Fin da bambini ci viene insegnato che, per evitare le carie e per avere sempre denti e gengive sane, è necessario rispettare una corretta igiene orale.

Ogni volta che mangiamo, infatti, nel nostro cavo orale possono introdursi germi e batteri, che proliferano in particolar modo se non ci si lava con cura dopo aver messo in bocca qualunque tipo di cibo.

Questo è ancora più importante se si ingeriscono cibi dolci, che possono intaccare lo smalto dei denti causando le tanto temute carie. Non sono però solo le carie che ci devono preoccupare: il tartaro che si deposita sullo smalto è un altro nemico della salute della bocca, e spesso è causato anche solo semplicemente dalla nostra salivazione. Alcune bevande come il the o il caffè possono macchiare i nostri denti; le gengive si possono infiammare e ammalare con conseguenze anche gravi.

– Come conseguire la giusta igiene orale?

Per avere una bocca sempre igienizzata al massimo è necessario dunque, in primis, lavarsi i denti con regolarità. Gli strumenti da usare sono lo spazzolino, manuale o elettronico, e il dentifricio. In commercio ce ne sono di tanti tipi e sapori, in modo che ognuno possa scegliere quello più adeguato per le sue esigenze specifiche.

Ci sono poi altri strumenti che si possono aiutare, che coadiuvano il fondamentale contributo di dentifricio e spazzolino: il filo interdentale, ad esempio, ma soprattutto il collutorio. Il collutorio è entrato a far parte dei vari supplementi per l’igiene orale solo in tempi piuttosto recenti, anche se si pensa che anticamente si usassero soluzioni naturali per risciacquare la bocca.

Al giorno d’oggi il collutorio è un composto di sostanze acquose che possono ottenere vari effetti sulla salute del cavo orale.

– Che cos’è il collutorio

Il collutorio è dunque una soluzione acquosa che può contenere vari ingredienti, che conseguono diversi effetti. Lo scopo principale del collutorio è quello di migliorare la salute della bocca, però può ottenere questo scopo in tanti modi.

Di solito rispetto ai principali tipi di collutorio che si possono trovare in commercio viene fatta una suddivisione in due grandi gruppi.

Ci sono i collutori per uso quotidiano, che dunque servono principalmente a prevenire la carie e a mantenere bianco lo smalto dentale, oltre che ad avere un alito fresco. Ci sono poi i collutori farmacologici, nella cui composizione sono presenti principi attivi mirati per curare determinate patologie della bocca, come la parodontite o la gengivite. Alcuni collutori sono anche specifici per chi ha subito un piccolo intervento alla bocca e ha la necessità di una ripresa post operatoria.

– Quali sono i principali ingredienti del collutorio

Se si va a leggere la composizione del collutorio su una qualunque delle confezioni che ci sono in commercio, si potrà notare come la componente maggiore sia rappresentata dall’acqua, che è il liquido in cui vengono diluite tutte le altre sostanze.

Un altro ingrediente molto spesso presente, per quanto non sempre, è l’alcool, anch’esso in percentuali notevoli. Si potrebbe pensare che l’alcool sia ciò che garantisce l’azione disinfettante del cavo orale che viene esercitata dal collutorio, ma non è affatto così.

In realtà, l’alcool serve principalmente per esaltare il sapore complessivo del preparato. Quindi è utile soprattutto per lasciare un buon sapore in bocca. In moltissimi dentifrici di comune uso cosmetico c’è anche lo xilitolo, che è un dolcificante che ha spiccate proprietà anticarie. Inoltre è spesso possibile trovare conservanti e coloranti. Questi ultimi servono a dare un aspetto più invitante al prodotto.

– Come si usa

Il collutorio va sempre usato dopo aver eseguito la pulizia orale di base con spazzolino e dentifricio. Di solito lo si usa subito dopo aver lavato i denti, ma in alcuni casi potrebbe essere opportuno usarlo ad una certa distanza di tempo.

Questo viene consigliato quando si usa un dentifricio a , sostanza che potrebbe annullare, se ancora attiva in bocca, il benefico effetto del collutorio. Di solito la bottiglia in cui si trova il preparato è dotata anche di un piccolo tappo dosatore.

