La muffa si forma a causa dell’umidità. A volte è impossibile contrastarla, nonostante la casa sia adeguatamente coibentata e si mettano in atto tutte le strategie suggerite per evitare il problema.

In questi casi, l’unico modo per proteggere se stessi e la propria famiglia dai danni che la muffa può creare a livello di salute è ridipingere l’appartamento utilizzando una pittura adeguata.

Le pitture antimuffa sono realizzate specificamente per contrastare la formazione di funghi e batteri e danno ottimi risultati, anche sul lungo periodo.

– Cos’è la muffa e perché si forma

La muffa è, semplicemente, un fungo. A volte una formazione di muffa può contenere più agenti patogeni, ad esempio colonizzazioni di funghi e batteri. Questi microorganismi trovano il loro habitat naturale e ideale nei luoghi caldi e umidi. Per esempio, negli angoli dei muri che presentano infiltrazioni interne di acqua, a causa di una scarsa coibentazione delle pareti stesse o delle tubature che vi passano attraverso.

Le muffe prolificano anche nei bagni, dove i vapori provenienti dalla doccia o dalla vasca attecchiscono al soffitto, o nei locali lavanderia, nelle cantine, nei solai o sui terrazzini.

Inoltre, sono un problema che spesso può interessare gli ingressi o i punti di disimpegno posizionati a metà della tromba delle scale. Nessun luogo della casa, quindi, è totalmente esente dal rischio muffa.

– Motivi per cui si forma la muffa

I motivi principali della formazione di muffa in casa possono essere così riassunti:

– scarso termo isolamento dell’appartamento: le pareti sottili, rovinate, caratterizzate da piccole crepe o i muri che presentano intercapedini sono meno resistenti alle precipitazioni atmosferiche. Soprattutto in periodi di pioggia o neve, possono assorbire acqua e trasportarla all’interno, rendendo umida la parete interna all’abitazione

– infiltrazioni di acqua dal tetto o dall’appartamento sovrastante

infiltrazioni di acqua a causa di infissi e serramenti non stagni o non ben installati

– umidità di risalita: un problema meno conosciuto rispetto agli altri. Le case ubicate a pianterreno hanno quasi sempre i pavimenti a contatto col terreno brullo. La terra, durante le piogge, si impregna d’acqua.

La parte di terreno su cui è posizionata l’abitazione, non potendo beneficiare dell’aria e dell’acqua per asciugarsi, resta costantemente umida. Questa umidità, a lungo andare, si insinua nel pavimento, provocando le classiche chiazze d’umido che dal battiscopa si sviluppano in altezza

umidità prodotta direttamente in casa: per esempio a causa dei vapori della cucina o di quelli dell’acqua calda usata in bagno

– I danni della muffa sulle pareti

La muffa, se si forma e prolifica sulle pareti, può provocare diversi danni ai muri stessi e alla solidità della casa. Ad esempio:

può corrodere l’intonaco, provocandone la caduta e la sfaldatura

può rendere il muro meno stabile e solido, quindi più incline a produrre altre crepe e meno resistente rispetto ad eventuali precipitazioni atmosferiche, vento o scosse sismiche

può rendere le pareti esteticamente brutte, dando alla casa un aspetto disordinato, fatiscente

può rovinare le rifiniture pittoriche, sollevare le piastrelle, cambiare il colore della pittura

può rovinare pavimenti e battiscopa, provocandone il sollevamento e lo slivellamento

è maleodorante e spande cattivo odore per tutta la casa

– I danni della muffa sulla salute

Purtroppo, i danni agli oggetti e all’estetica non sono gli unici problemi che la muffa può provocare. La cosa peggiore è che le muffe sono sostanze estremamente tossiche per la salute umana, soprattutto per quanto riguarda bambini, anziani e soggetti sensibili, allergici o con problematiche dell’apparato respiratorio.

Vivere in una casa dov’è presente la muffa può provocare, sul lungo periodo, una lunghissima serie di patologie, anche piuttosto gravi. Va ricordato che i funghi e i batteri che formano le muffe sono organismi volatili, quindi si staccano dalle pareti, si disperdono nell’aria e possono essere facilmente inalati. I problemi che possono insorgere sono:

reazioni allergiche a carico della pelle: eczemi, ponfi, sfoghi pruriginosi

disturbi agli occhi: lacrimazione, congiuntivite

– reazioni di tipo allergico come: raffreddori cronici e starnuti o, al contrario, tosse secca e crisi asmatiche

– patologie a carico delle prime vie aeree: sinusiti, tonsilliti, riniti

patologie a carico di bronchi e polmoni: disfunzioni respiratorie, insufficienza respiratoria, bronchiti ricorrenti, bronchioliti, polmoniti batteriche, pleuriti, asma bronchiale e broncospasmo

– Alcuni accorgimenti per evitare che si formi la muffa in casa

Per limitare al minimo la possibilità che si formi la muffa nel proprio appartamento, si possono mettere in atto alcune strategie:

arieggiare spesso gli ambienti, soprattutto quando si cucina o dopo aver fatto il bagno o la doccia

sostituire gli infissi, se sono danneggiati o poco funzionali

– cercare di coibentare al meglio la propria casa

– utilizzare le vernici antimuffa

– La pittura antimuffa: cos’è e a cosa serve

La pittura antimuffa è una vernice per interni, che dona un effetto estetico assolutamente identico a quello delle pitture tradizionali, addizionata con speciali antimicotici ed antibatterici. Ha il potere di impedire la nascita e la prolificazione di microorganismi dannosi, sanificando la parete ed effettuando un vero e proprio trattamento di bonifica e prevenzione.

