Escogitare rimedi contro le cimici significa trovarsi in una delle più comuni situazioni che possono verificarsi in ambito domestico. Questi piccoli e fastidiosi insettini sono infatti famosi per infestare spesso e volentieri le nostre case, causando non poco fastidio e suscitando per lo più un senso di disgusto.

Liberarsi della loro presenza diventa quindi assolutamente indispensabile e, per farlo in maniera definitiva, è necessario sapere con esattezza come procedere.

Questa guida, dunque, nasce proprio con lo scopo di aiutarvi a risolvere questo fastidioso problema, suggerendovi una serie di rimedi che si sono rivelati molto efficaci.

Quindi, se siete tra coloro che non sopportano più la presenza delle cimici nella propria casa, siete capitati nel posto giusto e v’invitiamo a proseguire con la lettura per scoprire tutto quello che dovete fare per liberarvene definitivamente. 

– Come allontanare e debellare le cimici: agire subito per stoppare il problema sul nascere

Quando ci si ritrova a dover combattere contro questi sgradevoli insetti, il primo errore da evitare è proprio quello di schiacciarli. Uccidere le cimici in questo modo è infatti una pessima idea, per il semplice fatto che, nel momento in cui vengono disturbati o spiaccicati, questi animali emettono un odore davvero sgradevole, rendendo il nostro compito ancora più impegnativo e disgustoso.

Cosa fare, dunque? Innanzitutto, come in ogni guerra che si rispetti, occorre un po’ di strategia: per poter sconfiggere un nemico è infatti necessario conoscerlo e studiarne le abitudini ma, soprattutto, i punti di debolezza.

Le cimici, in questo senso, non fanno certo eccezione, motivo per cui la cosa migliore da fare è capire con che tipo d’insetto abbiamo a che fare e, per quanto la prospettiva possa apparirci sgradevole, imparare a conoscerlo più da vicino.

Cimice: due specie, un unico problema

Quello che noi definiamo comunemente “cimice” di fatto non è un unico insetto, ma un vero e proprio gruppo di animali presente in Italia in due differenti specie: abbiamo infatti la cimice verde e la cosiddetta cimice asiatica, che si distingue dalla precedente per il fatto di presentarsi di colore marrone.

Tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo ritrovati ad avere le cimici in casa e avremo senz’altro notato che esse sono effettivamente di due diversi colori: a volte ci sono solo quelle verdi, altre quelle marroni e, in molti casi, possono essere presenti contemporaneamente entrambe le specie.

Nonostante questi insetti siano soliti vivere all’aria aperta, in particolare nelle zone in cui è presente molto verde, non è insolito che, all’arrivo dei primi freddi, s’intrufolino nelle nostre case alla ricerca di riparo e calore, rischiando così di provocare una fastidiosa infestazione.

La specie di cimice che ci capita non ha alcuna importanza: la risposta alla domanda “come eliminare le cimici marroni?” è infatti la medesima di “come eliminare le cimici verdi?”, vale a dire: con la prevenzione.

Per evitare di dover correre ai ripari in un momento successivo (ossia quando l’invasione è già all’apice) sarebbe infatti meglio stoppare la cosa sul nascere sfruttando qualche piccolo e semplice accorgimento.

Accorgimenti e strategie per debellare le cimici in modo naturale

Di seguito, proponiamo una serie di accorgimenti e strategie estremamente utili per debellare le cimici in modo naturale. Si tratta perlopiù di rimedi preventivi: sfruttabili, cioè, quando le cimici sono ancora molto poche e la stagione fredda è appena agli inizi.

Il loro scopo, infatti, consiste più che altro nel prevenire un’infestazione, piuttosto che risolverla. Vediamoli insieme.

