Pulire la casa senza stancarsi è il sogno di chiunque di noi. Diciamoci la verità: fare le pulizie è una cosa che non piace a nessuno, ma ciò non toglie che si tratti comunque di un’incombenza inevitabile e che, almeno una volta ogni tanto, va fatta per forza.

L’obiettivo, quindi, non è quello di trovare un modo per poterlo evitare (a meno di non potersi permettere una donna delle pulizie), bensì quello di riuscire a rendere questo noioso dovere il meno faticoso possibile. La domanda è: si tratta di una cosa fattibile? E se sì, come bisogna fare?

Questa guida nasce con l’intento di spiegare come pulire la casa senza stancarsi, svelando alcuni piccoli trucchi e “segreti del mestiere” che ci permetteranno di affrontare il momento delle pulizie casalinghe con cuore più leggero e senza sentirci oppressi.  Se ritenete l’argomento di vostro interesse, pertanto, non vi resta che proseguire con la lettura. 

– Pulire la casa: prendiamola con… psicologia!

La sensazione che proviamo di fronte a una casa pulita, nello specifico la nostra, la conosciamo tutti: ci soffermiamo ad ammirare il lavoro da noi compiuto con orgoglio e soddisfazione, ci sentiamo stanchi ma fieri di noi stessi e, oltre a tutto questo, possiamo crogiolarci nell’ammirare la nostra casa nuovamente pulita e splendente.

Tutte sensazioni bellissime, dunque, il problema è che, per arrivare a provarle, bisogna necessariamente passare dal calvario delle pulizie.

Il trucco, infatti, è quello di riuscire a tenere in ordine la casa risparmiando fatica e tempo, ma ciò non avverrà mai se non riusciamo nemmeno a trovare la voglia di cominciare.

A venirci in aiuto, fortunatamente, ci pensa la psicologia: è infatti sufficiente modificare leggermente il nostro modo di pensare, servendoci di piccoli trucchi mentali automotivanti, per trovare di colpo la forza di mettersi a pulire. Non ci credete? Andate alla prossima sezione!

I sei trucchi psicologici per trovare la voglia di fare le pulizie

Di seguito, andiamo a elencare sei piccoli trucchetti psicologici che possono risultare molto utili nell’aiutarci a trovare la voglia di metterci a pulire. Alcuni sono così particolari che vi sorprenderanno davvero!

  1. Partiamo subito esponendo un concetto che può apparire banale e scontato, ma che di fatto non lo è: non è necessario avere voglia di pulire per pulire. Detto così sembra assurdo, ma di fatto è la verità: per pulire la casa non serve sentirsi in vena di farlo, è sufficiente farlo. Quindi alziamoci dal divano e diamoci dentro, a prescindere che lo vogliamo o meno!
  2. Programmare le nostre pulizie domestiche, dividendole in compiti più piccoli, può aiutarci moltissimo a facilitarci la missione: possiamo ad esempio stabilire di dedicare un’ora del lunedì alla pulizia della cucina, mentre quella del bagno possiamo tranquillamente rimandarla al giorno dopo. Un trucco per rendere ancora più efficace questa soluzione consiste nel concedersi delle piccole gratificazioni a compito concluso: un esempio? La pulizia del bagno ci apparirà molto meno gravosa se la facciamo pensando che, una volta conclusa, usciremo per concederci un po’ di shopping!
  3. Se dovesse stranamente capitarci di sentirci in vena di pulire, per esempio perché notiamo della polvere sugli scaffali e avvertiamo l’impellenza di toglierla, assecondiamo questa nostra sensazione. Non imponiamoci di essere pigri soltanto perché in quel momento non avevamo programmato di pulire: al contrario, attiviamoci e puliamo, così non saremo costretti a farlo quando la voglia ci sarà passata.
  4. Diamoci un tempo limite per ogni incombenza: se, ad esempio sappiamo che per togliere la polvere dalle mensoline abbiamo soltanto un quarto d’ora, con tanto di timer che suona, ci ritroveremo a spolverare velocemente per rispettare la tempistica. Ciò non significa farlo male ma, al contrario, sfruttare quei quindici minuti per farlo al meglio delle nostre possibilità, con la consapevolezza che a breve tutto sarà finito.
  5. Se ne abbiamo la possibilità, possiamo e dobbiamo facilitarci il compito di pulire rivolgendoci ad aiuti esterni: può trattarsi della donna delle pulizie (per chi può permettersela), della lavanderia o, perché no, anche di un aiuto più tecnologico come il robot pulisci casa. Non c’è assolutamente nulla di male nell’ammettere di aver bisogno di un aiuto o, semplicemente, di assecondare un po’ la propria pigrizia delegando alcuni compiti ad altre persone (o macchine).
  6. Un ultimo trucchetto che può risultare molto utile è quello che prevede di porsi una semplice domanda: devo per forza mettermi a pulire? No, non è il modo migliore di assecondare la nostra pigrizia. Al contrario, a volte può rivelarsi un vero balsamo in grado di farci sentire meno in colpa e, soprattutto, evitare di farci cadere nell’errore di sacrificare attività migliori per dedicarci alle pulizie domestiche. Un esempio? Va bene programmare ma, se la domenica che pensavamo di dedicare alle pulizie si rivela essere una bellissima giornata di caldo estivo, sarebbe un peccato privarci della gioia di uscire per starcene chiusi in casa a pulire. Quand’anche per una volta lasciassimo la casa un po’ meno splendente, non accadrà certo il finimondo e noi, al contrario, non avremo buttato via una preziosa domenica d’estate.

Questi, dunque, sono i sei trucchi di automotivazione con i quali la psicologia ci viene in aiuto nel convincerci a svolgere le pulizie domestiche. Esistono tuttavia anche metodi più pratici e immediati, che possono facilitarci non poco questo genere d’incombenza. Ne parliamo nel prossimo paragrafo.

