Oggi, per quanto riguarda le pavimentazioni per esterni le soluzioni possibili sono davvero tantissime: cemento stampato, autobloccanti, ghiaia, pietra, cotto e molto altro ancora. Ovviamente, molto dipende da quello che si cerca e soprattutto dall’effetto che si desidera ottenere.pietra e pavimenti 300x198 - Pietre per esterni: caratteristiche e soluzioni per la pavimentazione

La pietra naturale, però, per diverse ragioni mantiene inalterato da tempo immemore il suo fascino: è resistente e bella; in grado di accontentare un po’ tutti i gusti e anche tutte le tasche e di certo non passa mai di moda.

Vediamo di capire per quale motivo optare per la pietra, alla fine, si rivela sempre una scelta vincente e soprattutto come riuscire a decidere la varietà, ma anche per il formato, la lavorazione e la colorazione perfette.

Pietre per esterni: una scelta senza tempo

Parlando di pavimentazioni in pietra, molti di voi penseranno immediatamente ai classici Sanpietrini, che da tempo immemore costellano le principali strade della nostra capitale. Ai bolognesi, invece, verrano in mente i “Bolognini” ed ai milanesi il “pavè”.

Certamente, gli esempi illustri sono innumerevoli e nel nostro paese, così ricco di storia, le strade cittadine realizzate in cubetti o lastre di pietra sono la prova inconfutabile che questo tipo di pavimentazione, non solo preserva inalterata nei secoli il suo fascino, ma è anche estremamente durevole.

vialetto pietra 300x260 - Pietre per esterni: caratteristiche e soluzioni per la pavimentazioneDetto ciò, le possibilità in tal senso sono davvero molte più di quante non si possa immaginare e anche nel giardino della propria casa l’utilizzo delle pietre può risultare un valore aggiunto.

 

Le arenarie usate a vario titolo in edilizia sono decisamente numerose; poi ci sono i marmi, i quarzi, i graniti, il porfido, il travertino e chi più ne ha più ne metta: in fatto di pietre da esterni non c’è che l’imbarazzo della scelta!

Molto dipende anche da dove ci si trova, perché molte tipologie di pietra sono fortemente legate al territorio in cui vengono estratte. Ad esempio, l’ardesia è particolarmente radicata in Liguria, dove viene impiegata non solo per le pavimentazioni, sia esterne che interne, ma anche per ricoprire i tetti o per realizzare elementi d’arredo.

Lo stesso dicasi per la pietra di Luserna, estratta dalle cave piemontesi. Il suo impiego vanta origini antichissime e nelle aree da cui proviene molte opere architettoniche ne sono costellate in vario modo, anche perché è davvero perfetta ed apprezzata non solo per realizzare pavimentazioni, ma anche scale, rivestimenti, balconi, coperture e molto altro.

Come orientarsi nella scelta delle pietre per esterni

A prescindere dal tipo di pietra per cui si sceglie di optare, è necessario tener ben presenti alcuni altri fattori. Nello scegliere la pavimentazione perfetta per i propri ambienti esterni bisogna per prima cosa considerare il tipo di esposizione a cui questa verrà costantemente esposta, nonché l’utilizzo che dell’area pavimentata si desidera fare.

Prestazioni

strada pietra 300x200 - Pietre per esterni: caratteristiche e soluzioni per la pavimentazioneInnanzitutto, è di fondamentale importanza scegliere un materiale, nella fattispecie una pietra, che risulti non solo durevole nel tempo ed impermeabile, ma anche resistente agli agenti atmosferici, come sole, pioggia, ma soprattutto neve e gelo ed infine, dovrà essere antisdrucciolo, per evitare pericolosi incidenti (ma per questo normalmente basta optare per una lavorazione ad hoc).