  • Un primo e ovvio rimedio consiste, molto semplicemente, nel mettere le zanzariere alle finestre: oltre a rivelarsi molto utili per le cimici, impedendone di fatto l’ingresso in casa nostra, nella stagione estiva ci salveranno dalla piaga delle zanzare, rivelandosi pertanto un’eccellente strategia sfruttabile per tutto l’anno.
  • Come abbiamo già fatto notare, conoscere le abitudini e i punti deboli del nostro nemico può effettivamente aiutarci a sconfiggerlo. Il punto debole delle cimici, che coincide anche con la loro abitudine, è rappresentato dalle piante, delle quali questi insetti si nutrono. Se possediamo un minimo di pollice verde, dunque, un’ottima idea è quella di decorare con piante aromatiche i nostri davanzali e balconi: il basilico in questo senso è ottimo. Esso, infatti, attirerà inesorabilmente tutte le cimici del circondario, prendendole letteralmente in trappola e consentendoci così di sbarazzarcene ancora prima che entrino in casa. Il basilico, inoltre, è una pianta appetibile anche per noi e nulla ci vieta di rubarne qualche fogliolina alle cimici per usarla sui nostri spaghetti al pomodoro: come unire l’utile al dilettevole!
  • Un rimedio un po’ meno profumato, ma davvero molto efficace, è quello di sfruttare l’aglio che, al contrario del basilico, ha il potere di allontanare le cimici, agendo come un antiparassitario naturale. Spargere qualche spicchio d’aglio in giro per la casa o coltivarlo su balconi e davanzali può quindi rivelarsi molto utile.
  • Infine, un ultimo rimedio strategico per prevenire la diffusione di questi fastidiosi insetti consiste nell’utilizzo della farina fossile, che ha il potere di allontanarli. Per sfruttarne il potere, è sufficiente posizionarne una roccia nelle zone sensibili, quindi sotto le finestre, sul balcone e in qualche angolo strategico della casa: come si suol dire, prevenire è meglio che curare!

Queste, dunque, sono piccoli e semplici accorgimenti che, fedeli al motto napoleonico “La miglior difesa è l’attacco“, permettono di fermare l’invasione prima ancora che essa avvenga.

Già, ma come combattere le cimici quando sono già entrate in casa? Come si può rimediare quando la frittata è già stata fatta? Anche in questo caso, le soluzioni esistono, quindi niente paura: ce ne occupiamo nel prossimo paragrafo.

– Migliori insetticidi e trappole per le cimici: cosa fare quando l’infestazione è già in atto

Nel paragrafo precedente abbiamo trattato l’infestazione delle cimici nei suoi aspetti iniziali: quando, cioè, iniziano i primi freddi e noi ci ritroviamo ad avvistare qualche cimice solitaria, verde o marrone che sia, che si aggira sui nostri balconi o sui davanzali delle finestre, in procinto di trovare l’occasione giusta per intrufolarsi in casa.

In casi come questi, infatti, i rimedi e gli accorgimenti che abbiamo elencato possono rivelarsi molto efficaci.

Ma cosa succede se ci accorgiamo dell’infestazione nel momento in cui essa ha assunto un carattere più massiccio? Cosa dobbiamo fare quando il peggio è già avvenuto e le piccole nemiche si sono già impossessate della nostra casa?

A questo punto, l’unica cosa da fare è combatterle con energia, magari utilizzando dei repellenti per cimici. La buona notizia è che, anche in questo caso, esistono degli ottimi prodotti naturali, efficaci quanto gli insetticidi chimici ma senza i danni collaterali da essi provocati. Scopriamo insieme quali sono.

I migliori insetticidi naturali da usare contro le cimici

Di seguito riportiamo un breve elenco di ottimi prodotti naturali e rispettosi dell’ambiente in grado di risolvere con grande efficacia il problema delle cimici. Essi sono:

  • sapone molle potassico: meglio conosciuto come sapone di Marsiglia, si tratta dell’insetticida in assoluto più rispettoso dell’ambiente ma, di contro, anche il più blando, motivo per cui risulta utile solo nel caso di un’invasione ancora piuttosto limitata. Grazie alla sua consistenza schiumosa, spruzzato sulle cimici ne provoca l’occlusione delle vie respiratorie, uccidendole per asfissia. Per utilizzarlo, è sufficiente diluirne 10 grammi in un litro d’acqua, e il gioco è fatto.
  • Piretro verde: insetticida a largo spettro, va anch’esso miscelato con l’acqua, nella misura di 2 ml al litro. Anche questo molto naturale, permette però di ottenere risultati un po’ più efficaci del precedente.
  • Olio di Neem: sostanza idrosolubile, anche questa dev’essere mischiata all’acqua. In questo caso la misura corretta è di 15 ml per litro: ottenuta questa soluzione, va spruzzata sulle cimici che, a contatto con l’olio, cesseranno sia di nutrirsi che di riprodursi.
  • Insetticidi piretroidi: quest’ultima possibilità rappresenta l'”extrema ratio”, cioè quella da utilizzare solo nel caso in cui le precedenti dovessero fallire. Questi insetticidi, infatti, sono tutto meno che naturali e, benché risultino di sicura efficacia contro le odiatissime cimici, possono anche causare reazioni allergiche nelle persone sottoposte a una prolungata esposizione. Prima di farne uso, dunque, sarebbe bene tentare tutti gli altri rimedi.

