Quando si vuole ricreare un ambiente, in cucina, che rimandi ai meravigliosi colori delle coste italiane, all’idea di sole e di vacanza, con un tocco vintage, ma senza rinunciare alla modernità, allora lo stile mediterraneo è decisamente quello più indicato. Questo, infatti, ricorda un po’ le cucine di altri tempi, in cui i colori dominanti erano il blu, il giallo e l’azzurro; ma potevano esserlo anche il rosso e il viola, o il fucsia e l’arancio: dipende molto dagli accostamenti scelti.

Uno degli elementi che giocano un ruolo fondamentale nell’arredo sono le piastrelle, che, da sempre, sono il rivestimento più indicato per pareti e pavimenti di ambienti di servizio come bagno e cucina, ovvero quei luoghi in cui è necessario proteggere il muro da schizzi, macchie ed eccesso di umidità.

Il loro ruolo non è solo prettamente funzionale, ma anche estetico. La giusta scelta tra i vari tipi di  piastrelle maioliche in cucina, come quelle presenti sul sito di Terratinta Group, come quelle monocolore, magari giocando proprio su accostamenti e contrasti, può esaltare l’arredo e conferire quella nota di carattere in più a una delle stanze più vissute di tutta l’abitazione. Vale, dunque, la pena soffermarsi sulla scelta delle piastrelle per la cucina, specie se si persegue l’obiettivo di arredarla in stile mediterraneo.

Quali sono le più indicate?

– Maioliche

Se c’è una mattonella che più di altri incarna il concetto di stile mediterraneo, quella è proprio la maiolica. Una fantasia di giallo e blu, su fondo bianco, che ricorda tanto le ceramiche di Vietri, i profumi e i colori della Costiera Amalfitana, è perfetta per ricreare un ambiente in stile mare nostrum.

Questi colori e queste decorazioni danno senza dubbio un tocco di colore persino alle cucine più classiche e neutre, riempiendo di luce e carattere l’intera stanza. In questi casi il segreto è non abusarne e mantenere sempre un certo equilibrio tra la decorazione desiderata e lo stile dell’intera casa. Proprio perché la fantasia è caratterizzata da colori vivi e accesi, dedicargli anche solo alcuni dettagli, come il rivestimento del paraschizzi, può servire a dare carattere a tutta cucina.

cucina mediterranea

– Cucina minimal mediterranea

Mediterraneo non vuol dire necessariamente retrò. Per quanto mantenga un sapore vintage, lo stile mediterraneo di alcune mattonelle si sposa perfettamente anche con quello minimale di una cucina moderna e contemporanea. In questi casi si può propendere per decorazioni desaturate, caratterizzate da tonalità più spente e motivi geometrici che si ripetono.

cucina mediterranea

– Il paraschizzi che richiama il pavimento

Come accennato, il motivo delle maioliche, se si punta sulla loro versione originale con colori vivi, rischia di creare un effetto eccessivo. Se si vogliono impiegare le mattonelle maioliche per più elementi, come il paraschizzi e il pavimento, meglio accostare mattonelle differenti e abbinate tra loro. In questi casi i motivi potrebbero essere floreali, a onde e geometrici, sulle tonalità del panna, azzurro e beige desaturati. Una buona idea potrebbe anche essere accostare le maioliche al parquet o al cotto, solo nella fascia antistante alla cucina o a circondare l’isola, come un grande tappeto in ceramica.

Lucilla De Luca