Se hai la fortuna di possedere un elegante servizio di posate in acciaio o, in generale, oggetti e soprammobili realizzati con questo materiale, avrai senz’altro piacere a vederli sempre perfettamente lucidi e puliti.

Per conseguire questo obiettivo, tuttavia, è d’importanza fondamentale che tu sappia come lucidare l’acciaio: una lega che, stante la sua grande resistenza, necessita comunque di cure e attenzioni.

L’acciaio opaco, del resto, non è certamente bello da vedere, per non parlare poi del fatto che, alla lunga, potrebbe facilmente corrodersi e/o arrugginirsi. Se ti stai domandando come devi fare a prevenire questa possibilità, ti trovi nel posto giusto! Nella guida di oggi ti sveleremo infatti tutti i segreti legati alla pulizia dell’acciaio, così da renderlo più bello e splendente che mai.

– Perché lucidare l’acciaio è importante

Sapere come lucidare l’acciaio nel modo corretto non è importante soltanto a fini estetici, ma anche per una serie di ragioni pratiche legate alla conservazione del materiale.

Da un lato, la lucidatura dell’acciaio può migliorarne l’aspetto estetico: rimuovendo graffi, macchie e imperfezioni superficiali si può infatti ottenere una superficie liscia e brillante che appare più gradevole alla vista.

Questo è particolarmente importante per gli oggetti in acciaio dove l’aspetto visivo conta, come nel caso di gioielli, utensili da cucina di alta qualità e soprammobili di pregio.

come lucidare l'acciaio

La lucidatura può inoltre migliorare la resistenza all’ossidazione e alla corrosione dell’acciaio. Rimuovendo contaminanti e creando una superficie più liscia, si riduce infatti la probabilità che l’acciaio si corroda: una condizione fondamentale nelle situazioni in cui il materiale è costantemente esposto a condizioni ambientali aggressive o agenti corrosivi.

Lucidare l’acciaio può inoltre contribuire a prevenire la ruggine, sebbene sia importante dotarlo anche di una finitura protettiva ed evitare il più possibile di esporlo all’umidità: un fattore che può contribuire alla formazione della ruggine.

– Strumenti e prodotti per la lucidatura

Pulire l’acciaio implica l’utilizzo di prodotti specifici espressamente progettati per questo scopo. Di seguito alcuni esempi:

  • Pasta abrasiva, composta da una miscela di elementi abrasivi fini, oli, lubrificanti e solventi. Queste paste vengono applicate sulla superficie dell’acciaio e lavorate con un panno o un tampone per rimuovere graffi, macchie e imperfezioni superficiali.
  • Dischi o ruote in feltro o cotone che, utilizzati congiuntamente con le paste abrasive, ti permettono di ottenere una finitura lucida.
  • Ruote di sisal, che vengono tendenzialmente utilizzate con paste abrasive più aggressive per rimuovere le imperfezioni profonde o per sagomare l’acciaio.
  • Ruote di flanella, che vengono utilizzate per ottenere una finitura più lucida e sono usate insieme a paste abrasive più fini o con composti per la lucidatura.
  • Composti per la lucidatura, ossia prodotti chimici espressamente progettati per la lucidatura dell’acciaio. Sono disponibili in diverse formulazioni e granulometrie a seconda del livello di lucidatura desiderato e del tipo di acciaio da trattare.
  • Ruote di feltro impregnate di lucidante, che possono essere utilizzate per la finitura finale senza l’uso di paste abrasive aggiuntive.
  • Spazzole metalliche, che possono essere utilizzate per la pulizia e la preparazione preliminare dell’acciaio prima della lucidatura. Tuttavia, è importante notare che possono anche graffiare la superficie, se non utilizzate correttamente.
  • Lucidatrice elettrica o utensili a mano: a seconda delle dimensioni e delle forme degli oggetti in acciaio da lucidare, è possibile utilizzare lucidatrici elettriche, smerigliatrici angolari o utensili a mano.

come lucidare l'acciaio con il kit

Va da sé, naturalmente, che non devi certo sentirti obbligato ad acquistare singolarmente tutti questi strumenti. In commercio puoi infatti trovare numerosi kit che ne raccolgono la maggior parte e che possono quindi aiutarti molto nella pulizia e nella lucidatura dei tuoi oggetti in acciaio.

