L’organizzazione degli spazi in casa è alla base di un’abitazione ordinata ed esteticamente curata. Il disordine si verifica infatti nel momento in cui hai troppe cose in giro: cose che, almeno apparentemente, non sai bene dove mettere.

Ebbene, questo problema, oltre a essere molto comune, è anche facilmente risolvibile attraverso un’oculata suddivisione degli spazi della casa, individuando quindi una serie di zone precise i cui oggetti e arredi non devono sconfinare nelle altre.

Ma come si fa ad arredare le varie aree in maniera ordinata? Scopo del nostro articolo è proprio quello di rispondere a questa domanda, svelandoti una serie di trucchi e soluzioni strategiche che ti risolveranno il problema una volta per tutte.

– Principi fondamentali per l’organizzazione degli spazi

Conosci lo slogan “Less is more”? Questa frase, traducibile in italiano con l’espressione “Meno è meglio”, è alla base della filosofia minimalista che, a sua volta, è il pensiero che ha ispirato l’omonimo stile d’arredo. Come certamente saprai, lo stile minimalista ha il merito di concentrarsi su ciò che è essenziale, eliminando qualsiasi elemento superfluo in favore di un ambiente pulito e ordinato.

Fermo restando il fatto che è possibile ottenere lo stesso risultato anche adottando altri stili d’arredo, ispirarti ai concetti base dello stile minimalista potrebbe comunque aiutarti a liberarti degli oggetti superflui: quelli responsabili di creare disordine e che ti impediscono di adottare una corretta organizzazione degli spazi in casa. Ma come si fa a capire quali sono gli oggetti da eliminare? Per semplificarti il compito, puoi lavorare passo per passo, basandoti sul seguente metodo:

  • Fai una pulizia approfondita: dedica del tempo a esaminare ogni stanza e a identificare gli oggetti che non hai usato di recente o che non ti servono più. Questo può includere abbigliamento che non indossi, elettrodomestici duplicati, libri che non leggerai più e così via.
  • Fai ordine negli spazi di stoccaggio: scatole, armadietti, cantine e soffitte sono spesso pieni di oggetti dimenticati. Esamina questi spazi e valuta se gli oggetti in essi contenuti sono veramente necessari.
  • Valuta la funzionalità degli oggetti: se un oggetto non è funzionale o se non svolge la sua funzione in modo efficace, potrebbe essere superfluo. Ad esempio, gli utensili da cucina rotti od obsoleti dovrebbero essere eliminati.
  • Semplifica e riduci al minimo: cerca di ridurre il numero di oggetti duplicati o simili. Ad esempio, se possiedi più di un tagliere o più paia di forbici, potresti considerare di mantenerne solo uno.
  • Considera il valore emotivo: alcuni oggetti potrebbero avere un significato emotivo, ma se non li usi o non li apprezzi più, potresti decidere di liberartene. Puoi anche optare per conservarne solo una piccola parte e scattare una foto di tutto il resto per conservare il ricordo.
  • Fissa limiti di spazio: una possibile soluzione, a questo proposito, è quella di destinare uno scaffale o un cassetto per i souvenir e/o gli oggetti dal valore sentimentale. Quando lo spazio è esaurito, è tempo di fare una selezione più rigorosa.
  • Inizia con poco: se ti senti sopraffatto dalla mole di oggetti in casa, inizia con una piccola area o una categoria specifica, come gli abiti o gli accessori da cucina, e procedi gradualmente.

organizzazione spazi in casa disordine

Quando avrai finalmente terminato questo lavoro, liberandoti di tutti gli oggetti superflui che infestavano la tua casa, potrai finalmente dedicarti alla riorganizzazione dei suoi spazi, arredandoli in maniera ordinata e armoniosa. Anche in questo caso, esiste una serie di soluzioni che può aiutarti a conseguire l’obiettivo in maniera funzionale.

