Esiste un arredamento più evocativo di quello degli interni di baite e case di montagna? Il fuoco che scoppietta nel camino, i mobili in legno, il fascino rustico che pervade ogni ambiente: arredare questi incantevoli rifugi può davvero rivelarsi un’esperienza entusiasmante!

Allo stesso tempo, tuttavia, non si tratta certo di un’impresa da poco. La scelta dello stile, i materiali da utilizzare e la disposizione dei vari arredi sono tutte problematiche che vanno affrontate nell’ottica di un progetto ben preciso. Il problema è che, spesso e volentieri, non si sa nemmeno da che parte iniziare.

Ecco perché abbiamo deciso di dedicare una piccola guida all’argomento, raccogliendo per te i migliori consigli e le idee più accattivanti dedicati a come arredare gli interni delle case di montagna.

L’importanza dell’arredamento nelle baite di montagna

Hai mai pensato alle emozioni che provi quando entri in una baita o in un rifugio di montagna? Molto probabilmente avvertirai una piacevole sensazione di calore e accoglienza che ti faranno sentire “a casa”, anche nel caso in cui dovessi capitarci per la prima volta.

Che tu ci creda o no, il merito di queste piacevoli sensazioni è da attribuire agli interni delle case di montagna e al loro peculiare arredamento, appositamente studiato per evocarle. Gli elementi che lo caratterizzano, infatti, sono i seguenti:

  • l’uso di materiali naturali, come il legno e la pietra;
  • un’illuminazione calda e soffusa;
  • la presenza di tessuti morbidi e avvolgenti;
  • l’immancabile caminetto (o, in alcuni casi, la stufa a legna);
  • oggetti e decorazioni a tema montagna;
  • tonalità calde e terrose.

interni baite case di montagna

Come avrai intuito tu stesso, pertanto, l’arredamento di una baita di montagna viene progettato per enfatizzare il senso di calore, accoglienza e tradizione che contraddistinguono questo tipo di soggiorno, allo scopo di regalare ai propri ospiti un’esperienza unica e indimenticabile. E il segreto per ottenere tutto questo consiste proprio nel progettare degli arredi ad hoc.

Stili di arredamento per gli interni di baite e case di montagna

Dimmi che stile preferisci e ti dirò chi sei: una frase che sembra il titolo di un test, ma in realtà è lo slogan perfetto per scegliere lo stile d’arredo da conferire alla propria casa di montagna.

Se, infatti, gli elementi che accomunano queste soluzioni abitative sono sempre gli stessi, lo stile d’arredamento può variare a seconda della filosofia alla quale ci si ispira. Più nello specifico, infatti, gli interni di baite e case di montagna possono essere arredati secondo tre stili diversi:

  • stile rustico;
  • stile moderno;
  • stile alpino.

Interni di baite e case di montagna in stile rustico

Se apprezzi lo stile rustico, magari arricchito da un arredamento di montagna chic, non devi fare altro che giocare in modo elegante con gli elementi che ti abbiamo già suggerito. Divertiti a creare raffinati connubi con la pietra e il legno naturale, optando per un’essenza non trattata, in grado di valorizzare l’aspetto genuino del legno.

Decora la baita con tessuti in colori caldi, magari caratterizzati da motivi a quadrettoni o, in alternativa, punta su tinte più delicate come il rosa e il bianco, sulla falsariga dello stile shabby chic. I mobili dovrebbero idealmente presentare un design retrò e piacevolmente “vissuto”: ottima, a questo proposito, una credenza in stile “Casa nella prateria”.

Il bello dello stile rustico, del resto, è proprio il fatto di prestarsi a interpretazioni differenti, sebbene il risultato finale dovrebbe sempre trasmettere le già citate sensazioni di calore e accoglienza.

interni baite rustiche

Case di montagna e baite in stile moderno

Se non vuoi rinunciare del tutto alla filosofia “cittadina”, puoi creare un suggestivo contrasto arredando la tua baita di montagna secondo i dettami dello stile moderno. Il segreto consiste per l’appunto nel riuscire a creare un mix intrigante di elementi, mescolando quelli tipici dei rifugi a quelli riscontrabili anche negli appartamenti di città.

