottima per rimuovere la polvere senza danneggiare la superficie delicata del tappeto.

Pulire i tappeti persiani con rimedi naturali

Fatto questo, il consiglio è quello di ricorrere ai rimedi naturali, che assicurano una pulizia profonda senza rovinare il tappeto persiano. Gli ingredienti che ti devi procurare, nello specifico, sono:

  • mezzo bicchiere di aceto bianco (o aceto di mele);
  • sapone neutro liquido.

pulizia dei tappeti persiani con l'aceto

Mischiando i due ingredienti in un secchio, con l’aggiunta di 1 litro d’acqua, otterrai il detergente perfetto. Il tuo compito consisterà semplicemente nel servirti di uno strofinaccio di cotone per passare la soluzione sul tappeto persiano, prestando attenzione a inumidirne leggermente la superficie senza lasciar penetrare l’acqua, che potrebbe danneggiare i colori.

Lo stesso discorso vale anche per le frange che, a differenza del resto della superficie, possono essere pulite soltanto così, evitando di passarle con l’aspirapolvere. Per una pulizia più approfondita, puoi ovviamente servirti anche degli appositi detergenti che si trovano in commercio (ma non quelli a base di ammoniaca o candeggina, decisamente troppo aggressivi), il cui vantaggio non consiste solo nell’igienizzare perfettamente il tappeto, ma anche di arricchirlo con un gradevole profumo.

– Come lavare un tappeto persiano in casa

Come ti abbiamo già spiegato, il lavaggio di un tappeto persiano dovrebbe essere sempre eseguito da mani esperte, il che esclude di poterlo lavare in casa. Ciò detto, è comunque possibile ricorrere all’idropulitrice per eliminare le macchie più ostinate.

Questa macchina offre infatti il vantaggio di servirsi del vapore e può essere usata anche in concomitanza a un detergente specifico. Quest’ultimo, infatti, andrebbe versato sul tappeto persiano (in piccole quantità), per poi procedere con il passaggio dell’idropulitrice.

Con pochi getti d’acqua, infatti, il macchinario rimuoverà completamente le macchie più ostinate, ma sarà tuo compito assicurarti di eliminare anche ogni residuo di detergente, per poi lasciare asciugare il tappeto all’aria aperta.

In conclusione, pertanto, sebbene lavare un tappeto persiano in fai da te sia altamente sconsigliato, la macchina idropulitrice può comunque rappresentare un’eccellente soluzione alternativa, in quanto pulisce con cura la superficie del tappeto senza danneggiarla.

– Come profumare i tappeti persiani

La pulizia dei tappeti persiani non rappresenta l’unico modo di prendersi cura di questi delicati ornamenti: un’altra esigenza che potresti avvertire è infatti quella di dotarli di un buon profumo. Per farlo, oltre a ricorrere ai già citati detergenti specifici, puoi anche usare una miscela speciale a base di bicarbonato di sodio e… dentifricio!

Proprio così, hai capito bene: mischiando questi due ingredienti otterrai infatti una fantastica pasta abrasiva che, oltre a garantirti un’eccellente pulizia delle fibre del tuo tappeto, lo farà anche profumare di fresco.

Va da sé, naturalmente, che dovrai assicurarti di rimuovere gli eventuali residui di pasta con l’aiuto di una spazzola ma, al di là di questa accortezza, si tratta di un procedimento facile e veloce. Quindi, ora che sai tutto sulla pulizia dei tappeti persiani, sei pronto a mettere in pratica i nostri consigli?

Scarica la guida gratuita di Abitativo®

Eliana Tagliabue