Siamo ormai entrati nel vivo della stagione fredda e l’autunno, fatta eccezione per il primo periodo di caldo anomalo, è stato un antipasto decisamente freddo in previsione dell’inverno che è ormai alle porte. È necessario prepararsi adeguatamente per evitare i classici malanni di stagione e per prima cosa bisogna essere sicuri di avere una casa calda, ben riscaldata e opportunamente isolata termicamente.

Per fare sì che questo sia possibile è necessario prestare grande attenzione ai serramenti, cioè quelle strutture mobili che vengono fissate al telaio con apposite cerniere per favorire una chiusura ermetica delle finestre. In caso contrario c’è il rischio che passino degli spifferi e che la casa sia costantemente fredda, condizione che peggiora notevolmente il comfort abitativo.

– L’importanza dei serramenti per mantenere una casa calda e ben riscaldata

Qualunque sia la tipologia di riscaldamento in un’abitazione, termosifoni, termocamino o stufa a pellet, ciò che conta è avere serramenti di ottima qualità e resistenti all’usura del tempo. Il calore sviluppato dai sistemi di riscaldamento resta “intrappolato” all’interno della casa, che risulta riscaldata in ogni stanza.

Serramenti di buona qualità riducono in modo significativo la quantità di calore perduto e garantiscono un notevole comfort abitativo a tutti gli abitanti della casa. C’è da fare un’altra considerazione: una casa dotata di ottimi serramenti, quindi in grado di garantire un notevole isolamento termico, vede aumentare anche il suo valore economico di mercato.

Questo significa che, oltre ad offrire un ambiente riscaldato, può essere eventualmente rivenduta ad un prezzo più alto grazie ad un notevole vantaggio competitivo rispetto alle altre abitazioni.

– Il risparmio energetico

Oltre al comfort abitativo, i serramenti hanno un notevole impatto anche sui consumi. In una casa ben isolata termicamente non bisogna tenere accesi i riscaldamenti per molto tempo, sono sufficienti poche ore nell’arco della giornata. Il calore sprigionato verrà infatti trattenuto nella casa dai serramenti, evitando pericolosi spifferi che invece favoriscono la dispersione energetica.

In caso contrario, se ci dovessero essere spifferi o comunque perdite di calore, sarebbe necessario tenere i termosifoni costantemente accesi. I problemi evidenti in questo caso sono due: innanzitutto la casa continuerebbe a non riscaldarsi, con la necessità di tenere costantemente accesi i termosifoni che performano in condizioni non ottimali; questa situazione inoltre fa notevolmente lievitare il costo della bolletta energetica. Una vera beffa poiché bisogna pagare di più per il riscaldamento, ma avendo una casa fredda e sottoposta a spifferi continui.

Al di là dell’aspetto economico, che non è certo secondario, bisogna poi fare un discorso di tipo ecologico. Tenere i termosifoni sempre accesi non giova all’ambiente circostante, poiché tale situazione favorisce l’inquinamento. In un periodo in cui il mondo è sottoposto a terrificanti sconvolgimenti climatici, la questione ambientale è sempre più in primo piano. Proprio per questo motivo è opportuno dotarsi di serramenti perfettamente funzionanti e di buona qualità, sia per garantire tepore e calore alla casa sia per limitare l’uso di termosifoni e condizionatori, che aumentano i costi e anche l’inquinamento energetico.

– Le guarnizioni per serramenti

Per garantirsi una casa riscaldata e perfettamente isolata bisogna necessariamente considerare anche le guarnizioni per i serramenti. Questi elementi sono finalizzati a contenere e impedire il più possibile il passaggio di aria o acqua dall’esterno verso l’interno. I serramenti, oltre a impedire la dispersione di calore, devono anche proteggere la casa dall’attacco di elementi esterni come freddo, vento e umidità.

Si tratta di strisce isolanti che si trovano anche nei box doccia, nelle auto e in generale in tutti quegli ambienti dove bisogna garantire una maggiore protezione contro freddo, vento e acqua. Le guarnizioni possono essere posizionate sull’anta o sul controtelaio, ma in alcune occasioni si possono trovare su entrambi. Talvolta si posizionano in apposite scanalature, oppure si possono montare a pressione.

Le guarnizioni svolgono una serie di azioni importanti, come ad esempio garantire il giusto isolamento termico e acustico. Oltre a proteggere dal freddo, i serramenti sono pensati anche per attutire i rumori esterni, che possono essere molto molesti soprattutto in città o in abitazioni costruite nei pressi di autostrade e tangenziali. Le guarnizioni devono poi garantire isolamento da pioggia, vento e acqua e assicurare una chiusura ermetica.

La qualità delle guarnizioni è molto importante, poiché devono compensare e resistere ai continui movimenti degli infissi. In primis le guarnizioni devono essere resistenti alle deformazioni, considerando che quotidianamente sono sottoposte ad una notevole azione di compressione e decompressione ogni volta che si apre e si chiude l’infisso. In pratica devono essere in grado di ritornare alla loro forma originaria in breve tempo.

Le guarnizioni sono costantemente esposte alle intemperie del tempo, al freddo in inverno e al caldo in estate, quindi devono essere in grado di resistere agli sbalzi termici. Devono poi essere realizzate con appositi materiali capaci di garantire il giusto livello di morbidezza, elasticità e resistenza. Senza queste caratteristiche le guarnizioni non potrebbero svolgere al meglio le loro funzioni e quindi i serramenti, anche se di buona qualità, non potrebbero assolvere ai loro compiti di isolamento termico e acustico.

Serena - La Pimpa