Tali soluzioni prevedono l’utilizzo di specifiche tipologie di mobili (di cui parleremo in seguito) ma, prima di tutto, di suddividere la casa in zone definite, così da evitare di creare confusione. Una volta che ti sarai fatto una “mappa” precisa della casa e delle relative aree, potrai disporre i tuoi mobili tenendo a mente le seguenti regole:

  • rispetta le proporzioni (es. se la stanza è piccola, opta per un mobilio leggero e sottile, onde evitare di sovraccaricarla eccessivamente);
  • sfrutta lo spazio verticale;
  • garantisci una circolazione fluida, evitando di trasformare i mobili in ostacoli;
  • non esagerare con gli accessori decorativi.

– Soluzioni intelligenti per spazi piccoli e grandi

Che tu ci creda o no, le regole da seguire quando si tratta di organizzare gli spazi di casa sono sempre le stesse: sia che tu abbia la fortuna di vivere in una villa immensa, sia nel caso in cui dovessi abitare in un modesto appartamento di 50 metri quadri. Andiamo quindi a scoprire insieme quali sono queste regole e come sfruttarle a tuo vantaggio.

Uso dei mobili multifunzione e sfruttamento degli spazi verticali

Come puoi intuire chiaramente dal loro stesso nome, i mobili multifunzione (o salvaspazio) svolgono più mansioni contemporaneamente, permettendoti quindi di guadagnare spazio prezioso. Questo perché, anziché disporre due mobili distinti, potrai sistemarne uno solo che svolgerà le funzioni di entrambi.

Qualche esempio? Il divano letto o il letto contenitore, le console estraibili, i pouf e le cassapanche con funzioni di stoccaggio: questi sono tutti mobili multifunzionali che ti permettono di guadagnare un discreto spazio in più.

organizzazione spazi casa letto

Contemporaneamente a questa soluzione, puoi sfruttare maggiormente gli spazi verticali, arricchendo le tue pareti con mensole, scaffali, armadietti pensili o, perché no, anche originali sacche portaoggetti.

Adottare una strategia di questo tipo ti consentirà di aumentare la capacità di archiviazione senza dover aggiungere mobili ingombranti che potrebbero sovraccaricare lo spazio: un’idea particolarmente utile nelle stanze più piccole, dove lo spazio si conta al centimetro.

Organizzazione degli spazi in casa in base alla distribuzione degli oggetti

Uno degli errori più comuni che si fanno, quando bisogna organizzare gli spazi in casa, consiste nel ritenere di non averne a sufficienza per farci stare tutto. La verità, tuttavia, è che nelle nostre abitazioni esistono molti spazi che vengono sfruttati poco e male, quando in realtà basterebbe un pizzico di strategia per recuperarli e riutilizzarli. Ci riferiamo in particolare alle potenziali zone di stoccaggio situate:

  • dietro le porte;
  • sopra gli armadi;
  • tra un angolo e l’altro della parete;
  • nel sottoscala.

Questi punti della casa, troppo spesso abbandonati a sé stessi, sono invece ottimali per sistemare mobili slim e altre soluzioni di archiviazione, da sfruttare per sistemare tutti gli oggetti che hai in giro e che magari non sei solito utilizzare con frequenza.

Ma non solo. L’organizzazione degli spazi in casa passa anche attraverso la sistemazione dei cassetti e degli armadi/armadietti che, molto spesso, vengono tenuti in maniera disordinata.

Una soluzione particolarmente strategica, a tal proposito, consiste nel servirsi di scatole e divisori, “catalogando” con attenzione il loro contenuto e creando così un ambiente molto più organizzato e ordinato nel quale, magicamente, ci starà di colpo molta più roba.

organizzazione dei cassetti

– Migliorare l’estetica e la funzionalità attraverso l’organizzazione

Organizzare una casa non significa soltanto migliorare la funzionalità dei suoi spazi, ma anche l’estetica generale dei suoi ambienti. Questo perché una casa ordinata è anche una casa più bella, nella quale lo spazio scorre fluido e non viene visivamente interrotto da ostacoli superflui. Del resto, non è certo un caso il fatto che gli open space vengano sempre più richiesti e apprezzati.

