Il piegaferro è un attrezzo usato sia dai professionisti delle costruzioni che dagli amanti del fai da te.

Il suo uso va dalla piega di barre di ferro utilizzate per la creazione di strutture nell’edilizia fino a quella di piccoli tondini metallici o lastre metalliche destinate a lavoretti casalinghi.

Se per il primo scopo ci sono appositi macchinari elettrici, per l’uso in casa di solito ci si affida ad attrezzi manuali che sfruttano il principio della leva per esercitare la forza necessaria per piegare l’acciaio con il solo uso delle nostre mani.

Come funziona un piegaferro manuale

Questi piegaferro manuali sono composti da una piastra con una leva e dei fermi, uno dei quali si trova sulla leva ed uno sul perno. Una volta incastrato il pezzo di ferro sul fermo centrale e bloccato tra gli altri due, basta ruotare la leva e il pezzo di ferro si piega fino all’angolo desiderato senza fatica alcuna.

A seconda della complessità del modello sono disponibili anche dei profili metallici o dei particolari rulli per ottenere un determinato angolo o una determinata piegatura come ad esempio quella a spirale, molto usata nella realizzazione di oggetti di arredamento.

Può sembrare un processo a leggersi complesso ma basta guardare il video qui sotto per capire immediatamente il funzionamento dell’attrezzo.

Chi vuole fare il salto di qualità nel fai da te diventare, come dicono gli inglesi, serious about it, deve assolutamente dotare la propria officina casalinga di un piegaferro manuale. Questo utensile aumenta a dismisura la quantità dei lavori che si possono fare, dal momento che ci permette di lavorare un materiale come il metallo, difficile da lavorare che altrimenti richiederebbe l’intervento di un laboratorio esterno.

Grazie a questo strumento, sia la costruzione di strutture in ferro o acciaio, sia la produzione di oggetti di design in metallo diventano un lavoro che si può fare comodamente in casa.

Basta fare una breve ricerca online per capire che gli oggetti che si possono realizzare con un piegaferro sono tantissimi: in rete infatti troviamo progetti di piccoli manufatti come candelabri o portavasi fino a strutture molto più elaborate anche per l’uso in giardino, come sedie o addirittura sdraio e gazebo.

Certo la scelta del piegaferro non è semplice, trattandosi anche di un attrezzo abbastanza ingombrante e che richiede un’officina spaziosa.

Non è sicuramente un attrezzo per chi è alle prime armi nel fai da te ma sicuramente può regalare moltissime soddisfazioni a chi, come detto in precedenza, vuole fare sul serio. Con l’aiuto di questa guida sarà semplice orientarsi tra i tanti modelli che si trovano online e capire quale sia l’attrezzo che fa per noi.

Vediamo tre modelli che sono tra i più venduti, popolari sia tra gli amanti del fai da te che tra i professionisti delle officine che lavorano il metallo, spiegandone i pro ed i contro per darvi la possibilità di scegliere quello che più si adatta alle vostre esigenze:

– Piegaferro Ausonia

Offerta
Ausonia - Piastra piegaferro in acciaio...
  • Con manico e segnamisure regolabile
  • Realizzato in acciaio temprato
  • Verniciatura a polvere

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2018-11-20 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Questo modello di piegaferro è molto semplice da usare, robusto e resistente, perfetto per i lavori casalinghi con il ferro. È realizzato in acciaio pesante per garantire la massima stabilità durante l’utilizzo ed occupa veramente poco spazio quando non utilizzato, anche grazie al manico estraibile che può essere riposto separatamente.

Il piegaferro è disponibile per profili di acciaio di diverso diametro, con un modello in grado di piegare barre dal diametro massimo di 12 millimetri ed un altro che arriva fino a 24 millimetri. La differenza di prezzo tra i due modelli è importante, visto che il modello per barre più grosse costa circa il doppio del modello inferiore. Tuttavia è bene valutare questo al momento dell’acquisto visto che il risparmio di oggi potrebbe voler dire una spesa doppia in futuro nel caso si voglia lavorare con profili più grossi.

Il piegaferro è dotato di segnamisure regolabili per poter calibrare alla perfezione il lavoro, è verniciato a polvere, che dà allo strumento un aspetto estetico piacevole, ed è tra i tre prodotti scelti quello più adatto ad un uso hobbystico.

I piegaferri Ausonia, sia quello per barre di formato più ridotto che quello per barre più larghe hanno un prezzo veramente competitivo e dovrebbero essere presi in considerazione soprattutto da coloro che si stanno avventurando nel mondo della lavorazione del metallo e cercano un attrezzo da usare per le loro prime realizzazioni casalinghe senza spendere un capitale.

– Piastra Piegaferro Kapriol

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2018-11-20 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Questa piastra piegaferro è un gradino sopra rispetto al modello proposto precedentemente. Si tratta di un prodotto estremamente robusto, dall’aspetto professionale e con un interessante sistema di fermi e rulli per operare con la massima libertà e precisione.

