– Conoscere l’estrattore di succo Zephir

Scegliere un estrattore di succo Zephir significa optare per un elettrodomestico che eccelle nel rapporto qualità-prezzo.

Zephir è un marchio dell’azienda Westim SPA e presenta un’elevata esperienza del settore degli elettrodomestici: proprio per questo motivo optare per un estrattore Zephir significa selezionare un’interessantissima soluzione per la preparazione dei propri succhi.

In questo articolo recensiremo due differenti estrattori, il modello ZHC57 e l’ZHC58, evidenziando le principali caratteristiche e differenze che possono portare alla scelta dell’uno o dell’altro.

3.4
ZEPHIR ZHC58
3
ZEPHIR ZHC57

Per prima cosa va sottolineato che in entrambi i casi si tratta di estrattori a coclea verticale. Questo aspetto garantisce sulla compattezza dell’elettrodomestico, che presenta un ingombro minimo sul piano d’appoggio.

Le ridotte dimensioni, infatti, li rendono molto pratici anche quando devono essere conservati, visto che possono essere riposti senza problemi in dispense o mensole occupando davvero pochissimo spazio. 

Le principali caratteristiche di un estrattore verticale

Saper scegliere un estrattore è fondamentale se si vuole trarre il meglio da questo tipo di elettrodomestico. Per questo motivo, se si opta per i modelli della Zephir è necessario conoscere le principali caratteristiche e funzioni di un estrattore a coclea verticale.

Per prima cosa si deve subito sottolineare che la differenza con i modelli orizzontali non è data solo dalla forma o dall’ingombro.

La differente disposizione della coclea, infatti, porta a una serie di variazioni nel funzionamento, nelle caratteristiche tecniche e nella tipologia di succo che viene estratto.

In particolare, gli estrattori di tipo verticale sono maggiormente indicati quando si utilizza frutta e verdura ricca di polpa e succo ma povera di fibre dure.

Queste ultime, infatti, possono intasarsi maggiormente intorno all’elica della coclea: in tal caso è fondamentale assicurarsi che l’estrattore selezionato abbia la funzione reverse per poter invertire il senso di marcia della rotazione e disincastrare in tal modo i residui senza dover smontare completamente l’elettrodomestico.

Inoltre, uno dei punti di forza degli estrattori verticali è la maggiore velocità con cui si riescono ad ottenere succhi vivi di frutta e verdura, ossia succhi ricchi di nutrienti come vitamine ed enzimi.

La velocità di ottenimento del succo non è data solo dalla maggiore rapidità di premitura, ma anche dalla praticità della preparazione.

Il tubo di inserimento di frutta e verdura degli estrattori verticali, infatti, è mediamente più ampio rispetto ai modelli orizzontali.

Questo significa che gli alimenti possono essere inseriti anche con tagli grossolani, senza che si debba perdere tempo a sminuzzare gli alimenti.

Infine, va sottolineato che i modelli verticali sono mediamente più economici: questo è particolarmente vero se poi si sceglie uno degli estrattori di succo della Zephir.

– I tratti comuni dei due modelli di estrattore di succo Zephir

Per poter definire la qualità di un estrattore di succo si devono prendere in considerazione le diverse caratteristiche tecniche ed estetiche, nonché la praticità dell’elettrodomestico.

Di seguito, pertanto, prenderemo in considerazione i tratti comuni ai due estrattori Zephir mentre più avanti definiremo nel dettaglio le peculiarità di ognuno di essi.

Come già evidenziato, entrambi gli estrattori sono a coclea verticale e presentano una potenza del motore di 150 watt. Si tratta di un valore standard per gli estrattori di succo di questo tipo e con un basso numero di giri al minuto.

Solitamente, infatti, potenze maggiori si trovano nelle centrifughe, che presentano un’elevata velocità di estrazione e, pertanto, necessitano di motori più potenti. Una potenza del motore più bassa, pertanto, non deve spaventare quando si deve scegliere un estrattore di succo.

Un altro elemento in comune di questi due modelli è dato dalla presenza delle due caraffe in dotazione, una per la raccolta del succo e l’altra per gli scarti. Queste due caraffe sono realizzate in materiali plastici e sono lavabili in lavastoviglie.

Proprio a riguardo delle modalità di pulizia, va sottolineato che entrambi gli estrattori sono completamente smontabili e possono essere lavati sia a mano che in lavastoviglie.

