Un depuratore d’acqua domestico è la soluzione ideale per chi desidera avere sempre a disposizione acqua pulita, sicura e priva di contaminanti, direttamente dal rubinetto della propria cucina. È estremamente comodo, poiché si installa velocemente, senza interventi complessi o costosi, non ingombra perché può essere messo anche sotto lo zoccolo della cucina.

I depuratori d’acqua rappresentano, dunque, una svolta significativa rispetto alle classiche bottiglie d’acqua. Infatti, con un depuratore d’acqua si elimina la necessità di acquistare, trasportare e conservare l’acqua confezionata, riducendo al contempo l’impatto ambientale causato dall’uso della plastica. Sul mercato esistono numerosi modelli di sistemi purificazione acqua, ognuno con caratteristiche specifiche per soddisfare esigenze diverse. Per scegliere quello più adatto, è importante considerare fattori come la capacità di filtrazione, il tipo di acqua che si desidera avere e la facilità di manutenzione.

Un depuratore d’acqua domestico non solo migliora il gusto e l’odore di cloro dell’acqua del rubinetto, ma garantisce anche una maggiore sicurezza per la salute, eliminando eventuali impurità.

Come funziona un depuratore d’acqua domestico

Un depuratore d’acqua domestico funziona attraverso un sistema di filtrazione che rimuove impurità e contaminanti dall’acqua del rubinetto, rendendola più sicura e piacevole da bere. Il processo inizia con l’acqua che passa attraverso un prefiltro a carbone attivo, il quale elimina il cattivo sapore di cloro, i sedimenti e altri contaminanti di grandi dimensioni. Successivamente, l’acqua viene trattata con un sistema di osmosi inversa, costituito da membrane con pori di dimensioni pari a 0,001 micron, che rimuovono possibili contaminanti più piccoli.

Per migliorare ulteriormente la qualità dell’acqua, i depuratori sono dotati di ulteriori filtri che reintegrano i sali minerali essenziali, come calcio e magnesio, migliorandone il gusto. I dispositivi sfruttano, infatti, sofisticati sistemi di miscelazione e regolazione del grado di TDS (Solidi Disciolti Totali) che regolano il livello di salinità e pH dell’acqua.

L’acqua depurata non viene immagazzinata e quindi conservata, ma esce direttamente dal rubinetto “al bisogno”, per essere utilizzata subito dopo il processo di affinatura. Si tratta quindi di un’acqua buona e sempre freschissima.

Quale depuratore scegliere?

Scegliere un depuratore d’acqua per casa non è una cosa semplice e va fatta tenendo conto di alcuni fattori:

  1. che tipo di acqua si preferisce bere
  2. quanto spazio si ha in cucina

Continua a leggere per capire qual è la scelta giusta.

Acqua Alcalina o Osmotizzata? Liscia o gassata?

L’acqua alcalina è un tipo di acqua che ha un pH superiore a 7, generalmente compreso tra 8 e 9. È ricca di minerali come calcio, silicio, potassio e magnesio. Contribuisce a bilanciare il pH del corpo, agisce come antiossidante, migliora l’idratazione e supporta il metabolismo.

Better Slim è il depuratore d’acqua alcalinizzante perfetto per il benessere di tutta la famiglia. Piccolo e compatto si installa sotto lo zoccolo della cucina o, in alternativa sotto lavello, consentendo di avere ancora molto spazio per riporre ciò che normalmente viene conservato lì (pattumiera, detersivi, ecc).

L’acqua osmotica è estremamente pura, con pochissimi sali minerali, ideale il benessere dei reni e dell’organismo in generale.

Better Full è il depuratore casalingo che può essere posizionato sul piano della cucina o sotto il lavello. Si tratta di due tipologie di affinatori d’acqua distinti, ma entrambi svolgono la stessa funzione: sono frigo-gasatori capaci di raffreddare e rendere frizzante l’acqua. La gasatura avviene tramite una bombola esterna, facilmente ricaricabile.

