Condividere la propria abitazione con degli animali domestici può regalare un sacco di soddisfazioni ma, sfortunatamente, anche qualche piccolo effetto collaterale: tra di essi, il più temuto e disgustoso è sicuramente la concreta possibilità di un’invasione di pulci.

Questi parassiti, come tutti sanno, hanno infatti l’abitudine di attecchire al pelo dei nostri animali, trasformandolo nella propria dimora per poi passare a colonizzare anche il resto della casa in cui risiede la bestiola.

Questa guida, dunque, nasce con lo scopo di capire come individuare la presenza di pulci nella nostra casa, imparando a riconoscere i segni da esse lasciati, per poi procedere alla loro eliminazione. Se siete tra i fortunati possessori di cani e gatti, dunque, vi consigliamo caldamente di proseguire con la lettura.

– La pulce: descrizione, caratteristiche e abitudini

Poiché siamo fermamente convinti che il modo migliore per sconfiggere un avversario sia quello di conoscerne abitudini e debolezze, dedicheremo questo paragrafo alla presentazione del nostro nemico.

Così facendo, infatti, avremo modo di conoscerlo più da vicino e di capire esattamente con chi abbiamo a che fare.

Pulci: come sono fatte e quali sono le loro abitudini

Le pulci sono degli insetti parassiti appartenenti all’ordine Siphonaptera, della famiglia Pulicidae: essendo ematofagi, la loro fonte di nutrimento è costituita dal sangue, che si procurano succhiandolo direttamente da un ospite ignaro di averle addosso.

Ciò è possibile grazie alla loro particolare struttura corporea che, pur essendo sprovvista di ali, è munita di zampe poderose che consentono a questi insetti di compiere notevoli balzi, grazie ai quali riescono per l’appunto a saltare addosso all’ospite designato, per poi annidarsi all’interno del suo pelo.

Le pulci adulte presentano dimensioni molto piccole, il che rende assai difficile scorgerle a occhio nudo: parliamo infatti di 1 – 2 mm, distribuiti su di un corpo brunastro e di forma tondeggiante.

Ciclo di vita delle pulci

Il loro ciclo di vita inizia quando le pulci saltano addosso al potenziale ospite: spesso e volentieri, come sappiamo, può trattarsi di un cane o di un gatto, magari uno di quelli che teniamo in casa.

Il manto dell’animale, a quel punto, diviene la dimora delle pulci che, oltre a succhiare il sangue del loro ospite allo scopo di nutrirsene, lo sfruttano anche per riprodursi, depositando fino a cinquanta uova ogni giorno.

Mano a mano che esse vengono deposte, cadono dall’animale per finire nei punti più nascosti della nostra casa, schiudendosi in un periodo compreso tra i due giorni e le due settimane.

Da ciascuna di esse nascerà una larva di pulce che, dopo essersi nutrita degli escrementi delle pulci adulte e di altri materiali organici, tesserà un bozzolo per trasformarsi in pupa. Da esso ne uscirà come nuova pulce adulta nel momento in cui percepirà la presenza di un ospite al quale attaccarsi, per poi ricominciare tutto da capo.

Tutto questo nel giro di tre, massimo sei settimane: periodo che corrisponde alla durata media del ciclo di vita della pulce che nasce e giunge a maturazione in casa nostra.

Dove si nascondono le pulci

Nel momento in cui non si trovano più sul loro ospite (o non ci si trovano ancora), le pulci prediligono restare nascoste negli ambienti più bui e umidi della nostra casa, ma anche in quelli più caldi.

I divani e i tappeti rientrano tra i loro posti preferiti: per quanto riguarda i primi, infatti, sono solite nascondersi o sotto o dietro; se, invece, prendono di mira i tappeti, allora tenderanno a restare celate tra le setole.

Spesso è opportuno controllare anche i tappetini e i sedili della macchina, in quanto potrebbero divenire anch’essi preda di questi parassiti, se abbiamo trasportato in macchina i nostri animali domestici.

Va da sé, naturalmente, che il primo posto da controllare è la cuccia del nostro beniamino, che rappresenta uno dei luoghi prediletti dalle odiatissime pulci.

Ad ogni modo, prima di precipitarci nel panico, dobbiamo essere certi di avere effettivamente a che fare con un’infestazione di pulci e, per poterlo accertare con sicurezza, ci servono innanzitutto delle prove schiaccianti.

