Nell’ambito dell’arredo di una casa, le luci possiedono da sempre una componente fortemente decorativa. Questa caratteristica, tuttavia, è divenuta ancora più evidente con l’affermazione dello “smart lighting”: un vero e proprio trend d’illuminazione del 2023.

Scopo del nostro articolo è quindi quello di spiegarti nel dettaglio in che cosa consiste questa tendenza e come sfruttarla a tuo vantaggio per valorizzare l’estetica della casa.

Del resto, si sa, con la luce a LED è possibile creare effetti scenografici particolarmente suggestivi che, grazie allo smart lighting, possono tranquillamente essere comandati a distanza. Ti piacerebbe ricreare un simile scenario all’interno della tua casa? Se la risposta è sì, prosegui con la lettura e scopri come fare!

– Cos’è lo smart lighting e quali vantaggi offre

Partiamo subito chiarendo un concetto molto importante: la possibilità di sfruttare l’illuminazione a scopo decorativo esiste da sempre. Ciò significa che puoi conseguire questo traguardo anche con le classiche luci a LED che si attivano manualmente attraverso i normali interruttori a parete.

Ciò che differisce con lo smart lighting, e che ha contribuito a renderlo una delle più apprezzate tendenze dell’illuminazione 2023, riguarda i numerosi vantaggi che è in grado di assicurarti, proprio per il fatto che si tratta di un sistema d’illuminazione intelligente.

Come avrai certamente intuito, infatti, il prefisso “smart” designa un progetto illuminotecnico comandabile a distanza, grazie alla possibilità di collegare le luci di casa al wi-fi e di comandarle attraverso i vari dispositivi che possiedi: smartphone, tablet, ma anche assistenti vocali.

smart lighting cos'è

Ciò significa, in parole povere, che potrai accendere la luce, regolarne intensità e tonalità, ma anche creare veri e propri effetti speciali, con un semplice tocco del dito o un ordine dato a voce.

I vantaggi di una soluzione di questo tipo sono piuttosto evidenti: potrai illuminare solo le aree della casa di tuo interesse, evitando costosi sprechi energetici; e, in generale, potrai gestire tutte le luci del tuo appartamento in maniera decisamente più confortevole, trovandole già accese al tuo ritorno a casa e dimenticando una volta per tutte la seccatura di entrare dalla porta nel buio più completo.

Ma non solo. Grazie allo smart lighting avrai anche la possibilità di realizzare una bellissima illuminazione di design, valorizzando enormemente l’estetica della tua abitazione.

– Come usare lo smart lighting per valorizzare l’arredo

Come ti abbiamo già spiegato, lo smart lighting serve “semplicemente” a comandare a distanza le luci di casa, il che significa che la valorizzazione dell’arredo attraverso le luci non dipende tanto dalla parola “smart”, quanto dal termine “lighting”.

A fare tutto il lavoro sono infatti le luci a LED che, grazie al loro immenso potenziale, possono davvero fare la differenza. E, se per farla hai la possibilità di servirti di un impianto intelligente, tanto meglio.

Di seguito, pertanto, ti proponiamo qualche idea di design per sfruttare al meglio lo smart lighting. Con uno strategico utilizzo dei faretti a LED e del loro relativo comando a distanza, potrai infatti:

  • illuminare una zona specifica grazie all’utilizzo di modelli orientabili, progettati per fare luce in punti ben precisi;
  • valorizzare nicchie e anfratti con una specifica illuminazione a essi dedicata;
  • incassarli all’interno dei cassetti, sopra e sotto le mensole o sotto i pensili;
  • creare delle vere e proprie conici e scie luminose: una soluzione perfetta per i corridoio lunghi e stretti, ma anche per valorizzare il perimetro di una stanza.

smart lighting arredo

E il bello è che, grazie allo smart lighting, potrai ottenere tutto questo pigiando un semplice comando sul tuo smartphone! Ma non solo: un altro modo di realizzare un’illuminazione di tendenza prevede di prestare grande attenzione al colore delle luci che andrai a sistemare.

– Colori e flessibilità dello smart lighting

Un’altra bellissima tendenza nell’illuminazione del 2023 si basa sull’adozione delle cosiddette “luci d’accento”, vale a dire lampadine colorate usate a scopo decorativo, al fine di “accentuare” la bellezza di alcuni punti specifici della casa.

Anche in questo caso, pertanto, si tratta semplicemente di adottare faretti, strisce e binari a LED che emanano una luce colorata, valorizzando l’estetica della casa con suggestivi effetti cromatici.

smart lighting

smart lighting

smart lighting

Grazie allo smart lighting, potrai comandare liberamente le tue luci di design colorate quando e come preferisci, regolandone intensità e tonalità attraverso i tuoi dispositivi.

Una possibilità di questo tipo, del resto, giustifica perfettamente il grande successo riscosso da questa tendenza, sebbene sia corretto specificare che lo smart lighting non è alla portata di tutti.

Per realizzare un progetto illuminotecnico intelligente, infatti, occorre mettere in conto di spendere un po’ di soldi e, allo stesso tempo, disporre di una minima conoscenza tecnologica.

Se, infatti, accendere e spegnere una luce di design è un’operazione alla portata di chiunque, comandarne il funzionamento a distanza è un altro paio di maniche. Riuscire a farlo, ad ogni modo, significa a tutti gli effetti proiettare la propria casa nel futuro.

Scarica la guida gratuita di Abitativo®

Eliana Tagliabue