Si può usare in tutti gli ambienti domestici. Sopra la pittura antimuffa, generalmente, è possibile utilizzare un’altra vernice a scelta, se si desiderano pareti colorate o rifinite da particolari tecniche pittoriche.

– Tipologie di pittura antimuffa e metodo di applicazione

Le pitture antimuffa possono essere di due tipi:

ad acqua: opache e coprenti, esattamente identiche alle classiche tempere ad acqua da pareti

lavabili: creano un effetto più lucido e solare, più vivace e raffinato e possono essere lavate. Sono l’ideale per gli ambienti come la cucina, dove c’è più alto rischio di macchie

L’applicazione della pittura antimuffa si esegue a rullo o pennello, avendo cura di utilizzare un buon quantitativo di prodotto, per creare uno strato coprente e consistente. Alcuni accorgimenti:

– prima di pitturare, la parete con la muffa va pulita minuziosamente, meglio se con candeggina o un altro prodotto disinfettante a presidio medico

utilizzare delle adeguate protezioni: mascherina, occhiali e guanti. Infatti, nella pittura antimuffa ci sono degli agenti disinfettanti che, finché non sono perfettamente essiccati, è meglio che non vengano a contatto con la pelle

– tener presente che i tempi di essiccazione possono variare dalle 48 alle 72 ore, durante le quali è preferibile lasciare aperte le finestre, in modo che l’ambiente si arieggi e non si inalino le sostanze antibatteriche

– LA MIGLIORE PITTURA ANTIMUFFA PER INTERNI

Ecco qualche suggerimento per acquistare un’ottima pittura antimuffa, semplice da usare, di buona resa estetica e in grado di contrastare efficacemente il problema dei funghi e batteri nocivi. Se si cerca un buon prodotto è consigliabile scegliere tra questi:

1. Genial Solver

Genial Solver Anti-Condensa Termico -...
93 Reviews
Genial Solver Anti-Condensa Termico -...
  • Pittura antimuffa per interni che risolve...
  • Il quantitativo della confezione è sufficiente...
  • Prodotto di colore bianco, altamente traspirante e...
  • Ideale per tutte le stanze in cui si forma la...
  • Ulteriori informazioni ed il video tutorial per...

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2018-11-20 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Una vernice antimuffa a base acquosa, senza solventi nocivi, quindi sicurissima anche nella fase di lavorazione. Il bidone da 2,5 litri è sufficiente per coprire circa 3,5 mq. quindi ha una buona resa. Risolve definitivamente il problema della muffa perché ne impedisce la formazione, grazie anche all’azione traspirante che permette il giusto riciclo d’aria e fa respirare il muro.

Questo prodotto, oltre a contenere disinfettanti fungicidi, è una vernice termica anti-condensa. Ciò vuol dire che impedisce l’attecchimento dell’umidità e dei vapori alla parete, eliminando il problema alla radice. Si stende semplicemente, con rullo o pennello.

2. Tecnostuk Muffa KO

Muffa ko Tecnostuk lt.1
65 Reviews
Muffa ko Tecnostuk lt.1
  • E' un prodotto ecologico e traspirante
  • Si applica in maniera molto semplice ed il suo...
  • Consigliamo dopo l'applicazione di MUFFA K.O. una...
  • I muri trattati possono essere poi verniciati con...

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2018-11-20 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Un ottimo prodotto, traspirante e disinfettante. È una pittura molto coprente, in grado di correggere perfettamente le macchie lasciate precedentemente dalla muffa e perfetta come base, se si desidera dipingere il muro con una tempera colorata o con una tecnica decorativa particolare e originale.

Si applica facilmente, grazie alla sua texture liscia e omogenea, tanto col rullo quanto col pennello. Il colore è bianco candido, con una leggera rifinitura opalescente, che può fungere anche da colorazione definitiva, se piace e se si abbina armoniosamente col resto dell’arredo.

3. Max Mayer

Idropittura traspirante antimuffa Max...
5 Reviews
Idropittura traspirante antimuffa Max...
  • Idropittura traspirante antimuffa adatta per...
  • Azione protratta nel tempo
  • Finitura bianca opaca
  • Applicabile direttamente su tempera
  • A basso contenuto di COV

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2018-11-20 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Un’idropittura traspirante, perfetta per gli ambienti che hanno gravi problemi di umidità e muffa e dove non è possibile arieggiare. Si tratta di un prodotto molto efficace ed incisivo, da prediligere nei casi più ostici. Può essere applicata sopra a qualsiasi tipo di pittura e ha una finitura bianca opaca, ottima anche come base per una successiva riverniciatura colorata.

Si tratta di un prodotto professionale, che offre le stesse performance che si potrebbero ottenere ingaggiando un’azienda specializzata in questo tipo di problematiche. L’effetto antimuffa dura a lungo, permettendo anni di pausa tra un ritocco e l’altro.

– Meno muffa e più salute grazie agli antimuffa

Quando in casa si notano problemi di umidità è consigliabile intervenire subito con una buona pittura antimuffa.

Questo impedirà al problema di aggravarsi e progredire e, nella maggior parte dei casi, eviterà la nascita di colonie fungine dannose sia per la bellezza della casa che per la salute di chi ci abita.

Luca Padoin

Trevigiano DOC, falegname di professione, padre di 2 splendidi bambini e da sempre appassionato di fai da te. Trucchi, segreti, scorciatoie, suggerimenti, questo è quello che voglio condividere con chi mi leggerà qui su Casina Mia.

LEAVE A REPLY

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.