Perché scegliere un rivestimento del bagno in pietra? I motivi alla base di questa scelta possono essere davvero tanti. La pietra rappresenta il materiale naturale per antonomasia e, in quanto tale, è particolarmente caro alle persone che hanno a cuore il benessere ambientale.

Oltre a questo, però, la pietra è anche un materiale indiscutibilmente bello e ricco di fascino, usato sin dall’antichità per scopi decorativi. Adottare questo rivestimento per il proprio bagno significa conferirgli l’aspetto di un’elegante spa di montagna, godendo allo stesso tempo di tutti i vantaggi derivanti da un materiale forte e resistente qual è la pietra.

Come sappiamo, tuttavia, il materiale perfetto non esiste ed è dunque possibile che anche un rivestimento in pietra possa celare qualche insidia nascosta. Per scoprire se è il caso di adottarla o meno per il tuo bagno, pertanto, non ti resta che proseguire con la lettura dell’articolo.

– Caratteristiche della pietra naturale

La pietra naturale presenta delle caratteristiche che la rendono a dir poco unica. Tutt’oggi viene ampiamente sfruttata come materiale per i rivestimenti esterni, ma la verità è che risulta ottimale anche per gli ambienti interni della casa, bagno incluso.

Il motivo è da attribuire proprio alle sue qualità, sia estetiche che tecniche, che fanno della pietra un eccellente materiale di rivestimento. Andiamo quindi a scoprire insieme quali sono queste qualità.

Ecosostenibilità

Come ti abbiamo già accennato nell’introduzione, la pietra è un materiale ecologico e, in quanto tale, rispettoso del benessere ambientale. Ma non solo. Essendo 100% naturale non inquina e non contiene elementi nocivi, risultando così assolutamente sicura anche per le persone.

Ampie possibilità di personalizzazione

Proprio in virtù della sua straordinaria unicità, la pietra si presta ad ampie possibilità di personalizzazione. Non ne esiste un pezzo uguale all’altro, ed è possibile scegliere tra tantissime decorazioni e sfumature di colore differenti.

Resistenza

Quando vogliamo rendere l’idea della durezza di qualcosa, siamo soliti dire che è “Dura come la pietra”.

Ed effettivamente non si tratta certo di una frase a torto, visto e considerata la grande durezza di questo materiale, che è in grado di resistere all’usura del tempo e all’azione degli agenti atmosferici.

Sempre per la stessa ragione, è un materiale che, alla lunga, risulta perfino economicamente conveniente: lo posi una volta e non ci pensi più. E, proprio in virtù della sua eccezionale resistenza, non si creperà né danneggerà mai.

Versatilità

La pietra è un materiale particolarmente versatile. Può essere usata per rivestire tanto le pareti quanto i pavimenti, arrivando così a posarla su tutte le superfici dell’ambiente. Può inoltre essere sfruttata anche per i singoli complementi d’arredo e per gli accessori, indipendentemente dalla stanza della casa in cui si sceglie di adottarla.

rivestimento bagno in pietra qualità
Credits: Pinterest

Le caratteristiche che ti abbiamo elencato valgono ovviamente anche quando si decide di utilizzare la pietra per le piastrelle del bagno, o per il suo pavimento. L’unico accorgimento da seguire è che, visto l’ambiente, vi sono tipologie di pietra che si prestano meglio di altre a essere sfruttate.

– La pietra come rivestimento per il bagno: quale si usa e quanto conviene

Parlare di pietra naturale in generale è quanto mai improprio. Questo perché esistono svariate tipologie di pietra, che è bene conoscere al fine di essere certi di adottare quella giusta per il proprio bagno. Più nello specifico, le pietre ritenute idonee a rivestire questo ambiente della casa sono:

  • granito;
  • ardesia (per i pavimenti);
  • arenaria;
  • marmo travertino (per i top);
  • marmo classico.

Indipendentemente dalla scelta della tipologia, che può variare a seconda delle proprie esigenze e preferenze, decidere di realizzare dei pavimenti o delle pareti del bagno in pietra è una scelta che comporta anche qualche svantaggio.

Del resto, te lo avevamo già accennato nell’introduzione: il materiale perfetto non esiste e perfino un rivestimento ottimale come la pietra, caratterizzato da tutte le belle qualità che ti abbiamo elencato prima, presenta delle “controindicazioni”. Vediamo quali sono.

