Hai mai sentito parlare del marmo bocciardato? Se la risposta è no, allora ti trovi nel posto giusto.

Nell’articolo di oggi andremo infatti a spiegarti in che cosa consiste la bocciardatura del marmo, come si realizza e qual è la destinazione d’uso del rivestimento ottenuto.

Se ti sei sempre sentito affascinato da questa bellissima pietra naturale e desideri saperne di più in merito ai suoi possibili utilizzi, ti consigliamo di proseguire con la lettura e scoprire insieme a noi tutti i segreti di questo trattamento!

– Cos’è il marmo bocciardato e come lo si ottiene

Per comprendere appieno il significato di “marmo bocciardato”, è d’obbligo porsi una domanda: che cosa significa “bocciardatura”? Questo è infatti il nome attribuito al procedimento in grado di “bocciardare” il marmo, al fine di esaltare le qualità più “rustiche” della pietra e arricchirla con una finitura irregolare.

Per capire cosa sia il marmo bocciardato, pertanto, devi dimenticarti i classici rivestimenti per interni: quelli caratterizzati da un aspetto piacevolmente levigato e da una resa estetica all’insegna dell’eleganza. La bocciardatura serve infatti a conferire al marmo (ma anche alle altre pietre) un aspetto decisamente più ruvido, perfetto per rivestimenti destinati a un uso esterno.

marmo bocciardato

Ma come si fa a bocciardare il marmo? Di fatto è possibile farlo in due modi:

  • attraverso una lavorazione artigianale;
  • mediante i sistemi industriali.

Nel primo caso, il marmo bocciardato viene ottenuto grazie alla sapiente maestria degli artigiani; nel secondo caso, invece, la bocciardatura avviene grazie all’utilizzo di speciali macchinari industriali, chiamati per l’appunto “bocciardatrici” o “rotobocciardatrici”, il cui obiettivo è quello di velocizzare il processo e, di conseguenza, renderlo meno costoso.

Ma a cosa serve la bocciardatura, esattamente? Il motivo alla base di tale trattamento è dovuto alla necessità di rendere il marmo più poroso e meno scivoloso. Ecco perché viene applicata soprattutto nell’ambito di pavimentazioni esterne: sia quelle realizzate in marmo, sia in qualsiasi altra pietra.

marmo bocciardato esterno

Va da sé, naturalmente, che la bocciardatura può essere tranquillamente applicata anche alle superfici verticali e perfino ai manufatti. Anche se il suo scopo principale è quello di rendere il marmo più resistente agli agenti esterni, infatti, la resa estetica ottenuta mette in risalto l’aspetto più “vissuto” di questa pietra, donandole una bellezza semplice e genuina.

– Come si pulisce il marmo bocciardato?

Nonostante la sua resistenza, il marmo bocciardato è pur sempre un materiale bisognoso di cure e attenzioni, che si traducono soprattutto in un’adeguata pulizia. L’uso di prodotti troppo aggressivi potrebbe infatti danneggiarne la finitura e questo è il motivo per cui sarebbe meglio optare per prodotti naturali. Di seguito, pertanto, ti proponiamo un elenco di quelli principali:

  • acqua distillata;
  • acqua ossigenata;
  • polvere di pomice;
  • sapone neutro o di Marsiglia;
  • bicarbonato;
  • spazzola con setole dure;
  • panno di lana.

Per la semplice pulizia quotidiana, pertanto, l’ideale è quello di usare un mix di acqua distillata, scaglie di sapone e bicarbonato, applicato con il panno di lana. Una volta strofinata la superficie in marmo bocciardato con tale soluzione, sarà sufficiente risciacquare con un po’ d’acqua.

marmo bocciardato pulizia

La polvere di pomice è invece un ottimo rimedio per lucidare il marmo bocciardato. Facilmente reperibile in qualsiasi negozio di ferramenta, dev’essere mescolata con acqua al fine di ottenere una perfetta pasta abrasiva che, strofinata sulla superficie con l’aiuto del consueto panno di lana, gli restituirà l’antico splendore.

– Quanto costa il marmo bocciardato

Data la sua notevole resistenza e la sua peculiare bellezza estetica, il marmo bocciardato rientra senz’altro tra le finiture più costose. Definire un prezzo univoco, tuttavia, non è di fatto possibile, in quanto dipende tutto dalla metratura della superficie che intendi rivestire e dalla tipologia di bocciardatura adottata.

Basandoci su un semplice esempio, ad ogni modo, è possibile affermare che una pavimentazione in marmo bocciardato lappato di colore bianco parte da un prezzo minimo corrispondente a 38 euro al metro quadrato. Cifra alla quale dovrai ovviamente aggiungere anche l’inevitabile costo della manodopera impiegata.

marmo bocciardato prezzo

Nonostante il costo non propriamente economico, tuttavia, bocciardare il marmo rappresenta una soluzione in grado di assicurarti molte soddisfazioni: sia dal punto di vista estetico, sia sotto l’aspetto tecnico legato alla resistenza del materiale. Ecco perché i rivestimenti in marmo bocciardato rientrano tra quelli più diffusi e apprezzati: sia in ambito pubblico che privato.

Scarica la guida gratuita di Abitativo®

Luca Padoin