Il connubio tra parquet e tipi di legno evoca una serie di emozioni positive. Scegliere l’essenza preferita per il proprio pavimento rappresenta infatti un’esperienza indubbiamente entusiasmante, visti i tanti legni a disposizione e i relativi, innumerevoli colori in cui è possibile trovarli.

Parliamo tuttavia di una scelta che non va assolutamente presa alla leggera, in quanto ogni tipologia di legno presenta dei vantaggi e degli svantaggi, che è bene conoscere al fine di essere certi di optare per la soluzione migliore.

Nella guida di oggi ti presenteremo quattro possibili tipi di legno che potresti adottare per il tuo parquet e, alla fine, sarai tu a stabilire quale di essi rappresenta la soluzione più idonea per la tua abitazione.

– La bellezza del legno in casa: perché sceglierlo per il proprio pavimento

A prescindere dal tipo di parquet che si sceglie per il proprio pavimento, è innegabile il fatto che la resa estetica ottenuta sarà unica e senza pari. Questo perché nessun altro materiale è in grado di creare quel senso di calore e accoglienza che è tipico del legno che, oltre a essere al 100% naturale, possiede la capacità di sposarsi armoniosamente con qualsiasi stile di arredamento.

Il vantaggio del legno è infatti quello di poter essere sfruttato in tutti gli ambienti della casa, perfino in quelli umidi come il bagno e la cucina (con le dovute accortezze e attenzioni!). Dovunque verrà posato, il parquet in legno creerà un’atmosfera di intimità e calore, rilucendo delle sfumature della luce naturale e conferendo alla stanza un affascinante tocco di eleganza!

Quelle estetiche, tuttavia, non rappresentano certo le uniche caratteristiche positive del legno, la cui peculiarità è anche quella di offrire vantaggi tecnici, ambientali e perfino “emotivi”. Vediamo insieme quali sono.

tipi di legno caratteristiche
Credits: Pinterest

Caratteristiche del legno

Quelle che ti elenchiamo qui di seguito rappresentano le caratteristiche positive del legno: dei veri e propri benefici dei quali potrai godere optando per un pavimento realizzato in questo materiale.

  • Essendo un materiale naturale, il legno viene ampiamente sfruttato nella cosiddetta “bioedilizia”. Si tratta infatti di una soluzione ecologica e sostenibile, a patto naturalmente di scegliere pavimenti regolarmente certificati.
  • Il parquet in legno presenta eccellenti capacità isolanti, sia dal punto di vista acustico che a livello termico. La sua temperatura rimane quindi sempre costante, rendendo estremamente confortevole l’esperienza di camminarci sopra a piedi scalzi.
  • Contrariamente a quanto si pensi, la pulizia del parquet è semplice e intuitiva. A prescindere dal tipo di legno scelto, infatti, la manutenzione richiesta non è nulla di eccessivamente complicato ma, al contrario, è un’operazione alla portata di chiunque.

Come puoi vedere tu stesso, pertanto, optare per un pavimento in legno ti porterà a godere di una serie d’interessanti vantaggi, sia di natura pratica che estetica. Ciò detto, tuttavia, è bene anche specificare che i parquet non sono tutti uguali ed è quindi doveroso conoscerne quantomeno le tipologie principali, al fine di individuare la più adatta per la propria abitazione.

– Parquet prefinito: una soluzione semplice ma d’effetto

Optare per il parquet prefinito significa scegliere una pavimentazione che si posa in modo semplice e veloce, in quanto già assemblata in fase di produzione e senza la necessità di essere sottoposta a ulteriori lavorazioni.

Scegliendo un pavimento di questo tipo avrai quindi la possibilità di godere dei benefici del legno al prezzo di una manutenzione davvero minima, risparmiando al contempo anche sul fronte economico.

Rispetto alle altre tipologie di parquet, quello prefinito può inoltre essere posato anche in fai da te (a patto ovviamente di possedere una discreta esperienza nel settore!) e si presenta più stabile e meno soggetto alle infiltrazioni dell’umidità. Ciò lo rende quindi una soluzione particolarmente idonea per ambienti “difficili” come il bagno e la cucina.

– Parquet massello: il pavimento in legno per antonomasia

Quando si parla di pavimento in legno ci si riferisce sempre al parquet massello. Esso rappresenta infatti il parquet per antonomasia ed è la soluzione che dovresti adottare se sei un vero amante delle pavimentazioni in legno.

