Sono numerosi i pregi che caratterizzano le pergole in alluminio, che grazie alla loro resistenza sono in grado di adattarsi alle esigenze di tutte le stagioni: esse, dunque, costituiscono la soluzione migliore per godersi gli ambienti esterni in qualunque periodo dell’anno. Ma come è fatta una pergola in alluminio di questo tipo? Essa vanta una struttura estetica essenziale e quasi minimal, proprio per questo motivo capace di adattarsi in maniera naturale ed elegante a qualunque tipo di ambiente in cui venga inserita. D’altro canto, la ricercatezza del design garantisce una continuità piacevole e una coerenza ottimale con lo stile degli interni.

Quando conviene comprare una pergola in alluminio

L’alluminio è un materiale ecologico, anche perché si presta a essere riciclato, e si contraddistingue quindi per un ridotto impatto ambientale, dal momento della produzione fino a quello dello smaltimento. Nel momento in cui si decide di optare per un pergolato in alluminio, si ha la certezza di rispettare l’ambiente, vista la connotazione green del materiale. Ma non è tutto, perché stiamo parlando anche di un materiale duttile, e di conseguenza capace di valorizzare ogni tipo di ambiente alla luce della possibilità di personalizzarlo come si desidera. L’alluminio dura a lungo nel tempo, e quindi è ideale per la realizzazione di strutture che devono essere esposte all’aria e resistere ai fenomeni atmosferici.

Guida alla scelta della pergola

Decidere il materiale di composizione della pergola è importante perché determina altri aspetti come la durata del prodotto nel tempo, la resa estetica e la spesa complessiva. Sono due, comunque, le soluzioni principali a cui si può far riferimento: le strutture in alluminio e quelle in legno. Per capire quale sia l’opzione migliore, è necessario valutare le proprie esigenze, e cioè in sostanza prendere in considerazione il tipo di utilizzo che si ha in mente di fare della pergola. Per esempio, una struttura destinata a essere usata soprattutto come riparo e parcheggio per la macchina sarà realizzata preferibilmente in legno, mentre una pergola in alluminio è consigliata quando si punta sull’estetica e si vuol suscitare l’ammirazione degli ospiti che si invitano per un pranzo o una merenda.

Pergole in legno: tutto quello che è necessario sapere

Il legno, come si può facilmente intuire, offre molteplici pregi sotto il profilo estetico, poiché garantisce una sensazione di famiglia e di calore. La decisione dipende, chiaramente, dalla qualità del legno; stabilire se sia più adatto il lamellare o il massello vuol dire valutare non solo il budget che si ha a disposizione, ma anche le dimensioni dell’ambiente che deve essere protetto. Certo, il legno presenta un potenziale svantaggio di non poco conto, nel senso che ha bisogno di una maggiore manutenzione; sia la verniciatura che i trattamenti superficiali, infatti, con il passare del tempo si rivelano meno efficaci. Diventano indispensabili, dunque, parecchi interventi. Si tratta comunque di un piccolo sacrificio che vale la pena di compiere alla luce della possibilità di godere del fascino della tradizione; va tenuto conto, però, che i costi di installazione possono essere piuttosto alti.

Le caratteristiche di una pergola in alluminio

Per quel che riguarda le pergole in alluminio, sono due le caratteristiche peculiari che meritano di essere messe in evidenza: l’eleganza e la durata nel tempo. Dopo che la pergola in alluminio è stata installata, non ci si deve più preoccupare di alcunché, nel senso che non è richiesto alcun tipo di manutenzione, alla luce della notevole resistenza agli sbalzi termici e agli agenti atmosferici. Il design minimalista è ciò che caratterizza il pergolato in alluminio, il quale presenta un’estetica essenziale che lo aiuta a integrarsi alla perfezione con l’ambiente circostante. L’alluminio, poi, è un materiale molto leggero, e quindi suggerito in contesti in cui è necessario fare i conti con i limiti di carico, come i giardini pensili e terrazzi.

La pergola ideale per il terrazzo

Le pergole in alluminio sono facili da pulire e richiedono una manutenzione rapida; sono robuste e possono essere installate senza che ci sia bisogno di richiedere dei permessi particolari. Se si è in cerca di una copertura per il proprio terrazzo, conviene puntare su una soluzione autoportante, cioè formata da quattro pali di sostegno, capace di sorreggersi da sola.