L’arredamento delle stanze di casa e … del salotto!

Quando si arreda la propria casa, generalmente, si hanno delle priorità. Se ne fa una lista, almeno mentalmente, poi si procede con una sorta di graduatoria incrociata dei desideri, delle urgenze e delle disponibilità finanziarie.

Solo in seguito, si inizia con il soddisfare, gradualmente, ogni punto della lista ideale.

Se alcuni propendono per avere una casa interamente rifinita ed arredata, prima di trasferirvisi, altri, più impazienti, non vedono l’ora di dimorarvi. Questi ultimi lo fanno, a volte, ancor prima di aver arredato come si deve l’abitazione.

Generalmente, i pezzi prioritari in una casa sono la cucina, la stanza da letto, poi il guardaroba ed in simultanea la zona soggiorno, dotata di TV, stanza da pranzo, comodi divani …

In quest’ultimo ambiente, che molti arredano solo una volta completate le camere da letto, si svolge in realtà la maggior parte della vita della famiglia. Che si tratti di una famiglia classica, da quattro persone, di più generazioni che vivono sotto lo stesso tetto o di un celibe che ami invitare amici numerosi, il living costituisce lo spazio chiave della relazionalità. Vi si pranza, da soli o in compagnia, vi si guarda la TV, vi si svolgono anche i compiti, in certi casi … Le cene, le feste di compleanno, le chiacchierate notturne fra studenti universitari e giovani lavoratori celibi, si svolgono proprio in questo spazio.

Non stupisce, allora, che il soggiorno sia la stanza in cui si spende di più: divani, piantane per illuminare correttamente e creare una certa atmosfera, poltrone in cuoio, tavolini d’appoggio, pareti attrezzate e, immancabile, il mitico mobile TV in legno!

Dalla parete attrezzata al mobile tv in legno

Se un tempo si investiva tutto nella cosiddetta parete attrezzata, la quale poteva anche ospitare un televisore, lo stereo, le casse, i libri e l’argenteria, oltre alle foto … in seguito si è diffusa la tendenza a specificare e differenziare il posizionamento di tutto ciò.

Oggi, gli amanti della tecnologia, preferiscono dedicare un mobile interamente alla TV, al decoder, alle casse, acquistando, appunto, uno specifico ed appositamente concepito mobile tv in legno.

Il legno, nelle sue infinite versioni, rappresenta il materiale più adatto ad un simile oggetto di appoggio. Il mobile tv in legno, in effetti, consente di coniugare la modernità delle apparecchiature tecnologiche e digitali, con sfere più antiche e datate della casa: la libreria in legno, una abat-jour piuttosto classica, un parquet, a sua volta in legno.

Quale tipo di legno? Quali forme?

Che sia di frassino sbiancato, di legno di mango massello, in massello d’acacia sbiancato, il mobile tv in legno sarà tanto più à la page, quanto più costituirà un legame tra il moderno ed il classico.

Il tipo di acciaio, la sua satinatura, allora, rivestiranno un’importanza consistente, a livello dei piedi, delle giunture eventuali e delle rifiniture come pomelli, maniglie di cassetti e decorazioni dei frontalini deli cassetti.

Un mobile che funga da sostegno per la TV dovrà prevedere degli scaffali appositi perché i cavi elettrici possano passare indisturbati dalla tv e raggiungere il muro. Potrà essere dotato di sportelli e cassetti, ripiani … oppure essere minimale e costituire davvero un semplice appoggio.

Nel caso di un mobile articolato su più livelli: sportelli, cassetti e ripiani, occorrerà verificare che la sua qualità escluda eventuali disguidi nell’uso, nell’apertura e nella chiusura reiterata di scompartimenti e carrelli. Per quanto riguarda un mobile tv in legno che faccia da solo piano d’appoggio, invece, tutto ciò non dovrà essere oggetto di valutazione.

Alcuni scelgono i mobili con diversi scompartimenti poiché vi adagiano anche dvd, cd di musica, le casse dello stereo e, oltre al televisore, lo stesso stereo, insieme ai decoder, ai telecomandi …

Se l’intento è quello di riunire concettualmente oggetti simili in un unico posto, il tavolino complesso e ben suddiviso sarà l’opzione più adeguata. Altrimenti, si potrà puntare all’iper minimalista, accontentandosi di un ripiano e dei piedi. In tal caso si investirà tutto sul design esterno del tavolino.

In ogni caso, la scelta di un mobile tv in legno, dovrà tenere conto della presenza di altri elementi di arredo in soggiorno e cercare di sposarne la maggior parte, per affinità o per opportuno contrasto e messa in risalto.

Casina Mia

Casina Mia e' il portale dedicato al mondo della casa. Ogni settimana recensioni, consigli e approfondimenti per aiutarti a vivere la tua casa al 100%.

LEAVE A REPLY

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.