Gli svantaggi della pietra in bagno

  • Il primo svantaggio da tenere obbligatoriamente in considerazione è relativo al costo di questo materiale, che risulta proibitivo per la maggior parte delle persone: una realtà con la quale tocca fare i conti nonostante il fatto che la pietra sia “eterna”.
  • Il bagno è uno degli ambienti della casa in cui si tende a camminare a piedi scalzi: un’azione che può risultare sgradevole se eseguita su un freddo pavimento di pietra.
  • Sempre parlando di pavimenti in pietra, possono diventare scivolosi se entrano in contatto con l’acqua e necessitare di costose operazioni strutturali per essere posati, proprio in virtù dell’enorme peso di questo materiale.
  • Tra i materiali per le piastrelle del bagno, la pietra rientra tra quelli più difficili da pulire e da mantenere, in quanto occorre prestare molta attenzione ai detergenti che si usano, onde evitare di danneggiarne l’estetica.

– Come posare un rivestimento del bagno in pietra

Arrivato a questo punto, ti sarai ormai reso conto del fatto che la pietra, per quanto bellissima e resistente, necessita anche di una serie di accortezze, che partono già dalla sua posa. Se, infatti, posare un qualsiasi rivestimento in fai da te non è mai consigliabile, farlo con la pietra è praticamente impossibile.

La posa di piastrelle in pietra richiede manualità, perizia ed esperienza: tre qualità che possono vantare solo i professionisti del mestiere, i quali effettueranno un lavoro di fino che partirà già dal supporto sottostante. Esso deve infatti risultare perfettamente levigato e dotato di una resistenza sufficiente a reggere il peso della pietra.

Per quanto riguarda la posa vera e propria, invece, non è dissimile da quella di qualsiasi altro rivestimento in piastrelle, con la differenza che occorre una certa attenzione nella scelta del collante, selezionato sulla base di elementi quali assorbenza, clima ambientale e temperatura di fondo. Tutti parametri che verranno valutati dagli esperti. L’operazione di posa termina infine con l’inevitabile stuccatura: una fase fondamentale dalla quale dipenderà la resa estetica finale del rivestimento in pietra.

Come puoi capire tu stesso, pertanto, la posa di un rivestimento in pietra comporta inevitabilmente anche i costi della manodopera. Quello che invece è gratis è la scelta dei possibili abbinamenti da realizzare con la pietra: un’operazione nella quale ti puoi allegramente sbizzarrire!

– Come abbinare il rivestimento in pietra a pavimento e sanitari

Posare un rivestimento in pietra significa anche saperlo abbinare correttamente con il pavimento (nel caso in cui venga applicato alla parete) e con i sanitari. L’effetto “pugno nell’occhio” è infatti sempre in agguato e sarebbe davvero un peccato non sfruttare al massimo la meravigliosa resa estetica di questo materiale.

Per tua fortuna, come ti abbiamo già detto, hai letteralmente l’imbarazzo della scelta. Una soluzione di design, per esempio, è quella di rivestire una sola parete del bagno, magari quella della doccia, così da puntare a una valorizzazione dell’ambiente elegante e discreta.

In alternativa, è anche possibile optare per un pavimento in pietra dall’effetto un po’ retrò, giocando con il contrasto offerto dai moderni sanitari bianchi. Oppure, se preferisci agire per somiglianza, puoi puntare ad arricchire l’ambiente con sanitari all’antica come la vasca da bagno freestanding dotata di piedini… e ti ritroverai di colpo catapultato nel XIX secolo!

Infine, la pietra sa anche essere molto elegante, soprattutto se opterai per il marmo, grazie al quale potrai trasformare il tuo bagno in un’autentica spa di lusso.

– Esempi e ispirazioni

Ti senti ancora privo d’idee? E allora non potrai non apprezzare i tre spunti che stiamo per proporti, che rappresentano altrettanti possibili abbinamenti da adottare per il tuo bagno.

rivestimento del bagno in pietra esempio uno
Credits: Pinterest

In questo primo esempio, è stato scelto un rivestimento in granito per ricoprire e valorizzare il pavimento del bagno. La vivace decorazione geometrica contrasta piacevolmente con i blocchi di colore unico presenti nel resto dell’ambiente.

rivestimento del bagno in pietra esempio due
Credits: Pinterest

In questo secondo bagno, invece, la pietra è stata usata per rivestire le sole pareti interne della doccia, dando così vita a un elegante angolo rustico.

rivestimento del bagno in pietra esempio tre
Credits: Pinterest

In questo terzo e ultimo spunto, infine, la pietra è pressoché dominante e il bagno ha cessato di essere una delle tante stanze della casa per elevarsi a vero e proprio ambiente di charme.

E tu, quali di questi spunti preferisci?

Se la scelta di sembra ardua e necessiti di qualche consiglio in più:

Scarica la guida gratuita di Abitativo