Oltre a rappresentare un vero problema per l’igiene e l’estetica, la polvere può nuocere gravemente a tutti coloro che soffrono di allergia e, in generale, alle persone che possiedono un apparato respiratorio particolarmente delicato.

Pulire la polvere, per questi individui, può quindi diventare assai problematico, proprio a causa dei rischi che corre la loro già precaria salute.

Ciò nonostante non si tratta di una missione impossibile, in quanto è sufficiente procurarsi gli strumenti e i prodotti giusti: quelli appositamente pensati per le persone con difficoltà respiratorie. Prosegui con la lettura e scopri quali sono!

– Perché la polvere fa male a chi è allergico?

Occhi arrossati e lacrimanti, naso che prude e stranutisce in continuazione: se sintomi di questi tipo ti suonano familiari, molto probabilmente soffri di allergia alla polvere, oppure ne soffre qualcuno che abita con te.

Con la parola “polvere”, di fatto, si indica un insieme formato da più elementi, come ad esempio: residui di pelle morta, batteri, peli di animali domestici (se presenti in casa), pezzetti microscopici di cibo, parti di insetti e, naturalmente gli acari, i parassiti della polvere per antonomasia.

Una persona allergica alla polvere, nel momento in cui entra in contatto con queste sostanze, attiva i mastociti: un gruppo di cellule presenti nel nostro organismo che, a sua volta, rilascia istamina. Ed è proprio questa sostanza che, agendo sulle terminazioni nervose presenti nell’apparato respiratorio, scatena l’allergia.

pulire la polvere con l'allergia

Fortuna vuole, tuttavia, che il connubio polvere e allergie si possa tranquillamente arginare attraverso la messa in atto di alcuni piccoli e strategici accorgimenti.

– Acari della polvere: come combatterli

Tra tutti gli allergeni che ti abbiamo elencato, gli acari rappresentano senza alcun dubbio quelli peggiori, nonché i principali responsabili dell’allergia. Più che di allergia alla polvere, infatti, sarebbe corretto parlare di allergia agli acari.

Questi microscopici parassiti sono ormai parte integrante delle nostre case, annidandosi nei letti, tra le lenzuola, sui cuscini e sulla moquette. Sopravvivono nutrendosi della pelle morta che ognuno di noi perde giornalmente, moltiplicandosi esponenzialmente nell’ambito di un clima caldo, la cui temperatura dev’essere compresa tra i 15 e i 30°, a fronte di un un’umidità pari al 60 – 80%.

pulire polvere e acari

Data la loro grande prolificità e il fatto di essersi ormai definitivamente ambientati all’interno delle nostre abitazioni, liberarsi completamente dalla presenza degli acari è di fatto impossibile. Ciò nonostante, esistono alcune accortezze volte a diminuirne drasticamente il numero, come ad esempio:

  • limitare (o eliminare del tutto) gli oggetti e gli arredi che favoriscono la presenza degli acari, come ad esempio peluche, tappeti e moquette;
  • mantenere un ambiente il più possibile deumidificato, aprendo spesso le finestre;
  • prediligere gli arredi realizzati con materiali sintetici, da lavare spesso;
  • adottare aspirapolveri e prodotti appositamente progettati per le persone allergiche.

– Migliori rimedi contro la polvere: prodotti e aspirapolveri per chi è allergico

Se vuoi liberarti di polvere e acari, ma soffri di allergia, devi prestare una grande attenzione alla pulizia della casa. Le persone con il tuo problema dovrebbero infatti attenersi a qualche accortezza in più, una su tutte quella di scegliere un aspirapolvere di ultima generazione, meglio se dotato di un filtro ad acqua al posto del classico sacchetto.

Ma non solo: il sistema di filtraggio rappresenta un’altra caratteristica imprescindibile. Un buon aspirapolvere dovrebbe infatti essere dotato di un filtro HEPA (High Efficency Particulate Air), che funge da vera e propria barriera contro la polvere e gli allergeni in essa contenuti (acari inclusi), intrappolando ben il 99,97% delle emissioni nocive.

pulire polvere con aspirapolvere

Oltre all’aspirapolvere dovresti poi usare i panni per la polvere in microfibra, specializzati proprio nel catturare anche le particelle più infinitesimali e, proprio per questo, in grado di assicurarti una pulizia molto più accurata.

Se poi desideri incrementare la loro efficacia, nulla ti vieta di passarli impregnati con un buon detergente antiacaro: in commercio ce ne sono tantissimi e sono ottimi anche da spruzzare nei letti e sui tappeti.

Infine, se punti a una pulizia davvero efficace, puoi ricorrere a un pulitore a vapore: un rimedio in grado di garantirti un’igiene particolarmente elevata, proprio grazie alla sua capacità di eliminare sia la polvere che l’umidità in eccesso.

Eliana Tagliabue