La differenza principale tra i due modelli risiede nel modo di erogare l’acqua: con quello da posizionare sul piano della cucina, l’acqua esce direttamente dal dispositivo selezionando uno dei pulsanti presenti sulla macchina. Mentre con l’altro modello, l’acqua esce da un rubinetto a più vie, che va a sostituire quello già presente in cucina. Dal rubinetto, dunque, oltre all’acqua non trattata, sarà possibile selezionare quella naturale, a temperatura ambiente o fredda, o quella gasata.

7 Vantaggi del depuratore d’acqua domestico

L’acqua in Italia è di buona qualità, ma arriva nelle nostre abitazioni attraverso un sistema idrico soggetto a perdite e bisognoso di manutenzione continua.
Durante il suo percorso, l’acqua affronta un lungo viaggio attraverso condotte spesso in piombo, che possono contaminarla. È vero che molti non bevono l’acqua del rubinetto preferendo quella confezionata, ma viene invece usata per cucinare: la bollitura non sempre riesce ad eliminare tutte le impurità.

L’acqua confezionata, inoltre, è molto costosa, poiché c’è una filiera che deve essere supportata, dalla fonte fino agli scaffali dei supermercati. Che cosa fare? Spendere un patrimonio in acqua è un’assurdità, avendo la possibilità di averla sempre a disposizione dal proprio rubinetto di casa. A conti fatti, il depuratore d’acqua risulta essere un vero e proprio investimento: sulla qualità della vita e della salute, senza trascurare il portafoglio e l’ambiente, poiché riduce notevolmente la quantità di rifiuti in plastica prodotti. 

I vantaggi di un impianto di depurazione acqua domestica:

1. Migliore qualità dell’acqua
Un depuratore d’acqua rimuove tutti i possibili contaminanti dall’acqua del rubinetto. Questo processo non solo rende l’acqua più sicura da bere ma ne migliora il sapore e l’odore, rendendola perfetta anche per la preparazione dei cibi.

2. Benefici per la salute
Il depuratore eroga l’acqua che più si preferisce: liscia o gasata, osmotica o alcalina. A seconda delle proprie preferenze si può avere un’acqua con ph elevato (alcalina) o con un residuo bassissimo di sali minerali (osmotica).  La personalizzazione dell’acqua è sicuramente uno dei punti di forza dei migliori depuratori, come quelli di Better Life, un’azienda Italiana specializzata nel settore della depurazione domestica.

3. Risparmio economico
Con un depuratore domestico non si deve più acquistare acqua in bottiglia. Se si pensa a quanto costa l’acqua confezionata, il risparmio che ne deriva è significativo, soprattutto per le famiglie che ne consumano grandi quantità.

4. Rispetto per l’ambiente
L’uso di depuratori d’acqua domestici contribuisce a ridurre il consumo di plastica. Meno bottiglie di plastica vengono prodotte e smaltite, riducendo così l’inquinamento e l’impatto ambientale. Ciò contribuisce anche alla diminuzione della produzione di CO2 associata al trasporto su ruote.

5. Comodità e praticità
Con un depuratore acqua in casa dimentichi la fatica di trasportare pesanti confezioni di acqua dal supermercato a casa. Sollevare le casse d’acqua infatti può provocare dolori alla schiena, specie nei soggetti che ne soffrono in modo cronico.

6. Manutenzione semplice
Il depuratore dell’acqua è progettato per essere facile da mantenere. La sostituzione dei filtri viene fatta una volta all’anno da un tecnico.

7. Versatilità d’uso
Un depuratore d’acqua non è utile solo per bere o cucinare, ma serve per preparare bevande come tè e caffè, zuppe, lavare frutta e verdura, persino per alcuni elettrodomestici come macchine del caffè e bollitori. L’acqua purificata, infatti, previene la formazione di calcare e allunga la durata dei nostri elettrodomestici.

Avere il purificatore acqua, dunque, si dimostra essere una soluzione pratica per qualsiasi famiglia; esso offre numerosi vantaggi che vanno oltre il miglioramento della qualità dell’acqua. Un depuratore può essere considerato un investimento che ripaga con più salute, meno sforzi e soldi per l’acquisto dell’acqua in bottiglia.