Molte persone sono terrorizzate anche semplicemente dall’idea di dover ristrutturare la propria casa, tanto da rinunciarvi in partenza o da preferire addirittura traslocare in una casa nuova.

In effetti, si tratta di un’operazione piuttosto “invasiva”, che si ripercuote fortemente sul normale svolgimento della vita quotidiana, fosse anche solo per il fatto di dover sgomberare i locali interessati e trovarsi operai, polvere e rumore ovunque, tanto che in molti casi diventa necessario trasferirsi altrove per un periodo di tempo più o meno lungo, in modo tale da consentire lo svolgimento dei lavori in tutta l’abitazione.

Ovviamente questo non può lasciare indifferenti, ma quello che più spaventa è “l’ignoto”, ovvero quello che non conosciamo: da un lato il fatto di non sapere a priori se il risultato finale sarà esattamente quello che ci attendevamo e poi il fatto che si sa quando si comincia, ma gli imprevisti sono sempre in agguato e non si ha certezza né del quando i lavori finiranno né di quanto ci costeranno davvero.

Proprio per cercare di tranquillizzarvi, in questo breve articolo vogliamo fornirvi alcune dritte per riuscire ad affrontare una ristrutturazione nel migliore dei modi, senza eccessive ansie e preoccupazioni, evitando di incappare in brutte sorprese e sapendo fin dal principio a cosa si andrà in contro, sia in termini di spese che di risultati.

Di seguito troverete dunque i 4 errori da evitare assolutamente per ristrutturare e dormire sonni tranquilli!

1 – Quando si ristruttura la fretta: è la peggior cosa!

La fretta, si sa, è sempre una cattiva consigliera, ma quando poi si tratta di ristrutturare casa non bisogna avere mai averne, né nell’esecuzione dei lavori, né tanto meno nella fase preliminare di progettazione, definizione dei lavori, scelta dell’impresa e quant’altro.

Meglio perdere un po’ più di tempo per effettuare dei rilievi precisi dello stato di fatto, per cercare la soluzione perfetta, ponderando bene ogni cosa, piuttosto che doversi poi fermare a lavori iniziati perché non si erano previste alcune cose.

Per evitare di incappare in brutte sorprese è bene stabilire sempre prima di iniziare ogni cosa, tutto, fino al più piccolo dettaglio deve essere deciso a priori altrimenti rischierete non solo di ritardare i lavori, ma di spendere un sacco di soldi più del dovuto per extra contrattuali, che vi verranno fatti pagare a caro prezzo!

2 – Attenzione a non affidarsi alle persone sbagliate

Proprio perché una ristrutturazione non è cosa semplice, né nella progettazione, né nella gestione ordinaria e straordinaria dei lavori, è necessario affidarsi sin dal principio a delle persone competenti e che godano a pieno della nostra fiducia.

La prima figura a cui far riferimento è l’architetto, che avrà il compito dapprima di trovare assieme a voi la soluzione progettuale perfetta, in base alle vostre esigenze, alle vostre richieste ed al budget che avete a disposizione e di guidarvi nella scelta e nell’ideazione di ogni minimo dettaglio, sottoponendovi di volta in volta proposte alternative.

In seguito, la sua presenza durante i lavori sarà costante e vigile: è il progettista che va in cantiere, controlla l’andamento dei lavori, fa le vostre veci e tutela i vostri interessi, questo fino alla chiusura dei lavori e, qualora dovessero esserci dei problemi, anche oltre!

Altra figura importantissima è quella dell’impresa: spesso nel tentativo di risparmiare si sceglie tramite il passaparola o privilegiando chi ci offre il prezzo migliore, ma è bene valutare l’affidabilità dell’impresa e la sua adeguatezza rispetto al tipo di lavori da eseguire.

Ad esempio chi è specializzato in calcestruzzo strutturale non andrà bene per realizzare una pavimentazione in calcestruzzo decorativo; chi normalmente rifà bagni non è detto che sia in grado di occuparsi anche del resto, e così via!

3 – Non voler strafare, andando oltre alle proprie possibilità

Specie qualora desideriate affrontare una ristrutturazione completa della vostra abitazione, la primissima cosa da fare, è capire di quale budget potete effettivamente disporre: è inutile pensare di strafare illudendosi di poter realizzare grandi opere o di scegliere determinate finiture di particolare pregio se poi non si hanno abbastanza fondi a disposizione!

Come già accennato, anche sotto questo aspetto la consulenza del vostro architetto di fiducia sarà fondamentale, perché non è assolutamente detto che per ottenere ottimi risultati sia necessario stravolgere ogni cosa ed indebitarsi per decenni, ma serve una progettazione attenta e minuziosa che tenga conto anche dell’aspetto economico, che è tutt’altro che irrilevante!

4 – Tenete conto di tutte le spese “collaterali”

Sovente quando ci si accinge a ristrutturare la propria abitazione si fanno i conti con diversi preventivi alla mano, ma purtroppo si tende a sottovalutare o addirittura si ignorano tutte le altre spese necessarie per portare a compimento l’opera e che generalmente sono escluse dai preventivi delle imprese che svolgeranno i lavori, a meno che non scegliate di optare per uno di quei pacchetti “chiavi in mano”, che però presentano anche i loro difetti.

Ad esempio dovrete considerare la parcella dell’architetto, gli oneri da versare al Comune, ma soprattutto l’arredo per i nuovi ambienti, che può incidere non poco; senza contare che durante l’esecuzione dei lavori potreste trovare qualche brutta sorpresa che non vi aspettavate (tipo un tubo rotto, delle strutture da risanare), che comporta inevitabilmente costi aggiuntivi.

Pertanto quando stabilite un budget lasciatevi sempre un 10-20% di margine rispetto alle vostre effettive possibilità!

Sara Raggi

Sara Raggi

Ingegnere per tradizione di famiglia, dopo la prima laurea specialistica conseguita nel 2004 al Politecnico di Milano, ho deciso di assecondare il mio spirito creativo e diventare anche architetto. Così, da oramai più di 10 anni, il mio mestiere principale, nonché la mia passione, è proprio quello di progettare ed arredare le case. L’amore per la scrittura però mi accompagna da sempre e per questo, oramai da diverso tempo, scrivo per il web, soprattutto occupandomi di arredamento ed edilizia.
Spero dunque di riuscire a fornirvi preziosi consigli, mettendo a vostra disposizione, non solo la mia esperienza professionale, ma anche quella di mamma di due bimbi e di moglie, che ama vivere la propria casa, ogni giorno, nel migliore dei modi.
Sara Raggi

LEAVE A REPLY