I rulli ed i fermi permettono di utilizzare barre di acciaio dal profilo massimo di 22 millimetri, comunque sufficiente per la maggior parte dei lavori che si eseguono a casa. Il piegaferro Kapriol va fissato al tavolo di lavoro tramite quattro bulloni da inserire agli angoli. Questo permette di avere un’assoluta stabilità mentre si lavora anche applicando forze molto importanti.

Si tratta sicuramente di un utensile più professionale rispetto a quello presentato in precedenza, che permette di fare anche lavori che richiedono una certa forza come ad esempio scheletri per strutture per esterni.

Il rapporto qualità prezzo del piegaferro Kapriol è ottimo, con un prezzo veramente vantaggioso per uno strumento in acciaio verniciato con polvere epossidica che garantisce la massima protezione e durata nel tempo. Questo articolo è perfetto per chi ha già esperienza di lavorazione del metallo e vuole un utensile che permetta grandi risultati pur avendo un ingombro ridotto.

– Sogi PIEGR-40

PIEGAFERRI CURVARICCI PIEGA FERRI...
  • CAPACITA' PIATTO: 30x10 mm
  • CAPACITA' TONDO: 16 mm
  • CAPACITA' QUADRATO: 13 mm
  • DIMENSIONI: 260 x 240 x 170 h mm - PESO: 36 kg
  • GARANZIA 24 MESI

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2018-11-20 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Siamo arrivati all’attrezzo più professionale tra i tre proposti nella selezioni. Si tratta di un piegaferro manuale con la base separata dalla piastra, da fissare in modo saldo al piano di lavoro. Per trovare un prodotto di fascia superiore bisogna spostarsi dal campo dei piegaferro manuali e passare ai piegaferro elettrici.

Resta assolutamente stabile anche nei lavori che richiedono più forza, grazie al citato fissaggio ed ad un peso di ben 36 kg. Il contro è che non la si può spostare agevolmente nell’officina quando non è in uso. È dotata di morsetti e fermi che garantiscono il più alto grado di precisione sul lavoro. Inoltre è corredato da un set di matrici per effettuare piegature prefissate e per realizzare spirali.

Il piegaferro Sogi è un oggetto professionale, da acquistare in caso che si voglia fare davvero sul serio nel fai da te e che ci si dedichi alla realizzazione di arredi e strutture anche di una certa importanza. Il prezzo dell’articolo è sicuramente più impegnativo rispetto agli altri due articoli scelti, costando circa il doppio. Tuttavia offre delle possibilità di lavoro e creazione che non sono raggiungibili con piegaferro più economici.

Si tratta di un attrezzo dedicato a chi ha già esperienza di lavorazione del ferro e dell’acciaio e si dedica con costanza alla creazione di oggetti e strutture in metallo. Inoltre richiede un’officina ampia in quanto è più ingombrante degli articoli proposti in precedenza.

In definitiva che piegaferro comprare?

Credit: cmrp.com

Questi prodotti sono tutti e tre estremamente validi, devono essere valutati in base a quanto si è in grado di spendere ed in base all’uso che se ne vuole fare, soprattutto quanto spesso si effettuano lavori di fai da te che richiedono l’uso di un piegaferri e di che tipo di lavoro si tratta: inutile spendere un capitale se si realizzano piccoli oggetti di design per interni.

Al contrario potremmo mettere a rischio la tenuta dell’attrezzo e doverlo cambiare anzitempo se, per risparmiare qualche euro, acquistassimo uno strumento adatto a piccoli lavori con l’intenzione di fare anche strutture importanti per esterni come ad esempio un gazebo.

Bisogna sempre tenere a mente che non è un elemento dell’officina che si può aggiornare, a differenza ad esempio delle testine di una fresa, e nel caso occorra un domani un aumento delle possibilità che ci dà lo strumento si sarà costretti a cambiare tutto il piegaferro in blocco.

Sia che si opti per un modello più piccolo sia che si scelga il modello più robusto, fondamentale è mantenere sempre l’utensile in buone condizioni, effettuando una manutenzione regolare.

Essendo un attrezzo sul quale è applicata una grande forza meccanica è importantissimo lubrificare sempre i fermi, il perno e la leva e mantenere la piastra sempre protetta dall’umidità per evitare la formazione di ruggine.

Con questi accorgimenti il piegaferro è un attrezzo che potenzialmente una volta entrato a far parte della vostra officina può restarvi per sempre senza bisogno di essere sostituito.

L’unica cosa che resta da fare è valutare quale degli attrezzi qui proposti fa per voi e piazzare il vostro ordine online, per iniziare a dare forma alle vostre creazioni in metallo fin dal prossimo momento dedicato al fai da te!

CarloC

CarloC

Dopo aver abbandonato la facoltà di Lingue e Letterature Straniere a pochi esami dal termine mi laureo in Lettere, Musica e Spettacolo. Ho all'attivo un libro sul Cinema Muto e poesie pubblicate in varie raccolte in libreria. Vivo a Malta dove ho potuto insegnare in una Secondary School Internazionale, qui lavoro come Web content editor freelance.
CarloC

LEAVE A REPLY

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.