La cucina è uno degli spazi più vissuti in casa e in fase di ristrutturazione si tende sempre di più a non sottovalutare questo ambiente, dotandolo di ogni genere di miglioria tecnologica e di design. Tutto ciò, al giorno d’oggi, la rende molto di più che solo un classico luogo in cui cucinare.

Prima di tutto è bene dire che la concezione è cambiata, quindi, la cucina diventa un grande open space in cui living e zona cottura tendono a fondersi in un perfetto unicum adatto a tutta la famiglia. Su tali basi è possibile innestare tutte le nuove tendenze che, nel 2021, spadroneggeranno proprio in questa particolare zona della casa. Di seguito ecco a quali elementi fare attenzione in fase di acquisto.

– L’arredamento della zona cottura

Per iniziare è bene partire dai fondamentali, cioè, dai moduli che comporranno la cucina. Una delle innovazioni che già sta spopolando in questo 2021 riguarda le colonne. Si sta procedendo verso una sostituzione degli, ormai obsoleti, pensili e le strutture appena citate prenderanno il loro posto, lasciando che tutto sia sempre a portata di mano e ben raggiungibile.

Il punto di forza delle colonne, però, sta nel fatto di poter fungere da vere e proprie seconde pareti che nascondono, in caso di necessità, le zone di lavoro, rendendo l’ambiente estremamente ordinato e di grande eleganza. Si tratta di moduli completamente richiudibili proprio come una boiserie. Tale soluzione è estremamente utile per i disordinati cronici o per coloro che non vogliono rendere visibile agli altri ogni genere di imperfezione.

– Finiture e materiali performanti

Estrema importanza va data anche alle finiture delle cucine. I metalli saranno i protagonisti per quest’anno e diventeranno un vero e proprio trend nella cucina open space.

Sono benvenute tutte quelle tonalità calde ma tipiche del bronzo, rame, acciaio, ottone e oro rosa. Questi sono utilizzabili sul retro dei pensili ma anche per le rubinetterie. Insomma, dove si desidera maggiormente l’esaltazione della cucina.

Per completare un effetto di grande impatto, però, è importante accoppiare materiali vivi come il legno, utilizzando colorazioni più classiche come grigio, verde scuro o marrone. Colori soft per una cucina che non annoia e che rilassa.

Anche il top della cucina vuole la sua parte e nel 2022 si cerca un materiale che sia altamente performante. A fare successo, ancora una volta, sono il Fenix o il Dekton che, nel corso del tempo, si sono rivelati una scelta vincente per le cucine monoblocco da pulire facilmente e in poco tempo. In questo caso la parola d’ordine è praticità e buon gusto.

– Sostenibilità e tecnologia

Ogni cucina che si rispetti, nel 2022, avrà elementi che la rendono estremamente tecnologica ma, soprattutto, attenta all’ambiente. Pertanto è importante darsi da fare nella scelta degli elettrodomestici.

Lavastoviglie, tritarifiuti, piano cottura, frigorifero, forno o altro, devono essere ben integrati con questo modo di pensare, quindi, non devono avere consumi esagerati ed essere almeno di classe A+. Grazie alla possibilità di usufruire, anche per il 2022, del bonus mobili si può valutare la scelta di elementi sempre più performanti e a risparmio energetico.

Infine attenzione anche ai materiali che si usano per costruire i mobili della cucina. Questi devono aderire a una certa filosofia che tutela l’ambiente, proprio come le cucine Scavolini Roma per cui è bene prediligere materiali come il legno o fibre ricavate da materiale riciclato. Insomma, tutto ciò che non permette lo spreco di nuove risorse utili deve essere sempre il benvenuto in casa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here