puntura zanzara 300x225 - Come pulire le zanzariere in modo semplice e veloceIn questo periodo estivo il caldo non ci dà tregua, se poi a complicare le cose ci si mette il fastidio dovuto alla presenza di zanzare ed altri insetti molesti, le nostre giornate, ed ancor peggio le nottate, finiranno per trasformarsi in un vero e proprio incubo.

Se pensate di non correre alcun pericolo in tal senso da quando avete deciso di installare su ogni infisso di casa delle super performanti zanzariere su misura, ricordatevi che questo è vero solo a metà.

Affinché tali elementi funzionino sempre alla perfezione ed anche con il passare del tempo mantengano inalterata la loro efficienza, ma soprattutto se non si vuole rischiare che la zanzariera finisca per bloccare oltre al passaggio degli insetti anche quello dell’aria, ricordate che è necessario pulirle in modo accurato e con una certa frequenza.

telo zanzariera 300x300 - Come pulire le zanzariere in modo semplice e veloceIn effetti, la pulizia delle zanzariere è una di quelle cose a cui non si dà molto peso. Mentre i vetri prima o poi ci si accorge a vista d’occhio che non sono puliti; le zanzariere, pensate apposta per essere una presenza estremamente discreta, sovente quasi ci si dimentica di averle. Eppure dovete pensare che questi elementi sono costantemente esposti all’ambiente esterno, per cui le fitte maglie di rete da cui sono costituite sono destinate ad accumulare polvere ed acari, che a lungo andare non solo finiranno per entrare in casa vostra, ma impediranno anche un adeguato passaggio di luce ed aria.

zanzariera 300x199 - Come pulire le zanzariere in modo semplice e veloceA prescindere dal tipo di zanzariere che avete montato, che siano scorrevoli, fisse, a rullo, a battente, o a plissè (a meno che non si tratti di moderne zanzariere elettriche) l’ideale sarebbe lavarle almeno ogni tre mesi, sempre con una certa cura e delicatezza e senza servirsi di detergenti aggressivi, perché si tratta di elementi che se puliti troppo energicamente possono facilmente strapparsi, bucarsi o rompersi.

Ecco dunque che oggi vogliamo darvi qualche consiglio su come è possibile avere zanzariere sempre pulite, facendo meno fatica possibile.

Operazioni preliminari

sos zanzare 300x300 - Come pulire le zanzariere in modo semplice e velocePrima di affrontare la pulizia della zanzariera vera e propria, ovvero del telo che la contraddistingue, è consigliabile pulire anche la guida all’interno di cui questo scorre. Il modo più efficace e rapido, se non si dispone di un piccolo compressore è quello di acquistare in ferramenta una bomboletta di aria compressa.

Rimossa così la polvere, almeno una volta l’anno potrebbe essere il caso spruzzare anche un apposito spray lubrificante al silicone, in modo tale che la zanzariera scorra bene e senza intoppi.

Pulire le zanzariera con strumenti ad hoc

il folletto 225x300 - Come pulire le zanzariere in modo semplice e veloceSe siete dotati di un Folletto o di una Vaporella, che siano muniti di apposita spazzola, nonché di beccuccio nebulizzante, la pulizia delle zanzariere sarà decisamente semplice, veloce ed efficace e non sarà necessario contemplare l’utilizzo di alcun detergente.

Vi basterà aspirare delicatamente i teli uno ad uno, partendo dall’altro verso il basso e poi procedere con il passaggio del vapore, facendo attenzione a non tenere il getto troppo vicino alla maglia per evitare che questa si rompa.

Infine passate manualmente un panno in microfibra, così da eliminare eventuali residui di grasso, asciugare il tutto ed il gioco è fatto.

Pulire la zanzariera a mano

L’ideale per pulire manualmente ed in maniera davvero efficace le zanzariere, sarebbe smontare i teli uno ad uno ed immergerli in acqua calda e aceto per un po’. La realtà è che nella maggior parte dei casi questo non sempre è possibile e poi, anche qualora lo fosse, l’operazione diventerebbe alquanto lunga e complessa. Vediamo, allora, come procedere ad una detersione manuale, senza smontare nulla e agendo dall’interno.

Pulizie in Casa 300x197 - Come pulire le zanzariere in modo semplice e velocePer prima cosa procuratevi un pennello a setole morbide, una spugna o un panno di micro-fibra e munitevi di un bel secchio da riempire con almeno 3 litri d’acqua, un bicchiere d’aceto e 3 o 4 cucchiai di detersivo per piatti (mi raccomando che sia uno sgrassatore delicato).

Ora avete tutto ciò che vi serve, chiudete le persiane o le tapparelle in modo da andare a creare sorta di sostegno al telo della zanzariera e cominciate a spennellarlo delicatamente con il liquido contenuto nel secchio, avendo cura di ricoprirlo interamente, sempre partendo dall’alto e man mano procedendo verso il basso.

Lasciate agire il tutto per un po’ (nel frattempo potrete procedere ad effettuare la medesima operazione su un’altra zanzariera) e poi con la spugna o il panno di microfibra imbevuti d’acqua risciacquate il tutto e ripetete le operazioni in sequenza finché il risultato non vi soddisfa.

Se pulite periodicamente, una sola volta può bastare; se invece è passato parecchio dall’ultima volta in cui avete pulito le zanzariere, forse sarà meglio ripetere il tutto almeno un paio di volte.

Attenzione alla pulizia delle zanzariere a plissé

rana su zanzariera 300x195 - Come pulire le zanzariere in modo semplice e veloceAccortezze ancora maggiori vanno riservate alle cosiddette zanzariere plissettate, formate da un telo pieghevole che per sua natura risulta essere ancor più delicato degli altri.

Tutto quanto fin ora detto rimane assolutamente valido, ma in questi frangenti la persiana o la tapparella, anche se vengono chiuse, non forniscono un sostegno adeguato. Ecco, allora, che sarà necessario essere ancor più attenti e magari aiutarsi posizionando un cartone dietro alla rete, in modo da renderla più facilmente pulibile senza correre il rischio di romperla.

Se anche a pensarci bene non avete memoria dell’ultima volta in cui avete pulito le zanzariere di casa, forse è giunto il momento di correre ai ripari: armatevi degli strumenti necessari e seguite i nostri consigli. Non ve ne pentirete e noterete subito la differenza!

Sara Raggi

Ingegnere per tradizione di famiglia, dopo la prima laurea specialistica conseguita nel 2004 al Politecnico di Milano, ho deciso di assecondare il mio spirito creativo e diventare anche architetto. Così, da oramai più di 10 anni, il mio mestiere principale, nonché la mia passione, è proprio quello di progettare ed arredare le case. L’amore per la scrittura però mi accompagna da sempre e per questo, oramai da diverso tempo, scrivo per il web, soprattutto occupandomi di arredamento ed edilizia.
Sara Raggi

LEAVE A REPLY

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.