Quand’anche preferissi vivere in una classica abitazione formata da stanze chiuse e indipendenti l’una dall’altra, tuttavia, nulla ti vieta di creare un piacevole continuum visivo tra i vari ambienti, sfruttando le innumerevoli soluzioni che l’interior design ti mette a disposizione. Esaminiamone insieme qualcuna.

Colori e materiali che ampliano visivamente lo spazio

Arredare la tua casa con tonalità chiare e neutre può aiutarti ad ampliare visivamente lo spazio, facendola sembrare di colpo più grande e luminosa. Analogamente, vi sono materiali che svolgono la stessa funzione, vetro e specchi in primis. L’utilizzo delle superfici riflettenti può infatti contribuire a creare un’impressione di spazio maggiore, anche in virtù della loro capacità di riflettere e sprigionare la luce.

L’importanza dell’illuminazione nell’organizzazione degli spazi in casa

Organizzare gli spazi in casa significa anche tenere conto dell‘illuminazione, in particolare di quella naturale. Una casa soleggiata apparirà infatti molto più ampia rispetto a una perennemente in ombra. L’adozione di grandi finestre, decorate con tendaggi in tessuto leggero (o addirittura senza) può quindi contribuire ad ampliare il senso dello spazio, assicurandoti una casa piacevolmente luminosa. Allo stesso modo, l’installazione di strisce a led e faretti a soffitto possono aiutarti a realizzare suggestivi giochi di luce, con i quali valorizzare visivamente lo spazio in verticale.

illuminazione della casa

Sì agli accessori, ma senza esagerare

Ricordi quando ti abbiamo citato lo slogan minimalista “Less is more”? Nell’organizzazione degli spazi di casa dovrebbe letteralmente diventare il tuo mantra, soprattutto quando si tratta di passare alla fase decorativa: quella in cui andrai a sistemare gli accessori e le decorazioni che abbelliranno la tua casa.

Se non apprezzi lo stile minimalista, non c’è bisogno di seguirlo alla lettera. Puoi anche osare con qualche decorazione in più, rispetto al minimo sindacale imposto da questa filosofia, senza tuttavia sconfinare nel pacchiano. Ricorda infatti che ha poco senso mettere in ordina un’intera casa liberandosi del superfluo, se poi la riempi comunque di cianfrusaglie inutili.

Quindi, per citare un altro slogan, questa volta in latino: “Cum grano salis”, un invito ad agire con moderazione. Per rispettarlo, puoi tranquillamente servirti di tutti i consigli che ti abbiamo fornito in merito all’archiviazione degli oggetti.

Se, giustamente, desideri distribuire degli accessori decorativi sulle superfici, per tenerli in bella vista, cerca comunque di non esagerare, sistemandoli in maniera ordinata e ricordandoti che non dovrebbero mai rappresentare un ostacolo alla normale routine di pulizia.

organizzazione degli accessori

– Conclusione: i vantaggi di un ambiente organizzato e funzionale

Ora che sai come organizzare gli spazi in casa, dovresti aver colto anche i vantaggi di cui godrai vivendo in un ambiente pulito e ordinato. Al di là degli ovvi benefici legati alla salute e al fatto di liberarti da microbi e allergeni con una costante pulizia, vi sono anche vantaggi che interessano il benessere interiore e mentale.

Mentre una casa disordinata favorisce la disattenzione, infatti, una che si presenta in perfetto ordine stimola la concentrazione e la produttività, inducendo al contempo una piacevole sensazione di serenità e soddisfazione, dettata dal fatto che tutto è al proprio posto.

A questo occorre poi aggiungere che una casa ordinata è ovviamente più bella di una in cui regna il caos e anche questo contribuisce a farci stare meglio, donandoci un senso di benessere che ci fa apprezzare il tempo trascorso all’interno della nostra abitazione.

organizzazione spazi in casa relax

E, per ottenere tutto questo, ti basta seguire i consigli e le dritte che ti abbiamo fornito. Anche se all’inizio potrebbe apparirti difficile, l’importante è cominciare e procedere per gradi. Così facendo, infatti, otterrai una casa bellissima e ordinata, sperimentando al contempo tutte le sensazioni piacevoli a essa connesse.

Eliana Tagliabue