Quella dei pavimenti è la pulizia per eccellenza. Quando ci si immagina infatti qualcuno che pulisce la prima immagine che viene in mente è quella della scopa, dello straccio, del secchio e del mocio. Purtroppo però lavare il pavimento non è così banale come potrebbe sembrare. I materiali con cui sono costruiti sono vari, ognuno richiede prodotti ed attrezzi diversi, il rischio usando tecniche sbagliate è quello di non pulire a dovere, lasciando macchie ed aloni o ancora peggio quello di rovinare lo stesso pavimento.

In rete, le guide su come pulire il pavimento abbondano. Tuttavia spesso sono materiali generici, che non vanno a considerare la specificità dei singoli materiali con cui sono fatti i pavimenti. Qui invece andiamo a coprire la pulizia di due tra i materiali più diffusi ed al contempo più difficili da pulire con soddisfazione. Parliamo dei pavimenti in ceramica, difficili soprattutto da sgrassare, e dei pavimenti in marmo, materiale pregiato da trattare con il massimo rispetto.

Come lavare i pavimenti senza lasciare aloni? Il segreto è la preparazione

Indipendentemente da quale sia il materiale sul quale lavoreremo, una buona pulizia del pavimento deve iniziare da una passata con scopa ed aspirapolvere.

Se si salta questa fase, anche se il pavimento sembra pulito, è molto probabile che indipendentemente dalla cura che presteremo a fine lavaggio il pavimento presenterà degli antiestetici aloni. Solo dopo aver tolto tutti i residui da terra possiamo passare alla pulizia specifica per il nostro tipo di pavimento.

Come sgrassare i pavimenti di ceramica e rimuovere le macchie

Il pavimento in ceramica, diffusissimo, presenta un pro ed un contro: il pro è che è molto facile da lavare. Il contro è che è anche molto facile da danneggiare se non si presta attenzione o si usano strumenti non adatti. È importante quindi non usare agenti aggressivi al fine di non fare danni che non si potranno sanare in futuro.

Per iniziare, soprattutto se è da un po’ che il pavimento non viene lavato, bisogna fare un prelavaggio con un panno morbido usando solo acqua tiepida ed alcool. L’ideale sarebbe ripetere l’operazione cambiando il panno fino a che questo non risulta pulito dopo il passaggio. Questo metodo può anche essere usato per la pulizia abituale del pavimento e se fatto in modo corretto si ha la garanzia di non avere aloni. Dopo aver completato il processo, in terra dovrebbero rimanere solo quelle macchie ostinate di grasso o peggio ancora di smalti.

Andare ad aggredire queste macchie è possibile, richiede solo un po’ di pazienza. Armati di aceto, talco, acqua ossigenata e bicarbonato, si inizia con i primi due. Tamponare la chiazza che non vuole venire via con aceto e talco dovrebbe risolvere il problema nella maggior parte dei casi. Maggiore resistenza fanno gli smalti secchi sulla ceramica, che vanno affrontati, dopo aver provato con aceto e talco, mediante l’uso di acqua ossigenata e bicarbonato di sodio.

Occorre versare dell’acqua ossigenata sulla macchia ed attendere qualche istante, dopodiché li aggiunge il bicarbonato. Si formerà una schiuma che dovrebbe iniziare a diventare del colore della macchia: vuol dire che ce l’abbiamo fatta! Basterà rimuovere la schiuma con una spugnetta e la macchia sarà sparita.

Con questa procedura completa non abbiamo più nulla da temere per i nostri pavimenti in ceramica che saranno sempre splendenti e soprattutto non correranno alcun rischio derivante dalla pulizia. E che cosa fare se invece della ceramica dovessimo avere a che fare con il marmo?

Come pulire i pavimenti in marmo, il materiale più prezioso

Il marmo è uno dei materiali da costruzione più di pregio e si è davvero molto fortunati se si ha un pavimento di questo materiale. La sua pulizia richiede delle attenzioni molto particolari.

Il prelavaggio del marmo, che è anche il metodo per la pulizia regolare del pavimento, va fatta con una miscela di acqua, bicarbonato di sodio, alcool etilico e sapone di Marsiglia liquido.

Aiutandosi con un panno di microfibra appena inumidito nel detersivo appena preparato, lavare bene tutto il pavimento. Si può stare tranquilli che con questo metodo lo sporco generico sparirà e non c’è nessun rischio di lasciare aloni.

In caso che le macchie sul marmo siano ostinate, bisogna, proprio come per i pavimenti in ceramica, andare ad intervenire direttamente sulla macchia. Il segreto per pulire le macchie grasse ostinate dai pavimenti in marmo è…il detersivo per i vestiti! Bisogna scioglierne circa 5 cucchiai in una bottiglietta di acqua calda e “potenziare” la miscela con un paio di cucchiai di ammoniaca. Strofinate la macchia con una spugnetta e la macchia unta sarà solo un brutto ricordo.

Purtroppo non è finita: per le sue caratteristiche, il marmo tende a soffrire molto le macchie colorate, nella fattispecie vino e caffè. Ma così come siamo riusciti a toglierle dai nostri vestiti, le rimuoveremo senza fatica e con un po’ di pazienza anche dal pavimento.

Per quanto riguarda il vino, l’acqua ossigenata disciolta in tre parti di acqua dovrebbe fare un lavoro più che buono, mentre si complicano un po’ le cose per quanto riguarda il caffè, solo perché bisogna giocare un po’ al piccolo chimico ed attendere una notte.

La pozione magica per rimuovere il caffè dal marmo si fa con ammoniaca, acqua ossigenata e cremor tartaro in parti uguali, addensando tutto con un po’ di farina fino ad ottenere una pastella abbastanza solida ed elastica. Questa pastella va fatta aderire alla macchia e coperta con pellicola trasparente per tutta la notte.

Al mattino, occorre rimuovere la pellicola e lasciare asciugare la pastella. Questo procedimento fa trasferite la macchia dal marmo alla pastella, che una volta asciugata andrà semplicemente spazzolata via. Il risultato è garantito.

Ed infine la ciliegina sulla torta

Una volta concluso il lavaggio del vostro pavimento, sia che si tratti di ceramica che si tratti di marmo, per avere un risultato perfetto dovete procedere con la lucidatura del pavimento, da fare usando prodotti appositi per ogni tipo di pavimento.

Se avete seguito tutte le indicazioni della guida, il vostro pavimento tornerà miracolosamente al suo aspetto originale!

CarloC

CarloC

Dopo aver abbandonato la facoltà di Lingue e Letterature Straniere a poche materie dal termine mi laureo in Lettere, Musica e Spettacolo. Ho all'attivo un libro sul Cinema Muto e poesie pubblicate in varie raccolte in libreria, Vivo attualmente a Malta dove ho potuto insegnare in una Secondary School Internazionale, qui lavoro come Web content editor freelance. Ho avuto molti interessi nel corso della mia vita, come le motociclette, vari sports e sin da piccolo sono amante del fai da te; quest'ultima passione ha radici profonde nella mia famiglia, conserviamo gelosamente attrezzi da lavoro da varie generazioni, alcuni di questi infatti appartenevano ad un mio trisavolo.
CarloC

LEAVE A REPLY