Quando possibile, tuttavia, si consiglia sempre il lavaggio a mano che garantisce una maggiore durata alle plastiche. Le elevate temperature della lavastoviglie, infatti, alla lunga potrebbero deformare nonché opacizzare i componenti plastici.

Il corpo macchina va sempre lavato a parte, utilizzando un panno leggermente inumidito ed evitando qualsiasi tipo di contatto con l’acqua. Prima di procedere alla pulizia, inoltre, è fondamentale avere staccato la spina di alimentazione.

Per una pulizia accurata, inoltre, l’estrattore andrebbe lavato dopo ogni utilizzo, per evitare che residui di frutta e verdura si secchino e incrostino rendendone difficile l’eliminazione e poco igienico un successivo utilizzo.

Per procedere in maniera più rapida alla pulizia delle singole parti, anche di quelle più complesse come i filtri, viene dato in dotazione uno spazzolino specifico, con setole dalla rigidità tale da assicurare la completa eliminazione di tutti i residui dalle trame del filtro nonché dall’elica della coclea.

Zephir ZHC58: un estrattore a freddo per la realizzazione di succo vivo

Zephir ZHC58 Estrattore di Succo, 150...
  • Estrattore di succo
  • Potenza 150 watt
  • 2 caraffe in dotazione

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2019-12-14 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Il modello ZHC58 della Zephir è un estrattore a freddo. Questo significa che questo estrattore di frutta e verdura garantisce un procedimento per la produzione di succhi che garantisce il mantenimento di temperature costanti all’interno del corpo motore e della camera di estrazione.

La temperatura di estrazione è fondamentale per garantire un’elevata qualità del succo ottenuto. Infatti quando si realizza un succo di frutta o un estratto di verdure, all’interno di queste bevande si vanno a riversare le stesse vitamine e tutti i nutrienti tipici proprio di frutta a verdura.

Se la temperatura di estrazione non viene mantenuta costante e fredda si rischia di alterare i nutrienti, ottenendo in tal modo un succo di frutta che, per quanto di gusto buono e in grado di dissetare, non garantirà un corretto apporto di sostanze nutritive.

In particolare, una temperatura elevata crea una degenerazione degli enzimi contenuti nella frutta e nella verdura. Ecco perché si parla, per i succhi realizzati con lo slow juicer Zephir ZHC58, di succhi vivi.

Dimensione e design

Per quanto riguarda le dimensioni, lo slow juicer Zephir ZHC58 presenta misure compatte e un peso tale da permettere semplici spostamenti durante l’utilizzo. Il design è moderno, con il colore bianco del corpo motore che si distingue dalla camera di estrazione e dal tubo di inserimento degli alimenti che, invece, sono neri.

Design e colori rendono questo estrattore un elettrodomestico perfetto per una cucina moderna o minimalista: con il suo aspetto essenziale, inoltre, può essere lasciato a vista come un vero e proprio accessorio d’arredo.

Il motore e la velocità di estrazione

Già è stato evidenziato che questo slow juicer presenta un motore da 150 watt. Va però evidenziato che si tratta di un motore caratterizzato da una funzione reverse, che permette di invertire il senso di rotazione della coclea.

Si tratta di una funzione tutt’altro che accessoria visto che assicura la massima velocità di rimozione di parti di frutta o verdura più dure o fibrose che restano incastrate tra le eliche della coclea.

Un blocco della coclea per questo motivo non solo può rallentare la produzione del succo di frutta, ma può anche provocare un surriscaldamento del motore che viene sforzato per cercare di far ruotare la coclea nella giusta direzione. Quando ci si accorge che la coclea non riesce a ruotare correttamente, quindi, sarà sufficiente invertire il senso di marcia del motore e proseguire con l’estrazione del succo.

Per quanto riguarda la velocità di rotazione, invece, questa è di circa sessanta giri al minuto. Si tratta di una velocità abbastanza comune per i modelli di slow juicer verticali: se si è alla ricerca di velocità inferiori, infatti, bisognerà puntare verso gli estrattori orizzontali. Velocità superiori, invece, solitamente superiori agli ottanta giri al minuto, non rientrano nel range di velocità degli estrattori di succo.

Zephir ZHC57: praticità d’uso e convenienza

ZEPHIR Linea Acciaio Estrattore di Succo...
3 Reviews
ZEPHIR Linea Acciaio Estrattore di Succo...
  • Motore da 55 giri/min - contenitore trasparente a...
  • Due caraffe in dotazione per la raccolta di succo...
  • Spazzolino per la pulizia finale dell' apparecchio...

