Le seppie con i piselli sono un classico della cucina italiana, tanto che questo piatto si ritrova in moltissimi ricettari regionali, sebbene ciascuno vi apporti poi le sue piccole varianti, con l’aggiunta di ingredienti vari.

In questo caso noi vogliamo proporvi la ricetta più classica e semplice, in versione bianca, ovvero senza salsa al pomodoro, ma voi potete sperimentare anche quella rossa e poi aggiungere altri ingredienti a piacere.

Il nostro obiettivo è quello di illustrarvi la preparazione base, che in pochissimo tempo vi permetterà di realizzare un secondo gustoso e leggero, che però può fungere anche da piatto unico.

Al posto delle seppie tagliate a striscioline sottili, se le trovate, potete usare anche le seppioline intere, quelle molto piccole e tenere, riducendo un poco i tempi di cottura: tutto dipende dalla disponibilità giornaliera della vostra pescheria di fiducia.

Vedrete: servite le seppie con i piselli ai vostri familiari, ma anche ai vostri ospiti, incontreranno senza dubbio il favore di tutti, grandi e piccini, senza contare che vanno benissimo perfino per chi è a dieta e sempre alle prese con il conteggio delle calorie!

Come preparare le seppie con i piselli

Ingredienti per 4 persone

  • Seppie fresche 1 kg
  • Piselli 500 gr
  • 1 cipolla
  • 1/2 spicchi d’aglio
  • 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • 1 bicchiere vino bianco
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • a piacere potete aggiungere: 1 bicchiere di passata di pomodoro, peperoncino.

Preparazione

Per prima cosa è necessario pulire le seppie, lavandole sotto l’acqua fresca corrente e tagliarle a striscioline. Si prosegue pulendo anche la cipolla e l’aglio, poi tritandoli grossolanamente e facendoli rosolare in un tegame contenente un paio di cucchiaio d’olio, per cinque minuti circa.

In questa fase è bene tenere il fuoco basso, eventualmente unendo, se necessario, un po’ di acqua tiepida per evitare che aglio e cipolla invece di dorare si brucino. A questo punto si uniscono le seppie e si lasciano rosolare per una decina di minuti, sfumando con del vino bianco, trascorsi i quali andranno aggiunti anche i piselli, assieme ad un pizzico di sale e di pepe, coprendo tutto con un po’ d’acqua, lasciando cuocere a fuoco lento per altri 20 minuti circa, avendo cura di tenere coperto il tegame ed il gioco è fatto!

Assieme ai piselli, se lo desiderate potete aggiungere anche un po’ di passata di pomodoro ed un po’ di peperoncino piccante.

L’importante è regolare il tempo di cottura in base alla dimensione delle seppie ed alla loro quantità: le seppie infatti, se fresche ed adeguatamente trattate, possono essere tenerissime, ma se si cuociono troppo rischiano di diventare gommose.

Qualche consiglio per servire al meglio le seppie con i piselli

Il segreto per la perfetta riuscita di questa ricetta sta nella scelta degli ingredienti: è importantissimo che le seppie siano freschissime ed anche per i piselli, stagione permettendo, sarebbe meglio utilizzare quelli freschi in baccello, piuttosto che quelli surgelati o in barattolo, dei quali però potrete comunque accontentarvi in caso di bisogno!

Se pensate di servire le vostre seppie con piselli come piatto unico, allora vi suggeriamo di accompagnarle con delle patate lesse, o in alternativa con del riso basmati in bianco, o del cous cous, che può regalare quel “tocco esotico” ed originale ad una ricetta tutta italiana; diversamente se lo pensate come secondo è un piatto già completo così!

Scegliete un bel piatto piano per impiattare la versione bianca, mentre per quella rossa, leggermente più umida, meglio se optate per una fondina o una terrina, magari rustica ed un po’ particolare: non deluderete le aspettative!

A voi non resta che provare a cimentarvi nella preparazione di questa ricetta, eventualmente con delle piccole aggiunte del caso ed a noi non resta che augurarvi buon appetito!

Sara Raggi

Sara Raggi

Ingegnere per tradizione di famiglia, dopo la prima laurea specialistica conseguita nel 2004 al Politecnico di Milano, ho deciso di assecondare il mio spirito creativo e diventare anche architetto. Così, da oramai più di 10 anni, il mio mestiere principale, nonché la mia passione, è proprio quello di progettare ed arredare le case. L’amore per la scrittura però mi accompagna da sempre e per questo, oramai da diverso tempo, scrivo per il web, soprattutto occupandomi di arredamento ed edilizia.
Spero dunque di riuscire a fornirvi preziosi consigli, mettendo a vostra disposizione, non solo la mia esperienza professionale, ma anche quella di mamma di due bimbi e di moglie, che ama vivere la propria casa, ogni giorno, nel migliore dei modi.
Sara Raggi

LEAVE A REPLY