Con il passare degli anni si avverte sempre di più la necessità di utilizzare e sfruttare le energie rinnovabili. Non a caso sempre più persone stanno decidendo di installare i pannelli solari sui tetti delle proprie abitazioni in modo da avere energia pulita e risparmiare in bolletta. Uno dei vantaggi che contraddistinguono i pannelli solari, infatti, è la possibilità di ridurre i costi della bolletta già nel breve termine, cosa tutt’altro che marginale.

1.    Utilizzare solo pannelli di qualità e garantiti

Sicuramente un impianto realizzato con materiali di qualità ha una produttività maggiore. Per questa ragione, è preferibile investire cifre superiori in un primo momento, ma assicurarsi una durata maggiore nel tempo senza perdita di efficienza. Bisogna controllare sia la presenza della certificazione standard europea, che la presenza della garanzia offerta dal produttore (obbligatoria per legge).

In genere, anche se i pannelli solari potrebbero funzionare per ben 40 anni, sono garantiti per 25 anni. Ciò che bisogna controllare, però, è la potenza garantita in uscita al venticinquesimo anno. Per non avere problemi nella scelta, è bene sapere che qui puoi trovare i migliori pannelli solari.

2.    Eseguire regolarmente interventi di manutenzione

Fatte le debite premesse in ordine alle caratteristiche e i vantaggi dei pannelli, occorre ora capire come fare per ottenere il massimo dell’energia pannelli solari durante gli anni. È sicuramente possibile affermare che i pannelli solari per energia elettrica (e non solo) necessitano di essere puliti e lavati con regolarità.

Gli interventi di manutenzione ordinaria, infatti, sono indispensabili per rimuovere gli accumuli di polvere che possono ostruire le celle dei pannelli, e quindi limitarne il funzionamento. È fondamentale, infatti, evitare che sulle celle dei pannelli solari possano accumularsi polvere e detriti in quanto questi potrebbero ridurre l’efficienza dei pannelli solari. Il suggerimento è quello di lavare i moduli dei pannelli almeno una volta all’anno, meglio se durante la stagione estiva.

Ovviamente, è necessario avvalersi del supporto di una ditta specializzata, per non correre il rischio di danneggiarli con prodotti inadeguati. Nel caso in cui i pannelli dovessero essere installati in zone caratterizzate da un intenso traffico urbano, ad esempio sulle case ubicate in centri urbani, potrebbe essere necessario anche pulire i pannelli più volte l’anno al fine di garantire il massimo delle prestazioni dei pannelli solari.

3.    Attivare un sistema di monitoraggio dei pannelli

Un altro suggerimento per verificare che i pannelli solari stiano producendo il massimo dell’energia elettrica date le loro caratteristiche e le condizioni climatiche, è monitorarne il funzionamento. I pannelli solari, infatti, non devono essere strumenti da posizionare sul tetto e da lasciare li, senza considerarli minimamente. È importante monitorarli costantemente per capire effettivamente il loro operato.

Non a caso, la maggior parte dei produttori di pannelli solari consentono di avvalersi del supporto dei tecnici mediante un’apposita app collegata ai pannelli. Tale applicazione, infatti, è in grado di monitorare l’efficienza dell’impianto, e di comunicarla in tempo reale ai tecnici, soprattutto in caso di anomalie concernenti la quantità di energia prodotta dagli stessi, l’irraggiamento e la temperatura.

Lucilla De Luca