Si versa nel tappo la dose desiderata e poi la si mette in bocca, senza ingoiare. L’efficacia del collutorio è garantita se si agita vigorosamente tra le guance, facendo passare la soluzione su tutte le pareti interne delle mucose e tra i denti. In questo modo, infatti, con l’azione igienizzante si riesce ad arrivare anche dove il normale spazzolino non può arrivare. Alla fine il prodotto deve essere espulso dalla bocca, che però non va sciacquata con acqua, pena vanificare il benefico effetti del collutorio.

– Altri ingredienti che possono essere presenti nella composizione: La clorexidina

Oltre agli ingredienti che abbiamo già elencato, ce ne sono molti altri che possono essere usati nella composizione del collutorio. Uno dei più comuni è la clorexidina, che è un disinfettante ad azione antisettica e battericida. Di solito è presente in percentuali che oscillano tra lo 0,12 e lo 0,2% ed è molto efficace soprattutto perché rimane a lungo sulle mucose, prolungando il suo effetto benefico nel tempo.

Essendo un ingrediente molto potente se ne consiglia un suo parco e limitato nel tempo, in quanto a lungo andare potrebbe finire per infiammare le mucose interne della bocca. I collutori a base di clorexidina sono quelli che solitamente vengono assunti dietro consiglio medico. Per chi ha gengive particolarmente delicate, consiglia l’uso di un collutorio senza clorexidina.

– Collutori con triclosan, fluoruro, esetidina, delmopinolo, metilsalicilati

Nella composizione di un collutorio si possono trovare molti altri ingredienti con altre finalità: gli ingredienti di cui parliamo, ancora una volta, si trovano nei collutori ad uso farmacologico e non in quelli ad unico uso cosmetico.

Il triclosan ha un’azione antibatterica come la clorexidina, ma potrebbe presentare degli effetti collaterali e per questo motivo negli ultimi tempi si preferisce questa seconda sostanza rispetto al triclosan.

Il fluoruro, amminico o stannoso, viene usato soprattutto nei casi di eccessiva sensibilità dei denti e aiuta a prevenire le carie, ma non si deve abusare dei collutori che lo contengono perché alla lunga potrebbe demineralizzare i denti. L’esetidina è un medicinale che ottiene vari effetti benefici, ma il principale è antimicotico, quindi viene prescritto di solito quando si viene affetti da un fungo orale come il mughetto.

Il delmopinolo ha azione antiplacca, in quanto impedisce che i batteri si depositino sullo smalto dei denti. I metilsalicilati hanno proprietà antisettiche e antinfiammatori.

– Collutori naturali

Per chi non vuole mettere in bocca sostanze sintetizzate in laboratorio ci sono anche dei preparati che usano principi attivi naturali: in particolar modo il bicarbonato è una delle principali sostanze che viene usata in quanto ha anche effetto sbiancante, oltre che antibatterico. Si possono però trovare, specie in erboristerie e negozi specializzati, collutori a base di olio essenziale di salvia, menta piperita o limone.

Altra pianta che viene usata per realizzare delle soluzioni per l’igiene orale è la sanguinaria, i cui estratti delle radici servono a diminuire i sintomi delle gengivite, riuscendo anche a curarla con successo. I collutori naturali che si possono usare con il semplice fai da te sono quelli a base di acqua e sale, soluzione che riesce a ridurre le infiammazioni.

– I migliori per le gengive infiammate

Passiamo ora ad esaminare alcuni dei collutori che si possono trovare in commercio, e che si possono acquistare anche tramite lo shop on-line, per scoprire quali sono i più efficaci per contrastare alcuni problemi specifici. Cominciamo parlando delle gengive infiammate: questo problema può colpire chi soffre soprattutto di tartarosi, ma si può verificare per i motivi più diversi.

Per far passare l’infiammazione la normale igiene orale non è sufficiente, anzi, il movimento dello spazzolino spesso può aggravare il problema. Ecco allora quali sono i collutori che un dentista potrebbe consigliare.

* Meridol Collutorio 400 ml

Uno dei collutori che vengono considerati maggiormente efficaci contro le gengive infiammate, come dimostrano anche le molte recensioni positive degli acquirenti è il Meridol.

