Quando ci si accinge ad acquistare dei nuovi infissi, sono molte le scelte che è necessario fare. Alcune sono di carattere più tecnico e riguardano, ad esempio, il tipo, il numero e lo spessore dei singoli vetri presenti, la distanza tra uno e l’altro, come anche le sostanze impiegate per riempire le diverse camere d’aria, ma in questi casi, visivamente, propendere per una soluzione piuttosto che per un’altra non fa molta differenza.

Altre scelte, invece, benchè incidano comunque in maniera determinante sulle prestazioni finali dei serramenti, sia sotto il profilo termico che acustico, anche a livello estetico hanno una forte ripercussione: prima fra tutte la scelta del tipo di telaio e del materiale che lo caratterizza.

In genere la prima cosa a cui si pensa è proprio questa: legno, pvc, alluminio, o addirittura una soluzione “mista”, che combini due dei suddetti materiali, destinandone uno all’interno ed uno invece all’esterno?

Le possibilità oggi sono davvero tante, vediamo dunque  come scegliere il tipo di infisso per la vostra casa.

Perché optare per nuovi materiali come pvc o alluminio?

Il legno, per quanto riguarda finestre e portefinestre è indubbiamente il materiale per antonomasia: caldo, elegante, naturale e accogliente è un classico senza tempo, capace di incarnare senza problemi stili differenti a seconda dell’essenza prescelta e delle linee che caratterizzano i vari modelli.

Ricorrere al legno un tempo era la scelta più comune. Oggi però, anche grazie al fatto che i moderni serramenti in pvc e quelli in alluminio sono sempre più belli e performanti, il legno pur continuando a conquistare una buona fetta di mercato, in molti casi deve cedere il passo a materiali meno costosi.

Non è solo una questione estetica

Certamente vi è chi per principio è fervente sostenitore dei nuovi materiali e cerca sempre la soluzione più moderna e all’avanguardia, come c’è chi invece non può pensare di fare a meno del calore del legno e della varietà delle sue venature, ma la questione non si può ridurre mai solo a questo! La scelta del materiale che costituirà il telaio delle vostre nuove finestre non è una questione squisitamente estetica!

Anche considerando il fatto che l’acquisto di nuovi infissi è un investimento importante da un punto di vista economico, da sostenere una volta ogni 20 anni o anche più, per rendervi conto davvero di cosa desiderate, con la mente libera da preconcetti, vi consigliamo come prima cosa di recarvi in uno shoowroom dedicato, dove potrete toccare con mano tutte le varie tipologie di infissi e di telaio. Il passo successivo chiaramente sarà quello di individuare i prodotti che preferite e farvi fare più di un preventivo serramenti, magari valutando materiali completamente differenti.

Potrete subito rendervi conto che, a parità di prestazioni, gli infissi in legno sono i più costosi di tutti, seguono quelli in alluminio, mentre in coda troviamo quelli in pvc, che normalmente sono i più economici. Poi all’interno di ciascuna categoria potrete trovare prodotti più basici ed altri invece di alta gamma, decisamente più pregiati, curati e rifiniti e costosi.

Molti purtroppo, ancora oggi, pensano che gli infissi in pvc e quelli in alluminio non siano adatti ad un’abitazione, perché bruttini, anonimi, freddi ed impersonali. Se questo discorso, in qualche misura, poteva valere per i primissimi infissi in PVC e per quelli in alluminio prodotti fino quasi ad un decennio fa, oggi non è davvero più cosi! Sotto questo aspetto sono stati fatti giganteschi passi in avanti ed alluminio e in PVC sono tranquillamente in grado di competere anche visivamente con il legno!

Infissi in PVC

I serramenti realizzati in PVC (polivinile di cloruro) sono certamente i più innovativi, non solo perché si tratta degli gli ultimi prodotti introdotti sul mercato, ma anche perché sono quelli capaci di garantire le migliori prestazioni sotto ogni punto di vista, sia termico, che acustico, ma anche per ciò che concerne la durabilità, la resistenza e la facilità di manutenzione.

Il PVC è un materiale leggero, ma allo stesso tempo molto solido e resistente, sia da un punto di vista chimico-fisico, che sotto l’aspetto meccanico: pertanto non teme le intemperie, né gli urti accidentali, non é soggetto a corrosione né all’azione degli agenti atmosferici ed è perfettamente impermeabile. Sappiate che vi sono casi in cui la scelta del PVC è quasi d’obbligo, soprattutto in ambienti particolarmente aggressivi, come al mare, dove la salsedine e l’umidità sarebbero fatali a qualunque altra tipologia di infissi.

Il PVC inoltre è un materiale assolutamente reciclabile pertanto può essere considerato “ecologico”, poichè in caso di smaltimento viene completamente riutilizzato.

L’ultimo vantaggio del PVC è che si può scegliere tra una varietà di modelli, line, textures e colorazioni pressoché infinite (anche effetti legno ed oggi c’è ne sono di davvero bellissimi!), con un grado di personalizzazione senza eguali.

Infissi in alluminio

Rispetto al PVC, l’alluminio viene impiegato per la produzione di infissi da parecchio tempo; fino a qualche decennio fa rappresentava l’unica alternativa possibile al legno, anche se da molti veniva considerata una scelta di “Serie B”, fatta solo per contenere i costi.

Oggi i serramenti in alluminio hanno acquisito una maggior “dignità” e sempre più frequentemente vengono scelti proprio per motivi estetici e/o pratici, o semplicemente per riuscire ad incrementare le prestazioni degli infissi, sia per ciò che concerne l’isolamento acustico che per quello termico.

Il pregio principale dell’alluminio è che esso non teme l’esposizione prolungata a nessun tipo di agente atmosferico e neppure ai raggi ultravioletti, pertanto rispetto al legno è molto più durevole e necessita di minor manutenzione ed accortezze anche nelle fasi di pulizia.

Nelle grandi città dove lo smog ed il rumore sono problematiche fortemente sentite, gli infissi in alluminio rappresentano senza ombra di dubbio l’alternativa migliore!

Altro grande pregio dell’alluminio è quello che si presta perfettamente ad incarnare diversi stili, permettendo una grande personalizzazione, anche di firme e profilati.

Insomma: sentitevi liberi di scegliere il materiale che preferite per i vostri nuovi infissi, oggi tutti sono in grado di garantire performance eccellenti! Certo è che anche il costo avrà il suo peso nella decisione finale.

Sara Raggi

Sara Raggi

Ingegnere per tradizione di famiglia, dopo la prima laurea specialistica conseguita nel 2004 al Politecnico di Milano, ho deciso di assecondare il mio spirito creativo e diventare anche architetto. Così, da oramai più di 10 anni, il mio mestiere principale, nonché la mia passione, è proprio quello di progettare ed arredare le case. L’amore per la scrittura però mi accompagna da sempre e per questo, oramai da diverso tempo, scrivo per il web, soprattutto occupandomi di arredamento ed edilizia.
Spero dunque di riuscire a fornirvi preziosi consigli, mettendo a vostra disposizione, non solo la mia esperienza professionale, ma anche quella di mamma di due bimbi e di moglie, che ama vivere la propria casa, ogni giorno, nel migliore dei modi.
Sara Raggi

LEAVE A REPLY