– Come capire se a casa nostra ci sono le pulci: i segni dell’infestazione

Come abbiamo spiegato nel paragrafo precedente, prima d’iniziare a prendere qualsiasi tipo di provvedimento dobbiamo effettivamente sincerarci che la nostra sia una casa infestata dalle pulci.

Per farlo, è sufficiente riconoscere i segni lasciati da questi parassiti, tradotti in veri e propri sintomi che vanno a colpire i nostri amati animali domestici. Andiamo quindi a scoprire insieme quali sono questi segni.

Segni che denotano la presenza delle pulci in casa

Di seguito proponiamo un elenco contenente i segnali e i sintomi che si manifestano in caso di presenza di questi parassiti. Prima di debellare le pulci, infatti, dobbiamo saper riconoscere i segni del loro passaggio.

  • I primi sintomi, ovviamente, li manifestano i nostri animali domestici. Poco importa che si tratti delle pulci del gatto in casa o quelle del cane: essi sono sempre gli stessi e provocano all’animale un forte prurito cutaneo. Se, pertanto, lo vediamo grattarsi spesso o addirittura mordicchiarsi insistentemente, dobbiamo iniziare a prestare attenzione.
  • Se l’infestazione è ancora agli inizi, più probabilmente vederemo come prima cosa le feci e le uova delle pulci, più che le pulci stesse. Le prime, in particolare, si manifestano come una sorta di forfora nera che impregna il pelo dell’animale. Per avere la certezza che si tratti effettivamente delle deiezioni di questi parassiti, è molto utile servirsi di un batuffolo d’ovatta imbevuto d’acqua e passarlo sul manto del nostro pet, nei punti in cui sono localizzati i puntini neri. Se, dopo averlo fatto, sul batuffolo noteremo delle macchie rossastre, allora si tratta sicuramente di feci che, essendo composte dal sangue ingerito dalla pulce, a contatto con l’ovatta si sono sciolte.
  • Se l’infestazione ha già raggiunto il proprio apice, i segni si fanno allora più evidenti ed è a quel punto che possiamo chiaramente notare degli scuri parassiti che corrono e saltano senza sosta lungo il mantello del nostro animale domestico.

A questo punto, una volta appurata la presenza di questi parassiti, urge attivarsi per debellarli, onde evitare come prima cosa che essi possano prenderci di mira.

Se, infatti, è praticamente impossibile che le pulci decidano di abbandonare il pelo del nostro animale per attaccarsi al nostro corpo, è invece perfettamente lecito aspettarsi che quelle che si sono annidate nella nostra casa e che quindi non hanno ancora un ospite possano decidere di pungerci allo scopo di nutrirsi del nostro sangue.

Quali danni provocano le pulci?

Sapere come uccidere le pulci è fondamentale allo scopo di liberarsi definitivamente di questi fastidiosi parassiti che, se non vengono fermati, possono provocare danni anche gravi.

Oltre a provocare fastidiosi pruriti, arrossamenti della pelle e, nei casi peggiori, perfino dermatiti allergiche, le pulci possono veicolare gravissime malattie quali il tifo murino, la tularemia e perfino la peste bubbonica.

Sono inoltre portatrici della tenia, il verme solitario, nonché del batterio che causa la cosiddetta “malattia da graffio di gatto“. Onde evitare d’incorrere in una di queste spiacevoli conseguenze, è bene liberarsi al più presto delle pulci: un argomento che tratteremo ampiamente nel prossimo paragrafo.

– Come eliminare le pulci in casa con i rimedi naturali

Chiariamo subito una cosa: se siamo arrivati a parlare di rimedi per le pulci in casa significa ovviamente che l’infestazione è già in corso e dobbiamo dunque attivarci per eliminare i piccoli invasori, cosa possibile ma faticosa.

Con un minimo di prevenzione, infatti, si può evitare che le pulci arrivino dentro casa nostra: costa poco e ci evita un bel po’ di grattacapi. Ci riferiamo, ovviamente, agli antiparassitari da usare preventivamente sui nostri animali domestici, come per esempio le gocce da spruzzare sul pelo o i classici collarini antipulci.

Si tratta di una questione da affrontare insieme al nostro veterinario di fiducia: non parliamo ovviamente di una prevenzione miracolosa, ma mettendola in atto sarà altamente improbabile che le pulci si avvicino ai nostri animali.

Se, tuttavia, il danno è ormai compiuto, allora non ci resta che impegnarci al massimo per liberarci delle pulci. Fortunatamente, esiste una serie di eccellenti rimedi naturali ideali da sfruttare in questi casi che, unitamente a una massiccia pulizia della casa, ci libereranno per sempre dalla sgradita presenza di questi parassiti.