Tra le migliori marche, ti segnaliamo: Lux Metal, Aobetak e QM Cleaner. Se invece fossi particolarmente interessato alle paste lucidanti, dovresti tenere in seria considerazione quelle a marchio Rosver e Zambon.

Detto questo, tieni però conto del fatto che dotarti dei prodotti giusti non è sufficiente. La lucidatura dell’acciaio inox fai da te richiede infatti una certa competenza, nonché la conoscenza dei sistemi migliori per ottenere dei risultati soddisfacenti.

– Metodi di lucidatura

Se desideri fare una scelta ecologica e salutare, puoi provare a lucidare l’acciaio con i detergenti naturali. Per farlo, devi solo procurarti alcuni semplici ingredienti che molto probabilmente tieni già in casa e seguire le nostre istruzioni. Tali ingredienti sono:

  • Aceto bianco: l’aceto bianco è un detergente naturale efficace per rimuovere macchie e depositi d’acqua dall’acciaio inossidabile. Ti basterà mescolarlo con acqua in parti uguali, applicando la soluzione ottenuta sulla superficie in acciaio, che dovrai successivamente risciacquare e asciugare con un panno pulito.
  • Bicarbonato di sodio: il bicarbonato di sodio può essere utilizzato come un abrasivo delicato per rimuovere macchie e graffi lievi dall’acciaio. Puoi creare una pasta mescolando il bicarbonato con l’acqua, per poi applicarla con un panno morbido. Non dimenticare mai di risciacquare e asciugare bene.
  • Limone: il succo di limone è acido e può quindi aiutare a rimuovere macchie e a mantenere lucida la finitura dell’acciaio. Dovrai soltanto spremere il succo di limone fresco sulla superficie, strofinandola leggermente con un panno e risciacquandola con acqua.
  • Olio d’oliva: l’olio d’oliva può essere utilizzato per conferire lucentezza all’acciaio inossidabile. Applicane una piccola quantità su un panno pulito e strofina delicatamente la superficie fino a farla brillare. Questo metodo risulta particolarmente utile per la lucidatura degli utensili da cucina in acciaio inossidabile.
  • Patate o cipolle: sia le patate che le cipolle possono essere utilizzate per rimuovere le macchie dall’acciaio. Taglia una patata o una cipolla a metà, immergila nel sale e strofinala sulla superficie in acciaio. Risciacqua e asciuga il tutto con un panno pulito.
  • Amido di mais: puoi creare una pasta per lucidare l’acciaio usando amido di mais e acqua. Questa pasta può aiutare a rimuovere le macchie e a dare lucentezza all’acciaio.

come lucidare l'acciaio con un detergente naturale

Per quanto i detergenti naturali possano rivelarsi utili, tuttavia, vi sono casi in cui è indispensabile richiedere una lucidatura professionale. Se, per esempio, fossi così fortunato da possedere oggetti in acciaio di particolare pregio, sarebbe meglio affidarli alle mani di un professionista, onde evitare di danneggiarli accidentalmente.

Lo stesso discorso vale anche per l’acciaio che si presenta già particolarmente usurato e che necessita quindi di cure e attenzioni specifiche per poter tornare all’antico splendore. In tutti questi casi, pertanto, sarebbe consigliabile evitare il fai da te, optando piuttosto per l’intervento di personale qualificato.

– Conclusione: manutenzione e cura dell’acciaio

Per mantenere l’acciaio in buone condizioni e prevenire graffi, macchie, corrosione e ruggine, dovresti seguire alcune pratiche di manutenzione e pulizia regolari. Le superfici in acciaio dovrebbero infatti essere pulite con regolarità per rimuovere lo sporco, la polvere e i detriti e, mentre le lucidi, è importante che tu segua la direzione naturale della grana, scongiurando così il rischio di graffi.

Analogamente, è di fondamentale importanza asciugare l’acciaio con estrema attenzione. L’acqua e l’umidità sono infatti nemiche giurate di questo materiale: non soltanto lo opacizzano creando antiestetiche macchie, ma possono causare la pericolosa formazione della ruggine.

Da qui la necessità di lucidare e asciugare le superfici in acciaio con grande accuratezza. Del resto, la lucidatura dell’acciaio rappresenta una vera e propria arte e, in quanto tale, richiede di essere messa in atto con destrezza e manualità.

Eliana Tagliabue