Le essenze usate per il pavimento in legno massello sono molto varie, spaziando da quelle più “umili” come il frassino e il pino, per salire via via di qualità e arrivare al parquet massello in legno di betulla: una soluzione per veri intenditori!

Nessun’altra tipologia di parquet è in grado di esaltare meglio le caratteristiche estetiche del legno. Il parquet massello è infatti noto per le sue meravigliose sfumature cromatiche, nonché per il calore della luce naturale che distribuisce dolcemente in tutta la stanza.

Optare per questa soluzione significa pertanto trasformare qualsiasi angolo della casa in un ambiente di charme, dalla bellezza intima e accogliente. Allo stesso tempo, tuttavia, significa anche mettere in conto una spesa elevata e una manutenzione un po’ più complessa rispetto a quella della altre tipologie di parquet.

tipi di legno massello
Credits: Pinterest

– Parquet grezzo: il pavimento in legno “vivo”

Come il suo stesso nome lascia chiaramente intuire, il parquet grezzo è una pavimentazione che prevede di mantenere inalterato l’aspetto naturale del legno. Essa rappresenta dunque la perfetta soluzione per tutti coloro che amano questo materiale nella sua forma originaria, senza il bisogno di celarne le “imperfezioni”.

Il parquet grezzo è inoltre soggetto a svariate forme di personalizzazione, anche a seconda dello stile della stanza nella quale lo si vuole inserire. Gli stili d’arredamento che meglio si sposano con questa tipologia di pavimento sono indubbiamente quello rustico e il cosiddetto “shabby chic” ma, in alternativa, è possibile adottarla anche nel caso di arredamenti più eleganti e ricercati, andando così a creare un affascinante contrasto estetico.

Trattandosi di un parquet molto particolare, tuttavia, è doveroso mettere in conto una spesa maggiore, nonché una manutenzione più attenta e scrupolosa, in quanto la sua forma “grezza” lo rende inevitabilmente più soggetto all’usura.

– Parquet naturale: una scelta “green”

Ricordi quando, nell’elencarti le caratteristiche del legno, lo abbiamo definito una “soluzione ecologica ed ecosostenibile”? Nello specifico, ci stavamo riferendo proprio a questa tipologia di pavimento: il parquet naturale.

Se, finora, abbiamo esaminato differenze tra parquet incentrate sulla resa estetica, il costo e la manutenzione, questa quarta pavimentazione si distingue infatti per una qualità a dir poco unica: il fatto di essere realizzata con legno proveniente da foreste certificate e gestite in maniera ecosostenibile.

Il pavimento realizzato con legno naturale potrebbe quindi definirsi il parquet migliore, quantomeno se metti il benessere ambientale al primo posto. Anche se non fosse così, tuttavia, è innegabile che questa pavimentazione presenti numerosi altri aspetti positivi, come per esempio una bellissima resa estetica ottenuta grazie a una lavorazione artigianale e una durata temporale mediamente superiore rispetto a quella degli altri parquet.

tipi di legno naturale
Credits: Pinterest

– Conclusione: qual è il parquet migliore?

Arrivato a questo punto, potresti iniziare a sentirti un po’ confuso o, nella migliore delle ipotesi, fortemente indeciso. Ognuno dei quattro parquet che ti abbiamo descritto presenta infatti sia aspetti positivi che negativi, nonché una peculiare bellezza che lo rende unico.

Come capire, pertanto, qual è la soluzione migliore? Effettivamente non è affatto facile, in quanto le variabili che entrano in gioco sono davvero tante e non riguardano solo le tue preferenze personali.

Fattori come lo stile d’arredamento, la tipologia di stanza nella quale andrai a inserire il parquet, il tempo che hai da dedicare alla sua futura manutenzione e, non ultime, le tue personali disponibilità economiche, sono tutti parametri che è doveroso tenere in considerazione.

tipi di legno quale scegliere
Credits: Pinterest

La scelta migliore, alla fine, sarà quella che li riassumerà tutti con efficacia, risultando la soluzione ideale tanto per te quanto per la tua casa. E, se necessiti di un aiuto per farla:

Scarica la guida gratuita di Abitativo