Una delle principali conseguenze della pandemia è stata il fatto di essere costretti a lavorare nell’intimità della propria abitazione, trovandosi così nella necessità di allestire un ufficio in casa.

Questo modo innovativo di lavorare, che prende il nome di smartworking, è stato però apprezzato da un gran numero di persone che, anziché tornare a lavorare in presenza, hanno preferito proseguire su questa scia, perfezionando e completando in via definitiva l’arredamento del loro ufficio improvvisato.

Se rientri anche tu in questa categoria, o se stai pensando di sperimentare lo smartworking per la prima volta, non dovresti farti trovare impreparato. Ecco perché abbiamo deciso di fornirti una serie di preziosi consigli in merito all’arredamento del perfetto ufficio casalingo, rendendo il tuo lavoro molto più piacevole e stimolante!

– Perché allestire un ufficio in casa

I vantaggi dell’avere un ufficio in casa sono balzati agli occhi di tutti sin dalle primissime fasi dello smartworking. Ritagliarsi uno spazio lavorativo all’interno dell’abitazione ti garantisce infatti:

  • Flessibilità lavorativa: un ufficio in casa offre maggiore flessibilità per gestire il proprio tempo e organizzare il lavoro in base alle proprie esigenze. Questo può essere particolarmente utile per coloro che cercano un maggiore equilibrio tra vita professionale e tempo libero.
  • Risparmio di tempo e denaro: eliminando la necessità di spostarsi per raggiungere un luogo di lavoro, si risparmia tempo prezioso e si riducono i costi legati ai trasporti.
  • Maggiore produttività: l’assenza di distrazioni tipiche dell’ambiente dell’ufficio tradizionale può aumentare la produttività. Inoltre, avere un proprio spazio dedicato al lavoro, all’interno del quale regnano la solitudine e il silenzio, può aiutare a concentrarsi meglio.
  • Comfort personale: poter personalizzare il proprio ufficio domestico in base alle proprie preferenze ed esigenze può contribuire a creare un’ulteriore sensazione di benessere. Si possono scegliere l’arredamento, la temperatura e l’illuminazione ideali per rendere l’ambiente di lavoro il più confortevole possibile.
  • Riduzione dello stress: lavorare da casa può ridurre lo stress associato agli spostamenti, alle riunioni in ufficio e ad altre situazioni potenzialmente stressanti legate al lavoro in presenza.
  • Maggiore equilibrio tra vita professionale e personale: disponendo di un ufficio in casa, è più facile gestire il tempo tra il lavoro e gli impegni personali, consentendo una maggiore flessibilità nell’organizzazione della propria giornata.
  • Risparmio di spazio: un ufficio in casa può essere realizzato anche in spazi ridotti, riducendo la necessità di affittare o acquistare spazi aggiuntivi per l’attività lavorativa.
  • Minore impatto ambientale: riducendo gli spostamenti e l’uso di risorse come l’energia per il riscaldamento o il raffreddamento di un ufficio esterno, si può contribuire a ridurre l’impatto ambientale.
  • Maggiore autonomia: allestendo in casa il proprio ufficio e, di conseguenza, anche il proprio lavoro, si possono stabilire liberamente gli orari da dedicare a quest’ultimo, effettuando delle pause o ritagliandosi dei momenti di svago ogniqualvolta se ne avverte la necessità.

ufficio in casa

Stante tutti questi vantaggi, ad ogni modo, i detrattori dello smartworking sostengono che allestire in casa il proprio ufficio potrebbe comportare l’insorgenza di due grossi problemi:

  • uno squilibrio tra vita privata e vita lavorativa;
  • un impatto negativo sulla produttività.

Il primo punto si riferisce al fatto che, venendo meno la separazione fisica tra luogo di lavoro e casa, il rischio è quello di lasciarsi sopraffare, finendo per dedicarsi al lavoro H24, in maniera ininterrotta.

In alternativa, può però verificarsi anche la situazione opposta, vale a dire quella di cedere alle innumerevoli tentazioni offerte dall’ambiente casalingo e dal fatto di non avere nessuno che ci “controlla”, finendo così per trascurare il lavoro e non portare a termine i compiti assegnati.

Per quanto tali considerazioni contengano un fondo di verità, esiste una soluzione molto semplice per scongiurarle e consiste proprio nel sapere come arredare un ufficio in casa. Adottando le corrette strategie e completando l’opera con qualche idea creativa è infatti possibile creare il perfetto ambiente di lavoro: quello in grado di renderti produttivo senza impedirti di godere del tempo libero che ti spetta di diritto.