Tra le varie opzioni, potresti usare legno e pietra insieme a materiali “minimal” come il vetro e l’acciaio. Oltre a questo, i mobili dovrebbero possedere linee semplici ed essenziali, evitando “fronzoli” retrò. Un altro consiglio importante è quello di non abusare con oggettistica e decorazioni, limitandoti a qualche piccolo soprammobile a tema montagna.

interni baite e case di montagna moderni

Baite e rifugi di montagne: interni in stile alpino

Nel caso in cui desiderassi che la tua baita fosse completamente a tema con lo scenario nel quale è inserita, allora dovresti lasciarti ispirare dallo stile alpino. La sua filosofia, per molti versi, si presenta simile a quella dello stile rustico, con la differenza che i dettagli “montani” vengono ancora più enfatizzati e l’eleganza lascia posto a un’atmosfera più semplice e meno ricercata.

I materiali prediletti sono sempre la pietra naturale e il legno: quest’ultimo, in particolare, viene sfruttato per mobili e tavoli, realizzati perlopiù in legno massiccio. Il design dei mobili dev’essere molto semplice, comunicando al contempo un’impressione di solidità e durabilità.

Per creare una maggiore versatilità stilistica, puoi inserire dei dettagli in ferro battuto, come un tavolino o i corrimani delle scale. Fondamentale, anche in questo caso, è il fatto di riuscire a trasmettere un’atmosfera di calore e accoglienza, seppure nell’ambito di un ambiente meno elegante e più funzionale.

interni baite case di montagna stile alpino

Focus su materiali e tessuti

Come avrai certamente notato, ciò che accomuna i tre stili d’arredamento che ti abbiamo presentato è la tendenza a servirsi sempre degli stessi elementi, soprattutto per quanto concerne i materiali e i tessuti. Mentre per i primi vengono infatti prediletti il legno e la pietra naturale, per i secondi vengono adottati tessuti ecologici e rispettosi dell’ambiente, lana e cotone in primis.

Il legno, ad ogni modo, merita un discorso a parte, proprio in virtù del gran numero di essenze a tua disposizione. Come si fa a capire quali sono le migliori per gli interni di baite e case di montagna? In linea di massima, per questa tipologia di arredo, vengono preferite le seguenti essenze:

  • abete, ampiamente sfruttato per la sua grande resistenza e facilità di lavorazione;
  • larice, perfetto soprattutto per le aree esterne, data la sua resistenza alle intemperie;
  • rovere, usato soprattutto nell’ambito degli arredamenti eleganti;
  • pino, noto per le sue ottime proprietà isolanti.

Tutti questi legni dovrebbero essere usati nel rispetto della sostenibilità ambientale: un requisito che è possibile appurare accertandosi della presenza delle necessarie certificazioni. Da qui il consiglio di informarti preventivamente in merito alla provenienza del legno che hai scelto, così da avere la certezza di costruire e arredare nel rispetto dell’ambiente.

interni baite con legni

Per quanto riguarda invece la pietra, quelle specifiche usare nell’ambito degli arredamenti di montagna sono soprattutto:

  • arenaria, apprezzata per le sue tonalità calde e terrose;
  • granito, usato soprattutto per rivestire i piani di lavoro;
  • ardesia, nota per la sua proverbiale resistenza all’umidità;
  • marmo, ottimo per aggiungere un tocco di eleganza, per esempio al bagno della baita.

Concludiamo infine con i tessuti che, in linea con i materiali, devono essere anch’essi naturali ed ecologici. Vengono dunque prediletti:

  • lana, perfetta per realizzare coperte, plaid e tappeti;
  • cotone, usato soprattutto per la biancheria da letto, tende e tovaglie;
  • lino, il cui utilizzo è simile a quello del cotone, ma con un tocco di eleganza in più.

Ora che ti sei fatto una panoramica generale degli stili d’arredo che puoi adottare per la tua casa in montagna e dei materiali e tessuti principalmente impiegati, vediamo di scendere più nello specifico e cercare di capire come disporre i vari elementi dell’arredamento.

Consigli per l’arredamento

La scelta e la disposizione dei mobili in una casa di montagna richiede un approccio in grado di bilanciare equamente funzionalità, comfort ed estetica, al fine di creare un ambiente accogliente che rifletta lo spirito e il paesaggio della montagna. Vediamo insieme come fare analizzando i vari elementi che compongono l’arredamento.