– Come pulire la casa con facilità: trucchi e segreti per risparmiare tempo ed energie

Nel paragrafo precedente abbiamo affrontato la pulizia della casa da un punto di vista prettamente psicologico, illustrando sei piccoli trucchi automotivanti che possono risultare veramente utili.

In questo, invece, considereremo la questione nei suoi aspetti più pratici, svelando anche in questo caso una serie di trucchi, il cui scopo è però quello di renderci le pulizie domestiche il meno gravose possibili. Vediamo come.

Tre sane abitudini da mantenere per facilitare le pulizie domestiche

Di seguito andremo a elencare tre sane abitudine che, se mantenute con regolarità e costanza, ci daranno la possibilità di pulire la casa in poco tempo proprio grazie al fatto di farlo sempre. Concetto poco comprensibile? Dopo la lettura del nostro elenco vi apparirà più chiaro!

  • Un metodo che ci permette di evitare l’impegno delle grosse pulizie consiste, molto semplicemente, nel pulire la casa tutti i giorni. Detto così sembra quasi una presa in giro, ma si tratta in realtà di un concetto molto semplice, che può anche tradursi nell’evitare di sporcare la casa. Evitare che le gocce spruzzate dal rubinetto macchino il lavabo, lavare i piatti ogniqualvolta li si usa e rifare sempre il letto sono piccole e sane abitudini che, se mantenute quotidianamente, possono aiutarci davvero molto. Anche prestare attenzione a ciò che cade per terra, provvedendo a raccoglierlo ed eventualmente a pulire nell’immediato, può rivelarsi un’ottima cosa, permettendoci di lavare i pavimenti senza fatica in un secondo momento.
  • Mantenere la casa in perfetto ordine è un’altra sana abitudine che rientra tra i trucchi per pulire la casa in maniera più veloce e meno faticosa: una casa ordinata è oggettivamente più bella di una disordinata e già solo la soddisfazione di vivere in un’ambiente esteticamente gradevole dovrebbe essere sufficiente a farci prestare attenzione a non lasciare le cose in giro.
  • Avete mai pensato alla possibilità di scrivervi un calendario delle pulizie? Si tratta di un’idea molto utile, ideale per programmare ciò che dobbiamo fare giorno dopo giorno o settimana dopo settimana: in questo modo, il lavoro risulterà enormemente semplificato.

Come possiamo vedere, dunque, attendendosi a queste tre sane abitudine, è possibile di fatto mantenere la casa pulita e ordinata in maniera quotidiana: in tal modo, quando effettueremo le pulizie vere e proprie, il lavoro ci risulterà molto più semplice e velocizzato.

Pulire senza fare fatica: i consigli per i pigri

I trucchi psicologici e il mantenimento delle sane abitudini giornaliere sono tutte cose indubbiamente utili, ma cosa fare quando ci si sente davvero pigri e la sola voglia di metterci a pulire a fondo la casa ci fa star male?

Ebbene, anche in questo caso esiste una serie di trucchetti che possono rivelarsi molto utili, appositamente ideati per rendere quest’incombenza il meno faticosa possibile. Vediamo quali sono.

  • Quando bisogna spolverare, un’idea è quella di farlo sfruttando le salviettine messe nell’asciugatrice per profumare i capi: grazie alle loro proprietà antistatiche, infatti, non solo tratterranno la polvere, ma ne impediranno anche la riformazione. Facile ed ecologico!
  • Il condizionatore non serve soltanto a rinfrescare la casa: con un deodorante posto sopra, infatti, può rivelarsi anche un eccellente profumatore automatico.
  • È possibile pulire il forno a microonde standosene comodamente spaparanzati sul divano. Come? Semplicemente inserendo al suo interno una tazza composta per metà da aceto bianco e per metà d’acqua, lasciandola cuocere nel microonde per tre minuti. Il vapore da essa rilasciato, infatti, scioglierà lo sporco ed eliminerà i batteri. A noi sarà soltanto richiesta una veloce passata di spugna sul resto delle superfici.
  • Il trucchetto dell’aceto funziona anche per la lavastoviglie. Basta mettere la tazza (stavolta con il solo aceto) su uno qualunque dei suoi ripiani e lasciare che l’elettrodomestico si pulisca da solo.
  • Perché disturbarsi a pulire la doccia quando basta limitarsi a spruzzare il detergente e metterci noi stessi sotto il rilassante getto caldo? E, nel mentre che ci crogioleremo sotto l’acqua, la doccia verrà pulita.
  • La tastiera del pc è così sporca da essersi trasformata in una metropoli per germi e batteri? Basta metterla nella lavastoviglie. Sì, è possibile: e i risultati ottenuti saranno eccezionali.

– Conclusione

Siamo giunti al termine di questa guida dedicata a una delle incombenze più noiose del mondo: la pulizia della casa. Come abbiamo avuto modo di scoprire, esistono delle maniere per fa sì che essa non ci appaia più come un temibile spauracchio da rimandare il più possibile (se non addirittura de evitare).

Attenendoci ai trucchi psicologici e ai piccoli escamotage che abbiamo suggerito per rendere il tutto meno gravoso, fare le pulizie domestiche ci apparirà di colpo sotto un’altra luce e la nostra casa tornerà a splendere e a brillare senza che questo ci provochi perdita di tempo e di energie preziose.

Eliana Tagliabue

Scrittrice per vocazione, dopo la laurea in Lettere e svariate collaborazioni con le testate web, inizia a collaborare con Casina Mia, appassionandosi alla casa, intesa sia come tematica che come luogo di lavoro.
Eliana Tagliabue

LEAVE A REPLY

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.