– Scegliere il luogo giusto

Allestire un ufficio a casa significa tenere in considerazione una serie di importanti fattori, che dovrebbero assicurarti:

  • un’illuminazione adeguata;
  • un buon isolamento acustico;
  • lo spazio necessario;
  • privacy e concentrazione.

Per quanto riguarda la prima questione, quella relativa all’illuminazione, la luce naturale è sempre da preferire: l’ideale sarebbe quindi quello di posizionare la scrivania vicino a una finestra. In aggiunta, puoi dotarti di una buona illuminazione artificiale sfruttando lampade da scrivania e lampade a soffitto, che ti garantiscano un ambiente ben illuminato.

Se il vero problema dovessero invece essere i rumori esterni, puoi provare a installare dei pannelli fonoassorbenti, che ti aiuterebbero a ridurre le interferenze e a ritrovare la giusta concentrazione. Fermo restando il fatto che la prima questione da affrontare riguarda sempre lo spazio che hai a disposizione.

Per avere la certezza di realizzare un corretto design dell’ufficio in casa, dovresti infatti calcolare con precisione le misure della stanza o della zona in cui hai deciso di allestirlo, regolandoti di conseguenza. Tieni conto che puoi sempre sfruttare il potere contenitivo di scaffali, mensole, cassetti e mobili multifunzionali per ottenere un ufficio compatto ma di tutto rispetto.

ufficio in casa fattori

Per finire, dovresti assicurati di lavorare in un ambiente tranquillo e con la giusta dose di privacy, evitando il più possibile le distrazioni. Se hai famigliari o coinquilini, comunica loro i tuoi orari di lavoro e l’importanza di non disturbarti in quel lasso di tempo.

– Arredamento e accessori dell’ufficio in casa

L’arredamento di un ufficio in casa prevede una serie di mobili e accessori atti a massimizzare il tuo comfort, allo scopo di evitarti posizioni scomode e, in generale, una sistemazione insoddisfacente. Andiamo quindi a scoprire insieme quali sono i complementi d’arredo fondamentali per la tua postazione smartworking.

Selezione di mobili ergonomici

I mobili ergonomici sono essenziali per garantire comfort, salute e produttività al tuo ufficio casalingo. Nello specifico, dovresti quindi procurarti:

  • scrivania regolabile in altezza;
  • sedia con poggiatesta e braccioli regolabili;
  • supporto per i piedi;
  • tappeto antiscivolo;
  • scaffali e cassettiere posizionati in punti facilmente raggiungibili.

Tutto questo rappresenta la base di un ufficio casalingo, che dovrebbe poi essere arricchito con i giusti accessori.

Accessori per l’ufficio: quali sono indispensabili

Fermo restando che gli accessori di un ufficio da casa possono variare in base al lavoro che fai e alle tue personali esigenze, in linea di massima comprendono: le normali forniture di cancelleria (matite, penne, gomme, quaderni, ecc…), un computer (fisso o portatile a seconda delle tue preferenze) e schedari per organizzare i tuoi documenti.

ufficio accessori

Potrebbe inoltre esserti utile procurarti cuffie e microfono per migliorare le videoconferenze, facilitandoti così la comunicazione con i colleghi.

Idee e decorazioni per stimolare la creatività

Tra le idee per l’ufficio in casa non possono certo mancare quelle relative alle decorazioni, che hanno l’obiettivo di conferire creatività e personalità all’ambiente, valorizzando la sua estetica e permettendoti di lavorare in uno spazio grazioso e accogliente.

Proprio perché si tratta di una fase dell’arredamento estremamente soggettiva, l’unico che può sapere quali sono le migliori decorazioni da adottare sei tu. Ciò nonostante, se sei in cerca di qualche idea, noi ti consigliamo:

  • poster/quadri/fotografie da appendere alle pareti;
  • piante e fiori;
  • accessori decorativi per la scrivania, come portapenne dal design simpatico e accattivante;
  • lavagne magnetiche o pannelli di sughero da ricoprire di coloratissimi post-it.

ufficio a casa decorato

Come affermava il grande scrittore Oscar Wilde, del resto, “Niente è più necessario del superfluo”: un aforisma che sottolinea l’importanza delle piccole cose e quanto siano in grado di fare la differenza.