Gli ingredienti principali di questo prodotto sono il fluoruro amminico e quello stannoso e tali componenti lo rendono indicato per dare sollievo alle gengive irritate, oltre che per prevenire la formazione della placca e anche per rimuoverne eventuali residui.

L’azione combinata del fluoruro amminico e di quello stannoso, infatti, ottiene l’effetto di ridurre la vitalità dei batteri inibendo il loro accumulo sulla superficie dello smalto. Nel Meridol non è contenuto alcool.

– Il miglior collutorio antibatterico

Se il collutorio contro le gengive infiammate deve combattere un problema che è già presente, molti di questi prodotti invece vengono usati a scopo di prevenzione. Ad esempio, i collutori antibatterici servono ad evitare la proliferazione dei batteri nel cavo orale, in modo che non si verifichino carie, infezioni o gengiviti.

* Listerine Totale Care

Listerine Collutorio, Total Care...
56 Reviews
Listerine Collutorio, Total Care...
  • Collutorio della marca Listerine. Prodotti di...
  • 1000 ml
  • Listerine Total Care Enjuague Bucal 1000 Ml

Uno dei prodotti antibatterici più amati dai consumatori appartiene alla Listerine, azienda che si è specializzata nella realizzazione e commercializzazione di prodotti destinati alla cura del cavo orale. Il Listerine Total Care viene venduto in una confezione da 1000 ml, il che rende il suo prezzo molto conveniente. All’interno del prodotto vi sono alcuni oli essenziali, usati spesso nei prodotti Listerine e in particolar modo quelli di timo, eucalipto e mentolo.

Inoltre, in questo collutorio sono presenti i metilsalicilati e lo zinco cloruro; quest’ultimo serve a prevenire il tartaro e quindi a mantenere bianco lo smalto dentale. Infine in composizione è indicato il fluoruro, che serve a rafforzare la corona dentale. Tutti questi ingredienti ottengono diversi effetti, che proteggono a 360 gradi il benessere della bocca, da quello dei denti a quello delle mucose, prevenendo i problemi più comuni come carie, tartaro e alitosi.

I commenti dei consumatori sottolineano il fatto che il Listerine Total Care contiene anche parecchio alcool e che quindi brucia un po’ in bocca quando lo si usa per sciacquarsi.

– Il miglior collutorio per parodontite

La parodontite è una malattia del cavo orale che colpisce una notevole percentuale della popolazione mondiale. Si tratta di un’infezione batterica molto grave, che può essere causata da una scarsa igiene, ma soprattutto da un eccessivo accumulo di tartaro, o può anche legarsi ad altre patologie come ad esempio una carenza vitaminica.

La parodontite va curata dietro consiglio medico, che quasi sempre suggerirà anche l’uso di un collutorio adeguato. Uno dei migliori e recensito in modo positivo dagli utenti, è il Curasept a base di clorexidina.

* CURASEPT Collutorio Clorexidina 0,12% 200 Ml

CURASEPT Collutorio Clorexidina 0,12%...
3 Reviews
CURASEPT Collutorio Clorexidina 0,12%...
  • 1 confezione di CURASEPT Collutorio Clorexidina...

Curasept è un’azienda che si occupa nello specifico del benessere del cavo orale, e che ha creato una gamma di prodotti specifica per curare le infezioni più gravi. Il Curasept a base di clorexidina in percentuale dello 0,12% è privo di alcool e viene indicato per proteggere il benessere delle gengive.

Ha effetto antiplacca ed è consigliato anche a chi porta protesi o ha impianti dentali. La confezione in cui è venduto è di 200 ml; viene suggerito un uso prolungato, per due volte al giorno. In base alle testimonianze di chi lo ha usato, ha un buon sapore e, a differenza di quanto può accadere usando collutori a base di clorexidina, non macchia i denti.

– Il miglior per la gengivite

Anche se non si arriva a soffrire di parodontite, si potrebbe facilmente soffrire di gengivite. Chi soffre di gengivite ha le gengive gonfie, rosse e che sanguinano. La causa sono sempre i batteri responsabili di placca e tartaro. Per combattere questo problema ci sono prodotti specifici: uno dei piu’ venduti è della Forhans.