Mobili per case di montagna: quali scegliere e come disporli

I mobili che andrai a inserire nella tua baita dovranno adattarsi comodamente allo spazio, evitando di sovraccaricarlo. Se gli ambienti sono piccoli, pertanto, dovresti optare per un mobilio multifunzionale e salvaspazio.

Oltre a questo, dovresti puntare su divani e poltrone che invitino al relax e alla socializzazione, con imbottiture generose e tessuti caldi e accoglienti. Ricorda che i mobili dovrebbero essere posizionati in modo da massimizzare la visibilità dei paesaggi esterni: evita quindi di ostruire finestre e portefinestre con mobili alti.

Contemporaneamente, il consiglio è quello di sfruttare il più possibile i mobili di stoccaggio, provvisti quindi di ante, cassetti e spazi contenitivi per riporre le tue cose. Così facendo, infatti, avrai meno roba in giro e la tua baita apparirà molto più ordinata. Per finire, il centro focale dell’ambiente dovrebbe sempre essere il camino, assicurandoti che i mobili siano orientati in modo da godere del calore e della vista delle fiamme.

interni baite con mobili

Come illuminare gli interni di baite e case di montagna

Illuminare gli interni di una baita o un rifugio di montagna significa innanzitutto sfruttare il più possibile la luce naturale, dotando l’abitazione di ampie finestre e/o portefinestre che lascino passare i raggi del sole e, allo stesso tempo, offrano una vista a 360° sul paesaggio.

Per quanto riguarda invece l’illuminazione artificiale, potresti servirti di lampade a soffitto e faretti a LED incassati, perfetti per distribuire uniformemente la luce nell’ambiente. Va da sé, naturalmente, che il design di tali punti luminosi dovrà essere coerente con lo stile d’arredo che hai scelto.

In aggiunta all’illuminazione di base, dovresti anche dotarti di luci di supporto che ti aiutino a svolgere le attività che necessitano di una buona visuale. Se, per esempio, volessi concederti una serata di lettura accanto al fuoco del camino, dovresti necessariamente compensare la luce fioca delle fiamme con quella di una buona lampada da lettura.

interni baite con lettura

L’importanza dei dettagli decorativi

Per concludere, una casa di montagna che si rispetti dev’essere necessariamente arricchita con una serie di dettagli decorativi a tema, in linea sia con lo stile d’arredamento che hai scelto, sia con i tuoi gusti e preferenze personali.

Un’idea particolarmente strategica, per esempio, è quella di sistemare sulle mensole e sui mobili qualche oggetto frutto dell’artigianato locale: una soluzione accattivante e sostenibile al tempo stesso.

In alternativa, per uno stile più moderno, puoi optare per quadri, stampe e foto sulle pareti: queste ultime potrebbero magari raffigurare i momenti più belli delle tue escursioni, insieme ai paesaggi che hai visto e fotografato.

Conclusione: tendenze future dell’arredo di montagna

Come qualsiasi altra tipologia di arredo, anche quello di montagna risponde a specifiche tendenze, che andranno via via a confermarsi anche in futuro. Tra le più sentite, in particolare, spiccano quelle inerenti la sostenibilità e la tecnologia.

La prima rappresenta infatti uno dei valori più sostenuti e promossi dalla nostra società, a maggior ragione nell’ambito dell’arredamento di un rifugio di montagna: luogo bucolico e naturale per antonomasia. Da qui il bisogno di arredare con l’ausilio di materiali e tessuti naturali, nel rispetto dell’ambiente che ci circonda.

Parallelamente, tuttavia, essere sostenibili non significa certo dover rinunciare alle comodità moderne. Ecco perché sempre più case di montagne vengono dotate di luci a LED, elettrodomestici a elevata efficienza energetica e perfino assistenti vocali in grado di gestire l’intera abitazione.

interni baite smart

La vera sfida nell’arredamento di una casa di montagna consiste infatti nel bilanciare la tradizione con l’innovazione, integrando pratiche sostenibili e tecnologie avanzate in modo che si armonizzino con l’ambiente naturale e l’estetica generale. Questo equilibrio non solo migliora la qualità della vita in questi spazi, ma contribuisce anche alla conservazione dell’ambiente montano per le generazioni future.

Eliana Tagliabue