Il parquet in bamboo rappresenta uno degli ultimi trend in fatto di arredamento. Con il suo colore caldo e naturale, questo pregiato rivestimento arricchisce il pavimento con un apprezzato tocco di rustica eleganza, conferendo charme e raffinatezza all’intera stanza.

Oltre a quelli estetici, il parquet in bamboo offre anche molti vantaggi pratici e la nostra guida di oggi ha l’obiettivo di svelarteli tutti.

Se ti sei sempre sentito affascinato da questo materiale o se stai pensando di rinnovare i tuoi pavimenti, allora ti trovi decisamente nel posto giusto! Prosegui con la lettura e scopri perché il rivestimento in bamboo rappresenta la scelta migliore.

– Parquet in bamboo: com’è fatto e principali caratteristiche

Come il nome lascia chiaramente intuire, il parquet in bamboo è realizzato a partire dal legno dell’omonima pianta appartenente alla famiglia delle graminacee, che cresce nell’Estremo Oriente e conta circa milleduecento specie differenti.

Di queste, la varietà che viene specificatamente utilizzata per realizzare i rivestimenti è la phylollostachys pubescens, una specie sempre verde caratterizzata dalla capacità di autorigenerarsi tre anni dopo essere stata tagliata.

Questo è dunque il tipo di bamboo che viene usato per realizzare i parquet e, pur essendo meno pregiato del legno classico, compensa con la sua tonalità di colore decisamente più naturale, con una maggiore resistenza e con una serie di altri interessanti vantaggi che t’illustreremo nel dettaglio.

– Parquet in bamboo: pregi e difetti

Le caratteristiche del parquet in bamboo sono per la maggior parte positive. Ciò, tuttavia, non lo rende esente dal presentare qualche piccolo difetto, di cui è giusto metterti al corrente. In questo modo, infatti, avrai la possibilità di farti una panoramica completa di questo materiale, stabilendo con certezza che può andare bene o meno per i pavimenti di casa tua.

I pro del parquet in bamboo

Di seguito ti proponiamo un elenco completo di tutti i pregi offerti dal parquet in bamboo che, come avrai modo di scoprire, sono davvero tantissimi.

  • ESTETICA NATURALE: il primo e più ovvio vantaggio è dato dalla sua bellissima estetica naturale, che arricchirà di fascino qualsiasi ambiente della casa in cui andrai a posarlo. Il suo colore caldo, oltretutto, è in grado di sposarsi con qualunque stile di arredamento, liberandoti dal problema di abbinare la tinta del parquet ai mobili.
  • ECOSOSTENIBILITÀ: camminando sul tuo parquet in bamboo, ti sentirai molto meglio all’idea che per realizzarlo non è stato abbattuto nessun albero. Come ti abbiamo già spiegato, infatti, la pianta da cui lo si ricava è in grado di rigenerarsi spontaneamente. Scegliendo un pavimento in bamboo, pertanto, non andrai ad alimentare il triste fenomeno della deforestazione.
  • STABILITÀ: grazie alla sua forte resistenza, il bamboo è in grado di contrastare con efficacia il processo naturale di espansione e contrazione che caratterizza i pavimenti in legno, garantendoti quindi una maggiore stabilità.
  • RESISTENZA AL FUOCO: pur essendo anch’esso un legno, il bamboo presenta un processo di combustione molto più lento. Ciò significa che, in caso d’incendio, non prenderà fuoco nell’immediato.

I contro del parquet in bamboo

Come ti abbiamo già anticipato, perfino un rivestimento meraviglioso come il bamboo presenta delle piccole lacune, una delle quali è data dal problema dell’umidità. Nonostante la sua grande resistenza, infatti, ambienti eccessivamente umidi potrebbero contribuire a danneggiarlo, così come le eventuali scalfiture.

I graffi sul parquet in bamboo non sono particolarmente frequenti, ma ciò non significa che non possano verificarsi. Di conseguenza, quando lo si calpesta occorre avere un minimo di attenzione in più.

parquet in bamboo

Parquet in bamboo: opinioni

Tirando le somme di quanto abbiamo detto finora, quali sono le opinioni relativamente a questo tipo di parquet? In generale possiamo affermare che il rivestimento in legno di bamboo viene apprezzato pressoché da chiunque ma, in modo particolare, da parte delle persone che credono nell’ecosostenibilità e nel rispetto dell’ambiente.

La sua estetica, vivacizzata dalle calde tonalità di marrone che lo rendono così famoso, hanno fatto di questo parquet un autentico trend, tanto che la sua diffusione all’interno delle abitazione sta diventando capillare.

L’ottimo rapporto qualità – prezzo che lo caratterizza, infine, costituisce un ulteriore motivo di apprezzamento, in special modo se paragonato al suo avversario di sempre: il parquet in legno tradizionale.

