L’idea di una cucina rossa potrebbe farti storcere il naso facilmente. Il rosso è infatti un colore molto forte, intenso, che non possa certamente inosservato: arredare un intero locale della tua casa con questa tonalità ti sembrerà senz’altro un grosso azzardo!

Eppure, con le giuste accortezze è possibile dare vita a una cucina di colore rosso elegante e di design, in grado di ispirare una calda atmosfera conviviale e di farti sentire realmente “a casa”.

Se sei curioso di scoprire come fare, ti trovi nel posto giusto! In questo articolo ti suggeriremo infatti i migliori spunti e idee di design per dare vita al perfetto arredamento di una cucina di colore rosso. Scommettiamo che a fine lettura ne vorrai anche tu una in questa tonalità?

– Cucina di colore rosso: no al “total red”, sì agli abbinamenti

Anche se sei tra gli amanti del rosso, trattandosi di un colore estremamente impattante, dovresti assolutamente evitare l’effetto “total red”. Dipingere la cucina interamente di rosso, pertanto, è un’idea che è meglio non mettere in pratica, in quanto alla lunga finirebbe per stancarti. L’ideale, al contrario, è tenere questa tonalità come base della tua cucina, arricchendola però con dettagli e finiture di altri colori.

Per farlo, puoi agire sia per contrasto che per somiglianza, oppure puoi optare direttamente per una tinta neutra come il bianco. La cucina rossa e bianca va infatti molto di moda, in quanto il bianco stempera dolcemente la vivacità del rosso, dando vita a un effetto allegro senza sconfinare nell’eccesso.

In alternativa, puoi anche ragionare al contrario: optare cioè per una cucina bianca e rossa, nella quale il bianco diventi la tonalità principale, “relegando” il rosso ai soli dettagli. La resa estetica finale, in questo caso, sarà dunque più discreta.

cucina rossa e bianca
Credits: Pinterest

Optare per una cucina moderna rossa e bianca, tuttavia, non rappresenta certo l’unica soluzione. Tanto più che è d’importanza fondamentale individuare la giusta finitura da conferire al rosso: esiste infatti una notevole differenza, a livello di resa estetica finale, tra le cucine rosse laccate e quelle che prediligono invece un effetto opaco.

In casi come questi non c’è una soluzione giusta e una sbagliata: dipende tutto dal tipo di ambiente che ti aspetti di ottenere. Se vuoi che il rosso “esploda” in tutta la sua potente carica vitale, allora ben venga l’effetto laccato; se invece preferisci sfumarlo un po’, allora la finitura opaca è quella che fa per te.

cucina rosso opaco
Credits: Pinterest

Un’altra maniera di abbinare il colore rosso in maniera suggestiva prevede di sfruttare questo colore per i soli mobili bassi, dipingendo di una tonalità differente (meglio se neutra) i pensili e i mobili più alti. Si tratta di una soluzione volta ad attirare l’attenzione dello sguardo verso il basso, ossia la parte “vivibile” della cucina, enfatizzando al massimo l’atmosfera conviviale.

cucina mobili bassi rossi
Credits: Pinterest

L’ultima considerazione da fare, nell’arredamento di una cucina moderna rossa, riguarda l’accostamento di questo colore con i vari materiali: un discorso altrettanto interessante, che ha direttamente a che fare con lo stile dell’ambiente.

– Con quali stili d’arredamento si sposa la cucina rossa

Quando si parla dei materiali di una cucina moderna rossa, non si può fare a meno di legare questo discorso a quello degli stili d’arredamento.

Arredare una cucina con il colore rosso non è infatti sufficiente: occorre incanalare questa tinta all’interno di un determinato stile d’arredamento, in grado ovviamente di sposarsi con essa.

La domanda è: quali sono gli stili d’arredamento che si sposano bene con il rosso? Noi ne abbiamo individuati tre: lo stile moderno, lo stile rustico – country e lo stile classico. Vediamoli nel dettaglio.

Cucina rossa moderna

Una delle più richieste in assoluto. Interpretare questo colore in stile moderno significa infatti adottare un mobilio dalle linee semplici e minimaliste, realizzato con materiali contemporanei quali acciaio, vetro e metalli.

Gli elettrodomestici dovrebbero presentare una finitura brillante, tipica della cucina rossa laccata e, soprattutto, essere dei modelli il più possibile attuali e comprensivi dei fornelli a induzione. Tra i complementi d’arredo, infine, non dovrebbe mai mancare una moderna isola o penisola al centro della stanza.

cucina rossa moderna
Credits: Pinterest

Cucina rossa rustica – country

All’estremo opposto del modello precedente, troviamo la cucina rossa in stile rustico – country. In essa predomina infatti un’atmosfera che rievoca un po’ quella de “La casa nella prateria”, in quanto il rosso viene abbinato a una serie di materiali e complementi d’arredo dal sapore squisitamente retrò.

Quindi via libera a pavimenti in legno e a pareti in cotto, magari con tanto di mattoni (rossi) a vista. Mobili e pensili devono essere anch’essi in legno e caratterizzati da un design vintage.

Ben vengano gli elementi naturali decorativi, come le piante, ma anche cesti di frutta a vista sul tavolo e, per finire, l’installazione di un bel lampadario vecchio stile completerà il ritorno al passato.

cucina rossa rustica
Credits: Pinterest

Cucina rossa classica

La cucina rossa classica rappresenta una sorta di via di mezzo tra i due modelli precedenti. La sua caratteristica principale consiste infatti nel prendere alcuni degli stilemi tipici dello stile rustico, come ad esempio i mobili vintage, rileggendoli però in una più elegante chiave moderna.

Un esempio potrebbe essere quello di adottare mobili in legno dalle linee semplici ed eleganti accanto ad elettrodomestici di ultima generazione. Il colore rosso, inoltre, viene solitamente usato in simbiosi con tonalità neutre o perfino accanto a toni contrastanti. Anche questo stile, inoltre, adotta spesso lampadari dal design retrò, con linee raffinate che rievocano l’estetica classica.

cucina rossa classica
Credits: Pinterest

– Pro e contro dell’arredamento di una cucina rossa

Inutile ribadirlo: il rosso è il colore che, più di ogni altro, presenta un impatto maggiore sull’ambiente circostante. Se non riesci ad apprezzarne la carica vitale e l’energia potente che emana, allora significa che la cucina rossa non rappresenta una soluzione adatta a te.

Tieni però presente il fatto che, come ti abbiamo ampiamente dimostrato, nulla ti vieta di sfruttare questo colore in abbinamento a un altro: non ci riferiamo soltanto alle cucine rosse e bianche, ma anche a quelle di altre tonalità, dove il rosso potrebbe essere usato per i soli dettagli senza tuttavia perdere l’energia e la vitalità che lo contraddistinguono.

Il rosso, del resto, è il colore dell’amore e della convivialità: due emozioni che si legano indissolubilmente alla cucina. Arricchire questo ambiente con qualche tocco di questa tinta, pertanto, non può che contribuire a rallegrare l’atmosfera.

Scarica la guida gratuita di Abitativo®

Eliana Tagliabue