* Forhans Collutorio Aloe per le Gengive

Forhans Collutorio Aloe per le Gengive -...
3 Reviews
Forhans Collutorio Aloe per le Gengive -...
  • Collutorio lenitivo
  • Senza alcool
  • Per il benessere di mucose

Tutti coloro che hanno recensito questo prodotto dicono che ha una grande efficacia contro i problemi gengivali. Un aspetto interessante è che si tratta di un prodotto che ha come ingrediente principale una componente naturale, ovvero l’aloe vera. L’aloe vera è una pianta dalle molteplici virtù, che sono conservate soprattutto nel gel che si trova dentro alle sue foglie.

Una delle sue caratteristiche è quella di lenire infiammazioni e gonfiori, e infatti questo collutorio a base di aloe ha un effetto lenitivo e decongestionante sulle mucose orali.

Oltre all’aloe, in questo collutorio sono contenuto anche allantoina e betaina, sostanze che servono ad idratare il cavo orale donandogli una sensazione di freschezza e benessere. Nella lista degli ingredienti non è presente l’alcool.

– Altre tipologie di prodotto

Sono ancora molte altre, però, le tipologie di collutorio che si possono trovare in commercio: ci sono quelli pensati appositamente per i bambini o quelli sbiancanti, per avere sempre un sorriso abbagliante; ci sono collutori che sono pensati specificatamente per chi ha gengive molto sensibili e che quindi cercano di ridurre questo problema.

Uno dei prodotti meglio recensiti è il Listerine, nelle sue diverse varianti. Molto amato è anche il collutorio Iodosan.

* Iodosan Antiplacca FRCM000647 Collutorio con antibatterico, senza alcool, 500 ml

Offerta
Iodosan Antiplacca FRCM000647 Collutorio...
11 Reviews
Iodosan Antiplacca FRCM000647 Collutorio...
  • GlaxoSmithKline
  • Salute e Bellezza
  • Italiano

La confezione in cui è contenuto il collutorio Iodosan è da 500 ml e il liquido ha il caratteristico colore rosso, tipico dell’azienda. Si tratta di una soluzione antibatterica priva di alcool ma che contiene fluoro. Serve a conferire freschezza al cavo orale, oltre che a proteggere le gengive e dei denti e a prevenire la formazione della placca.

– Conclusioni

Il collutorio è un prodotto non necessario come lo spazzolino e il dentifricio, ma molto utile per garantire la corretta igienizzatine della bocca, per un uso quotidiano e di routine. Diventa però indispensabile quando si hanno dei problemi specifici, in quanto agisce come un farmaco che può curare ciò di cui si soffre.

La ricerca medica ha messo a punto delle composizioni di diverso tipo che sono finalizzate alla cura delle più disparate patologie che possono affliggere il cavo orale, in modo che ogni consumatore possa facilmente trovare il prodotto che più si confa alle sue necessità.

Molto importante è il consiglio del medico e del dentista, i quali possono saper indicare la soluzione più adatta al tipo di bocca del paziente e al problema di cui soffre.

Acquistando il collutorio on-line è possibile risparmiare sui costi e ricevere a casa un l’articolo desiderato, nel quantitativo che si desidera. Grazie all’ampia scelta che viene offerta online è inoltre facile trovare esattamente il prodotto di cui si ha bisogno.

Usando con regolarità il collutorio, seguendo le prescrizioni che ci sono sulla confezione o che sono state impartite dal medico, si avrà cura della salute della bocca, da cui dipende in buona arte la salute di tutto il corpo.

Lucilla De Luca

Lucilla per gli amici "Lucillade", sono una Food blogger e appassionata di vino. Racconto ricette, luoghi e cucine della nostra bella italia.Per me la cucina è il luogo della condivisione per eccellenza.
Una delle prime lettrici di Casina Mia sono finalmente riuscita a far parte di questo bel progetto.

I dati dei prodotti Amazon.it (es: prezzo e disponibilità) sono stati aggiornati il 2018-04-23 / Link affiliazioni / Immagini prelevate attraverso API Amazon

LEAVE A REPLY