– Differenze tra parquet in legno e parquet in bamboo: quale scegliere?

Ora che hai appreso quali sono i pro e i contro del parquet in bamboo, cerchiamo di capire cosa distingue questo rivestimento da quello in legno classico. La risposta, in realtà, la puoi trovare tu stesso nella lista dei vantaggi offerti dal bamboo.

Esteticamente, la texture del parquet in bamboo presenta tonalità molto più calde e naturali rispetto a quelle del legno tradizionale, ma la vera differenza è data dalla maggiore resistenza di questo materiale (soprattutto al fuoco), che supera di gran lunga quella del legno.

Il vantaggio più grande, tuttavia, riguarda le notevoli differenze di prezzo tra i due materiali, in quanto il costo dei rivestimenti in bamboo è decisamente inferiore rispetto a quello dei pavimenti in legno. Molto dipende ovviamente dal tipo di bamboo che andrai a scegliere ma, in linea generale, il risparmio è pressoché assicurato.

L’unico elemento che accomuna entrambi i parquet è dato dalla posa. Essendo il bamboo una tipologia di legno, infatti, presenta lo stesso montaggio del rivestimento in massello, motivo per cui sotto questo aspetto i due parquet si equivalgono perfettamente.

– Parquet in bamboo: prezzi

Per quanto i prezzi del parquet in bamboo siano inferiori rispetto a quelli dei rivestimenti in legno tradizionale, è bene non esagerare troppo con il gioco al ribasso. Quello a cui dovresti puntare è infatti un rivestimento di qualità, in grado di minimizzare al massimo (o eliminare del tutto) i pochi difetti che caratterizzano il bamboo.

Un parquet in vendita a un prezzo molto economico, infatti, potrebbe rivelarsi mal realizzato, portandoti in seguito a maledirti per averlo acquistato. Di contro, a un maggiore investimento iniziale corrisponderà una futura resa migliore, che ti farà sentire fiero e orgoglioso del tuo bellissimo e super resistente parquet in bamboo!

Questo perché il prezzo che paghi all’acquisto del tuo parquet comprende in realtà una serie di costi forfettari, che sono:

  • il costo che certifica la qualità del bamboo, derivante da fattori quali: la foresta di provenienza, il taglio al momento giusto della maturazione, tempi e condizione dell’essicazione in loco, ecc;
  • il costo legato alla lavorazione del bamboo;
  • i costi derivanti dalla sua commercializzazione e dal deposito in magazzino;
  • i costi intermediari della filiera di produzione.

Ad ogni modo, se vuoi farti un’idea precisa in merito ai prezzi di questo suggestivo rivestimento, devi tenere presente che essi vengono calcolati al metro quadrato e variano a seconda della tipologia di bamboo scelta. In linea di massima, possiamo dire che si aggirano in una fascia compresa tra i 30 e i 50 euro al metro quadrato.

parquet in bamboo pregi e difetti

– Come pulire il parquet in bamboo

La manutenzione di un parquet in bamboo consiste in una serie di operazioni tutto sommato molto semplici: caratteristica che rappresenta un ulteriore vantaggio di questo rivestimento. Come ti abbiamo detto, il bamboo può danneggiarsi in caso di umidità eccessiva, motivo per cui è bene ventilare quotidianamente la stanza in cui è posato il rivestimento, scongiurando così il ristagno dell’aria.

Per evitare gli antiestetici graffi, invece, è sufficiente una maggiore accortezza. Per esempio non facendo cadere oggetti appuntiti sul pavimento, o prestando attenzione a non entrare in casa con le suole delle scarpe piene di sassolini. O, ancora, dotando tutti i mobili e le sedie di feltrini, scegliendo di sollevarli anziché trascinarli per terra.

Per quanto riguarda la pulizia vera e propria del rivestimento, infine, è bene farla servendosi esclusivamente di detergenti specifici per il parquet in legno. Nel caso di macchie ostinate, il consiglio è quello di servirsi di un panno asciutto bagnato da una goccia d’alcool, strofinandolo delicatamente sul bamboo e procedendo poi al risciacquo con uno straccio leggermente umido. Tassativamente vietato, invece, l’utilizzo di cera e vapore.

parquet in bamboo pulizia

– Conclusione

Se sei arrivato alla fine di questa guida, ti sarai reso conto che il bamboo non rappresenta soltanto l’alimento preferito dei panda, ma è anche un’eccellente materiale di rivestimento in grado di garantire bellezza e stabilità al tuo pavimento.

Dunque che cosa aspetti a dotare la tua casa di questo prezioso arricchimento? E ricordati: acquistando un parquet in bamboo contribuirai alla salvezza di un albero!

Devi arredare e ristrutturare casa? Inizia con il piede giusto!

SCARICA LA GUIDA GRATUITA!

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here