In alcuni casi, poi, come ad esempio quando si sceglie la pavimentazione per un’area esterna destinata a zona barbecue o pranzo, è importante anche sottoporre la pietra a particolari trattamenti antimacchia, oppure scegliere una varietà che non assorba grasso, che non si sporchi e non si segni con facilità e che si pulisca bene e rapidamente.

pavimento pietra 300x200 - Pietre per esterni: caratteristiche e soluzioni per la pavimentazioneAttenzione: considerate sempre che nel caso in cui il passaggio che dovete creare debba essere carrabile, non tutte le pietre e tutti i formati vanno bene, come quando si parla di vialetti riservati al traffico pedonale.

Risolte le questioni pratiche si passa all’aspetto estetico, che è altrettanto fondamentale. A determinare la buona riuscita del tutto, infatti, non è solo il tipo di pietra prescelto, con la sua colorazione e le venature che la caratterizzano. Di estrema importanza sono anche il formato, la tipologia e le modalità di posa, nonché la lavorazione che viene fatta dei singoli blocchi.

Finitura

Tutte le pietre naturali consentono di realizzare diverse tipologie di finitura superficiale, in base all’impiego specifico che se ne vuole fare, ma soprattutto a seconda del particolare effetto che si vuole ottenere.

Se per gli interni si predilige la levigatura, lucida o opaca a seconda dell’effetto desiderato, ma sempre molto elegante e preziosa; in ambienti esterni sono le finiture cosiddette “antiscivolo” a far da padrone, da quella fiammata, passando per quella sabbiata, martellinata, bocciardata e a righe, che maggiormente si prestano al transito sicuro di pedoni e mezzi, specie se in ambito pubblico.

Tra le varie finiture possibili, poi, quella che viene definita a spacco di cava, riproduce un po’ l’effetto originario della pietra, risultando perfetta per ambienti dal fascino rustico, di montagna o di campagna.

Formato e posa

Quando si sceglie di impiegare la pietra per realizzare vialetti, camminamenti o semplicemente nel pavimentare porticati e aree esterne, un’altra variabile fondamentale da considerare è il formato. Lastre più o meno grandi, più o meno regolari, tutte uguali tipo piastrelle o tutte volutamente diverse; piuttosto che blocchetti o ancora elementi tipo ciottoli: le variazioni sono tantissime.sentieri pietra 300x200 - Pietre per esterni: caratteristiche e soluzioni per la pavimentazione

Certo è che giocando con diversi formati, accostati in maniera sapiente e posati alla perfezione, è possibile ottenere effetti e disegni tra loro diametralmente opposti.

Allo stesso modo si può optare per vari tipi di pietra da giustapporre artisticamente l’uno all’altro; oppure la medesima tipologia di pietra può venir utilizzata con lavorazioni o colorazioni diverse.

Insomma, le possibilità sono davvero innumerevoli, tutto sta a capire qual è l’effetto che si desidera ottenere e poi trovare il modo migliore e la pietra o le pietre più azzeccate per realizzarlo.

pietre 300x200 - Pietre per esterni: caratteristiche e soluzioni per la pavimentazione

Come avrete capito, anche se desiderate semplicemente tracciare un vialetto in pietra del vostro giardino sarà essenziale fare prima tutte tutta una serie di considerazioni, magari con l’aiuto di un esperto, che chiaramente avrà sempre un occhio di riguardo anche rispetto alle specifiche tecniche e prestazionali dell’opera.

Sara Raggi

Ingegnere per tradizione di famiglia, dopo la prima laurea specialistica conseguita nel 2004 al Politecnico di Milano, ho deciso di assecondare il mio spirito creativo e diventare anche architetto. Così, da oramai più di 10 anni, il mio mestiere principale, nonché la mia passione, è proprio quello di progettare ed arredare le case. L’amore per la scrittura però mi accompagna da sempre e per questo, oramai da diverso tempo, scrivo per il web, soprattutto occupandomi di arredamento ed edilizia.
Sara Raggi

LEAVE A REPLY

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.