– Tecnologia e connessione dell’ufficio in casa

Creare un ufficio in casa significa anche dotarsi di una connessione internet veloce ed efficace, di dispositivi hardware idonei allo smartworking e di una serie di software e applicazioni idonee allo scopo.

Per quanto concerne questi ultimi, in particolare, dipende tutto dal lavoro che svolgi: in linea di massima, al di là delle applicazioni relative alla tua specifica professione, potrebbe risultarti utile installare nel pc una o più app per effettuare le videoconferenze.

In merito agli strumenti hardware, invece, è possibile fare un discorso più universale, tanto più che alcuni di essi li abbiamo già menzionati. In un perfetto ufficio casalingo, infatti, non dovrebbero mai mancare:

  • computer (portatile, fisso o entrambi);
  • mouse ergonomico, possibilmente senza fili;
  • cuffie e/o auricolari;
  • microfono;
  • casse esterne;
  • dispositivi per l’archiviazione, come chiavette USB e hard disk esterno.

– Organizzazione e gestione del tempo

Arredare l’ufficio di casa rappresenta soltanto un primo step. Il passaggio successivo prevede infatti di concentrarsi sull’organizzazione e la gestione del lavoro. Ricordi quando ti abbiamo illustrato i principali rischi dello smartworking?

Calibrare efficacemente lavoro e tempo libero può risultare più difficile se si svolgono entrambi nello stesso ambiente. Da qui la necessità di pianificare una serie di strategie, che ti permetteranno di dare la giusta importanza tanto al lavoro quanto ai tuoi hobbies.

  • Stabilisci una routine: crea una routine giornaliera che includa orari fissi per iniziare e finire il lavoro. Questo ti aiuterà a stabilire confini chiari tra vita professionale e privata.
  • Crea un piano giornaliero: prima di iniziare la giornata, pianifica le attività che devi svolgere e impegnati a portarle a termine.
  • Imposta obiettivi: definisci gli obiettivi giornalieri o settimanali che vuoi raggiungere. Questo ti darà uno scopo e ti aiuterà a rimanere concentrato.
  • Suddividi il tempo in blocchi: utilizza la tecnica della “gestione del tempo in blocchi” per suddividere la tua giornata in periodi dedicati a specifiche attività. Ad esempio, dedica un blocco di tempo a rispondere alle mail, un altro alla realizzazione dei progetti, un altro ancora alle videochiamate con i colleghi, ecc.
  • Evita le distrazioni: identifica le potenziali fonti di distrazione nella tua casa e cerca di eliminarle o mitigarle. Per esempio, metti il telefono in modalità silenziosa, disattiva le notifiche non essenziali sul computer e comunica agli altri membri della famiglia o ai coinquilini gli orari in cui non devi essere disturbato.
  • Concediti delle pause: pianifica pause regolari durante la giornata, per riposare e rilassarti.
  • Stabilisci dei limiti: comunica chiaramente i tuoi orari di lavoro ai colleghi e ai clienti, spiegando loro che al di fuori di essi non sarai più disponibile a rispondere.
  • Utilizza strumenti di gestione del tempo: sfrutta applicazioni e strumenti di gestione del tempo, come calendari digitali, app di pianificazione e software di gestione delle attività, per tenere traccia degli impegni e delle scadenze fissate.
  • Impara a dire di no: evita di sovraccaricarti accettando troppi impegni, sentendoti libero di dire no quando lo ritieni opportuno.

ufficio consigli

– Conclusioni

Arrivato a questo punto, possiedi tutte le conoscenze necessarie per allestire una perfetta stanza ufficio in casa. Quelli che ti abbiamo fornito, tuttavia, sono soltanto consigli standard, sui quali puoi trovarti più o meno d’accordo.

La verità, infatti, è che quando si tratta di smartworking non esistono regole universali e valide per tutte: così come ci sono persone che necessitano di lavorare sedute in maniera composta a una scrivania super organizzata, ve ne sono altre che, approfittando del fatto di essere a casa, preferiscono lavorare sul divano con il pc sulle ginocchia.

Ciò che conta, alla fin fine, è trovare la tua “formula magica”: quella che ti permetterà di lavorare con la massima concentrazione e produttività, e poco importa se per riuscirci necessiti di avere la tv a basso volume in sottofondo. Ricorda che si sta parlando del tuo ufficio personale e ogni escamotage atto a farlo funzionare bene è quindi assolutamente ben accetto!

Simone Pierdominici