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2019-12-14 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Il modello di slow juicer Zephir ZHC57 presenta un design molto essenziale. La forma tubolare e le dimensioni ridotte lo rendono particolarmente conveniente in cucine e ambienti non troppo ampi. Le misure di questo modello sono infatti di 20x14x43 centimetri mentre il peso è di appena 3.7 chili.

Si può facilmente comprendere che le dimensioni maggiori in altezza sono dovute alla tecnologia di estrazione dell’elettrodomestico che è di tipo verticale. Le dimensioni compatte e il peso contenuto rendono molto pratico e maneggevole questo elettrodomestico, che può essere facilmente spostato da un lato all’altro della cucina a seconda delle esigenze.

Per quanto riguarda invece l’aspetto puramente estetico, lo slow juicer ZHC57 presenta un corpo motore di colore argentato, su cui è montata la camera di estrazione in plastica trasparente. Il condotto per l’introduzione di frutta e verdura, invece, è nero.

Motore e velocità di estrazione

Anche questo estrattore, come il modello Zefir ZHC57 presenta un motore da 150 watt caratterizzato dalla funzione reverse.

Come già evidenziato si tratta di una funzione particolarmente importante per evitare sforzi al motore ma anche per evitare di dover smontare l’estrattore ogni volta che un residuo più fibroso di frutta o verdura si incastra tra le eliche della coclea.

La velocità è invece pari a 55 giri al minuto e assicura un’estrazione di succo vivo, ricco di vitamine ed enzimi. La bassa velocità e la temperatura di estrazione assicurano l’ottenimento di un succo non stressato, perfetto quindi per assicurare un apporto completo di nutrienti.

Facilità di pulizia e manutenzione

Anche questo slow juicer, proprio come il modello precedente, è un estrattore facile da pulire, perché completamente smontabile e lavabile sotto l’acqua corrente oppure in lavastoviglie.

La presenza, tra gli accessori in dotazione, di uno specifico spazzolino per eliminare tutti i residui di frutta e verdura dalle maglie dei filtri rende i procedimenti di pulizia molto rapidi e immediati.

Per garantire una maggiore durata nel tempo di questo modello di slow juicer si consiglia di procedere con il lavaggio dopo ogni utilizzo e, soprattutto, si ricorda di asciugare tutti i componenti dopo averli lavati. In tal modo si eviterà la formazione di macchie o il deposito di calcare.

Considerate le dimensioni ridotte dello slow juicer Zefir ZHC57, esso potrà essere facilmente riposto all’interno di una dispensa. In caso di necessità si potrà conservare smontato, avendo cura di fare molta attenzione alla posizione dei filtri che rappresentano la parte più delicata dell’elettrodomestico. Se si fa un utilizzo frequente dell’estrattore si può considerare la possibilità di tenerlo a vista, su un piano d’appoggio, per maggiore praticità.

– Vantaggi e svantaggi dei due modelli di estrattore Zephir

I due estrattori presentano una serie di caratteristiche comuni e si differenziano invece soprattutto per quanto riguarda l’aspetto estetico. Si può dire che per entrambi i modelli i principali vantaggi sono dati dalla praticità d’utilizzo, dalle dimensioni ridotte, dalla velocità di lavaggio e dall’ottimo rapporto qualità-prezzo.

Per quanto riguarda gli svantaggi, invece, si deve evidenziare che si tratta di modelli basic, caratterizzati da pochi accessori e un unico tipo di filtro. Questo rende questi due estrattori poco adatti a quanti amano realizzare succhi e bevande sempre varie e differenti per densità e tipologia.

– Per concludere

Gli estrattori Zefir ZHC57 e ZHC58 possono essere considerati degli elettrodomestici basic, perfetti per quanti vogliono avvicinarsi alla filosofia degli slow juicer senza troppe esigenze se non quella di realizzare succhi di frutta vivi, sani e salutari.

L’elevata praticità d’uso e facilità di pulizia li rende particolarmente apprezzati da quanti hanno una vita concitata e sempre di fretta, presi tra lavoro, famiglia e altre attività.

Serena - La Pimpa

"La Pimpa" come mi chiamano gli amici, appassionata da sempre di scrittura creativa. Ho lavorato per 10 anni nella grande distribuzione in qualità di addetta alle vendite nei reparti: piccoli elettrodomestici, grandi elettrodomestici e incasso.
Qui su Casina Mia sperimento la mia passione per la scrittura mettendo a frutto la mia esperienza con elettrodomestici e tecnologia domestica.

LEAVE A REPLY

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.