Nel predisporre una pavimentazione, la scelta tra parquet o laminato può dipendere da diversi fattori: il contesto di destinazione, le esigenze strutturali o estetiche, il budget a disposizione, il tipo di arredamento, lo stile dell’immobile.

parquet o laminato

Sostanzialmente, il parquet è costituito da elementi in legno massiccio di uno spessore variabile tra 12 e 22 millimetri circa, la cui sfumatura di colore è relativa all’essenza di legno con la quale il prodotto è stato fabbricato.

Il laminato è costituito invece da pannelli realizzati con una base in legno pressato misto ad un incollante e una superficie in materiale plastico stampato ad effetto legno, la posa del pavimento in laminato ha un prezzo ovviamente inferiore a quella del parquet ed è molto più semplice.

Come è facile intuire, la decisione di pavimentare un ambiente in parquet o laminato determinerà un risultato molto diverso, e con necessità di manutenzione altrettanto differenti.

Parquet o laminato? Le caratteristiche principali

In un ambiente particolarmente raffinato o prestigioso, un palazzo d’epoca, una villa in stile, un ufficio dirigenziale o altro, la scelta tra parquet o laminato potrebbe orientarsi verso il parquet, in merito alle sue doti di eleganza e originalità.

Costituito da listelli in legno massiccio realizzati con essenze di grande pregio, come rovere, teak, iroko e wengè, il parquet deve la sua bellezza proprio alla fibra del legno naturale, la quale, in base alla lunghezza e alla direzione, conferisce ai listelli lucidati il tipico pattern sfumato, e mai uguale da un elemento all’altro.

Anche la colorazione varia in relazione alla qualità del legno, occorre però tenere conto che il parquet, essendo costituito da un materiale naturale e vivo, è soggetto a modificarsi nel corso del tempo, a causa dell’azione del sole, del clima e dell’umidità, con il risultato di splendidi effetti di luce e colore, impossibili da eguagliare.

In base al clima, alla temperatura e alla presenza dei raggi del sole all’interno della stanza, il parquet assumerà sfumature più scure, esaltando la colorazione naturale della qualità di legno, che può essere calda e dorata, scura o rossiccia.

Procedura di posa del parquet

parquet o laminatoPrima di decidere tra parquet o laminato, è utile valutare con attenzione le procedure di posa di questi due materiali, e considerare se le caratteristiche dell’ambiente dove deve essere realizzata la pavimentazione siano compatibili con l’uno o con l’altro.

Il fondo sul quale il parquet andrà a posarsi deve essere perfettamente levigato, privo di imperfezioni o di dislivelli, nel caso non fosse completamente piano, occorre livellarlo preventivamente con materiali specifici, stucco o semilavorati. Il fondo può essere rivestito successivamente con un materiale isolante, per migliorare le prestazioni di efficienza termica o di fonoassorbenza dell’ambiente.

I listelli di parquet vengono posati in maniera tale da realizzare il caratteristico motivo a intrecci, nel caso in cui si dovessero modificare a causa della conformazione del locale, occorre tagliarli con una sega circolare: per questo si consiglia di rivolgersi sempre ad un artigiano professionista, evitando il lavoro fai da te, a meno di non essere realmente esperti.

Per quanto riguarda il bloccaggio dei listelli, alcune tipologie di parquet richiedono l’uso di un adesivo, ma la posa tradizionale di questo pavimento prevede spesso il montaggio a incastro, che garantisce la tenuta perfetta dei listelli senza l’impiego di collanti o paste adesive.

Posa pavimento laminato prezzo

parquet o laminatoPoiché il laminato permette di ottenere un eccellente risultato estetico, in tutto simile a quello del parquet tradizionale, con un costo decisamente inferiore e una procedura di posa molto più semplice, spesso la scelta tra parquet e laminato è dovuta proprio a questi vantaggi.

In realtà, ciò che si può realizzare con il laminato non è una pavimentazione vera e propria, ma un rivestimento: infatti, i pannelli in questo caso vengono collocati sopra alla pavimentazione preesistente, senza dover utilizzare alcun tipo di adesivo, con la possibilità di anteporre, eventualmente, un foglio di materiale isolante.

La posa del pavimento in laminato ha un prezzo contenuto, poiché si tratta di un’operazione relativamente semplice e veloce, che può essere effettuata non solo da un operatore esperto, ma da chiunque possieda una certa passione per i lavori manuali e il bricolage.

Pregi e difetti del parquet

parquet o laminatoIl parquet in legno massello aggiunge prestigio e valore a qualsiasi ambiente. Costituito da listoni in legno massiccio pregiato, se posato da un esperto permette di realizzare disegni ed effetti a mosaico impossibili da ottenere con un altro tipo di prodotto.

Inoltre, grazie all’alta qualità della materia prima, questo tipo di parquet non richiede una manutenzione frequente, e garantisce una lunghissima durata nel tempo: se il budget non è un problema, nella scelta tra parquet e laminato, il parquet in massello è sicuramente la soluzione migliore.

Un alternativa più economica è rappresentata dal parquet prefinito, i cui listelli sono realizzati con uno strato superficiale in legno pregiato e, pur non consentendo gli effetti artistici del massello, offre comunque il piacere del legno naturale, ma solitamente, se la superficie è troppo rovinata, dopo due o tre manutenzioni richiede la sostituzione completa. In ogni caso, il parquet è soggetto a macchie e graffi, e non sopporta molto l’umidità.

Pregi e difetti del laminato

parquet o laminatoIl laminato è un rivestimento caratterizzato da una superficie in materiale sintetico, è disponibile in tantissimi colori, è economico, offre il vantaggio della lunga durata, della resistenza all’uso, e non teme l’umidità: per questo è adatto anche in cucina, negli ambienti di servizio e nei luoghi di lavoro, come uffici e pubblici esercizi.

Il lavoro di posa del pavimento in laminato ha un prezzo minimo e spesso può essere effettuato autonomamente. In casa questo rivestimento costituisce un’ottima soluzione per qualsiasi locale, è facilissimo da pulire, è un ottimo isolante contro il freddo e l’umidità e non richiede alcuna manutenzione: se la scelta tra parquet e laminato è dettata dalla praticità, è senza dubbio il prodotto ideale, anche in merito alla vasta gamma di finiture estetiche.

Occorre però considerare che si tratta pur sempre di un materiale sintetico, non potrà trasmette il calore e la vivacità del legno naturale né assumere quella magnifiche sfumature create dal tempo e dalla luce.

Per un ambiente elegante, arredato con cura e non soggetto a umidità, l’ideale è spendere qualcosa in più e scegliere un pavimento in parquet originale, mentre il laminato si addice soprattutto a seminterrati, mansarde, taverne e ovunque si desideri un pavimento pratico e funzionale, senza la necessità di rimuovere quello precedente.

LEAVE A REPLY