Nel nostro paese lo stendibiancheria elettrico, in effetti, non è un oggetto molto diffuso, ma ultimamente sta cominciando a farsi apprezzare anche in Italia e, data la sua praticità ed i costi contenuti, con tutta probabilità nei prossimi anni l’acquisto di questo tipo di prodotto potrebbe anche crescere non poco.

A tutti gli effetti lo stendino elettrico può essere considerato una via di mezzo tra un’asciugatrice ed uno stendibiancheria tradizionale: molto simile nell’aspetto a quest’ultimo, consente però di asciugare il bucato in tempi rapidi (sebbene meno velocemente rispetto ad un’asciugatrice, ma comunque nel giro di poche ore!), persino durante la stagione fredda e quando fuori piove.

Rispetto alle asciugatrici, peró, gli stendini elettrici hanno l’indubbio vantaggio di essere molto meno ingombranti: occupano esattamente lo stesso spazio di un modello tradizionale e, nel momento in cui non vengono utilizzati, possono essere richiusi e posizionati ovunque in pochi centimetri, con le scope nel ripostiglio o dietro una porta, senza contare che l’investimento economico richiesto per il loro acquisto è decisamente contenuto.

A dispetto poi di quanto si possa credere uno stendibiancheria elettrico consuma molto meno rispetto ad un’asciugatrice, generalmente 0.10Kw/h per un modello di 100W di potenza.

Lo stendino elettrico è un elettrodomestico molto semplice da utilizzare: basta sistemare i panni come si fa normalmente quando si mette il bucato ad asciugare al sole, inserire la spina nella presa di corrente e premere il tasto di accensione.

Nella maggior parte dei casi è presente una spia luminosa ad indicare che lo stendibiancheria è in funzione perché questo, a differenza dell’asciugatrice non produce alcun rumore per cui può rimanere acceso anche di notte, senza arrecare alcun disturbo, anzi contribuisce a riscaldare l’ambiente, tanto che può essere impiegato per riscaldare gli asciugamani prima di farsi la doccia!

I modelli più avanzati sono anche dotati di termostati in grado di dosare la quantità di calore erogato; di fatto il meccanismo di funzionamento è piuttosto semplice l’acqua contenuta nei panni viene gradualmente trasformata in vapore.

Nella stragrande maggioranza dei casi le opinioni di quanti hanno deciso di acquistare uno stendibiancheria elettrico sono molto positive: a fronte di una spesa contenuta e di consumi ridotti si riesce ad asciugare il bucato rapidamente ed indipendentemente dalle condizioni meteo.

Vediamo dunque di capire quali sono i modelli più efficienti e con miglior rapporto qualità/prezzo attualmente presenti sul mercato, suggerendovi quelli che, in base alle recensioni dei consumatori, sembrano essere i più performanti.

Stendino Todeco con 3 ripiani regolabili in acciaio inox

Questo stendino elettrico e pieghevole della Todeco, realizzato in acciaio inox e quindi color argento, rispetto ai modelli standard, ha una grande capacità di carico e può vantare una superficie di asciugatura modulabile, pari a quella di 20 metri di filo.

Questo stendibiancheria è estensibile grazie alla presenza di due ali aggiuntive a cui è possibile appendere le grucce o su cui stendere le camicie ed una barra superiore per le lenzuola; inoltre è adattabile, con tre diverse altezze regolabili, pertanto si rivela di pratico utilizzo; le sue dimensioni da aperto sono pari a 147 x 87 x 64 cm, mentre da chiuso l’ingombro in profondità è pari a 13 cm.

Lo stendino Todeco può essere installato sia in ambiente chiuso che all’aperto, perché pur essendo leggero e munito di ruote per facilitarne gli spostamenti, è in grado di mantenere un’ottima stabilità anche qualora venga appoggiato su un pavimento irregolare.

È stato appositamente concepito per permettere di stendere in una sola volta tutto il contenuto di una lavatrice piena; senza contare che grazie al sistema “one click” si ripiega in un attimo e senza fatica!

Stendino Elettrico EGLEMTEK 8 fili in alluminio

Lo stendino Elettrico EGLEMTEK è un modello piuttosto semplice, ma al contempo vanta un prezzo decisamente contenuto, pertanto è l’ideale per coloro che magari possiedono già anche l’asciugatrice o ritengono di farne un uso sporadico.

Ha l’aspetto di un comune stendibiancheria (rispetto a cui mancano però le ali pieghevoli laterali), è dotato di 8 barre in alluminio rivestite e due contenitori in ABS.

Misura da aperto 95 x 63 x 74 cm e lo spessore una volta chiuso è di soli 5 cm; ha un consumo di elettricità decisamente contenuto, pari a 100W; è dotato di un interruttore /OFF con protezione in caucciù, di un interruttore per il controllo della temperatura e di una spia luminosa.

Unica pecca di questo prodotto: è un po’ basso (l’altezza delle barre da terra è pari più o meno a 78 cm) per cui è difficile stendere abiti o camicie più lunghe.

Sirge ASCIUGOTTOL Stendino Elettrico con ali pieghevoli

Questo stendibiancheria elettrico pieghevole di Sirge, vanta un discreto rapporto qualità prezzo e la presenza di 20 Elementi riscaldanti da 230 Watt, con una temperatura stabilizzata pari a 50/60 °C ed ha l’aspetto di uno stendino tradizionale, con tanto di ali richiudibili laterali.

Realizzato in alluminio, anticorrosione ed antiruggine, è dotato di un interruttore anti-goccia protetto ed isolato da una guaina e di un indicatore LED, che ne segnala l’accensione.

Con un peso di 3,4 Kg e da aperto una larghezza pari a 147 cm, per 54 cm di profondità e 94 cm di altezza, è meno capiente di uno stendibiancheria tradizionale, ma comunque consente di asciugare rapidamente una buona quantità di indumenti e da chiuso occupa uno spessore pari a meno di 6 cm, il che permette, quando non viene utilizzato, di riporlo in un angolo con facilità.

Sara Raggi

Sara Raggi

Ingegnere per tradizione di famiglia, dopo la prima laurea specialistica conseguita nel 2004 al Politecnico di Milano, ho deciso di assecondare il mio spirito creativo e diventare anche architetto. Così, da oramai più di 10 anni, il mio mestiere principale, nonché la mia passione, è proprio quello di progettare ed arredare le case. L’amore per la scrittura però mi accompagna da sempre e per questo, oramai da diverso tempo, scrivo per il web, soprattutto occupandomi di arredamento ed edilizia.
Spero dunque di riuscire a fornirvi preziosi consigli, mettendo a vostra disposizione, non solo la mia esperienza professionale, ma anche quella di mamma di due bimbi e di moglie, che ama vivere la propria casa, ogni giorno, nel migliore dei modi.
Sara Raggi

LEAVE A REPLY