Vediamo quindi insieme qual è la maniera migliore di procedere, suddividendo il nostro operato in due step.

Come pulire una casa infestata dalle pulci

Un volta assodata la presenza delle pulci, per prima cosa è bene organizzare una pulizia completa e profonda della nostra casa, procedendo come segue:

  • passare l’aspirapolvere in ogni singolo angolo della casa, soprattutto in quelli più bui e nascosti, nonché nelle zone maggiormente frequentate dal nostro amico a quattro zampe. Non bisogna trascurare alcuna crepa o fessura, effettuando un lavoro veramente certosino. Una volta terminata l’operazione, occorre fare attenzione a cambiare subito il sacchetto dell’aspirapolvere, gettando quello usato in un bidone fuori da casa nostra e provvisto di coperchio.
  • Lavare in acqua calda, selezionando la temperatura più elevata possibile, tutti i rivestimenti presenti in casa: lenzuola, federe, coperte, copri divani e tutto ciò su cui può essersi appoggiato il nostro animale.
  • La pulizia a vapore può rivelarsi molto utile per uccidere le uova delle pulci non ancora schiuse. È fondamentale effettuare una pulizia di questo tipo una – due volte al mese fino a essere certi di non essersi sbarazzati di tutte le uova presenti.

Una volta che avremo trattato la nostra casa con una pulizia profonda, potremo passare a occuparci del nostro animale domestico, liberandolo dalle pulci con una serie di rimedi sani e naturali.

Come liberare un animale dalle pulci

In concomitanza con la pulizia della casa, dobbiamo ovviamente assicurarci che le pulci abbandonino anche il pelo del nostro animali, sottoponendolo a una serie di rimedi naturali rispettosi per la sua salute ma letali per quella delle pulci. Vediamoli insieme:

  • una prima idea può essere quella di sottoporre il nostro pet a un bagno a base di erbe aromatiche. Per farlo, è sufficiente preparare una miscela composta da acqua tiepida mischiata con rosmarino, timo, salvia e alloro: bagnando e lavando l’animale con questa soluzione, infatti, esso si libererà di tutte le temibili uova ancora celate nel suo pelo, che risulterà anche più pulito e profumato.
  • L’olio di Neem è un altro ingrediente naturale che può fungere da perfetto antipulci. Sarà sufficiente spruzzarne una fialetta al mese sul pelo dell’animale ed essa farà in modo che le pulci non ritornino più.
  • L’aceto di vino bianco è un’altra sostanza che risulta letale per le pulci. Dopo averlo diluito con l’acqua e spruzzato su di un panno, infatti, potremo uccidere le odiate nemiche semplicemente passandolo sul pelo del nostro amico. Lo stesso risultato può essere raggiunto con il lievito di birra, con cui è possibile frizionare direttamente il manto dell’animale.
  • Il limone è un agrume particolarmente odiato dalle pulci e che può essere utilizzato in due modi: o direttamente sul pelo dell’animale, dopo averlo mescolato a un litro d’acqua in ebollizione e lasciato a macerare tutta la notte, oppure lo si può anche spruzzare direttamente in casa, aiutandoci con un nebulizzatore con il quale colpire le zone più a rischio pulci.
  • Un ultimo, efficace rimedio consiste nello spargere qualche pugno di sale fino su tappeti e moquette, vale a dire le zone in cui le pulci depongono abitualmente le loro uova: il sale, infatti, ha il potere di seccarle e di ucciderle, a patto di lasciarlo agire per tutta la notte e di ripetere più volte il trattamento.

– Conclusione

Siamo giunti al termine di questa guida dedicata a uno dei problemi peggiori che ci possano capitare con i nostri animali domestici: la presenza delle pulci in casa nostra.

Come abbiamo detto, l’ideale sarebbe quello di evitare il verificarsi di questo spiacevole inconveniente mettendo in atto una serie di misure preventive sui nostri amici a quattro zampe.

Nel caso in cui l’infestazione sia già in atto, tuttavia, non dobbiamo disperare, in quanto esistono diversi rimedi che possono venirci in aiuto liberandoci da questi sgradevoli parassiti.

L’unica cosa che dobbiamo fare è portare molta pazienza: le pulci sono dure a morire e qualsiasi rimedio che decideremo di adottare avrà bisogno di diverso tempo prima di rivelarsi efficace.

Eliana Tagliabue

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here