Questi che abbiamo elencato sono dunque i migliori insetticidi non chimici (a parte l’ultimo) che si possono utilizzare per risolvere il problema cimici.

Essi, tuttavia, rischiano di rivelarsi inefficaci se prima non riusciamo a localizzare le cimici e a prenderle in trappola. Come fare, dunque? Lo sveliamo nella prossima sezione.

Come imprigionare le cimici: tre trappole che non lasciano scampo

Di seguito proponiamo tre trappole geniali appositamente ideate per intrappolare gli insetti e che funzionano alla grande anche per le cimici. Scopriamole insieme.

  • La prima trappola consiste nel posizionare delle strisce adesive di carta moschicida in tutta la casa o, quantomeno, nelle zone che si sospettano essere più a rischio. Questa soluzione offre due grandi vantaggi: il primo è dato dal fatto che aiuta a scoprire quali sono le zone dell’abitazione predilette da questi insetti; il secondo, invece, è quello di consentirci di catturarli con grande facilità.
  • Una seconda trappola, ancora più geniale, rappresenta anche un’ottima idea per riciclare la plastica, dato che per costruirla ci serve una bottiglia grande di questo materiale. Per poterla realizzare, bisogna tagliare la parte superiore della bottiglia, quella più stretta per intenderci, e infilarla capovolta nell’apertura circolare creatasi nella parte rimasta. Alla base della bottiglia dovremo poi applicare una torcia piatta a batteria che illumini verso l’alto, posizionando il tutto in una zona buia della casa. Le cimici, inesorabilmente attratte dalla luce, tenteranno d’infilarsi nella parte superiore per raggiungere la luce, rimanendo così imprigionate al suo interno.
  • L’ultima trappola, invece, è meglio metterla fuori di casa, sebbene possa rivelarsi utile anche all’interno dell’abitazione. Consiste, molto semplicemente, nel riempire un catino di acqua e detersivo e collocarlo sotto una bella lampada luminosa. Anche in questo caso la tentazione della luce risulterà troppo forte per le cimici, che affogheranno nel tentativo di raggiungerla.

L’utilizzo di queste trappole può rivelarsi davvero molto utile nella cattura delle cimici, riuscendo così a debellarne la diffusione all’interno della nostra casa.

– Come non fare entrare le cimici in casa: prevenire è meglio che curare

Nei paragrafi precedenti abbiamo spiegato con precisione come bisogna intervenire nel momento in cui l’invasione delle cimici è appena iniziata o magari è già diventata insostenibile.

In virtù del fatto che prevenire è sempre meglio che curare, tuttavia, esistono anche dei rimedi volti a evitare che questi detestabili insetti si avvicinino alle nostre case o quantomeno non riescano a entrarvi.

Mettendoli in atto nella maniera corretta, dunque, potremo evitarci la loro presenza a prescindere. Vediamo insieme come fare.

Come prevenire un’infestazione di cimici: possibili soluzioni

Vediamo ora un elenco di pratiche soluzioni, perlopiù di semplice realizzazione, volte a prevenire l’ingresso delle cimici nella nostra casa.

  1. Il primo rimedio consiste, molto banalmente, nel chiudere tutte le crepe con un buon sigillante. Si tratta senz’altro di un lavoro certosino e molto noioso, ma è sufficiente farlo una volta all’anno, nel periodo dell’invasione, per garantirsi una stagione tranquilla e libera dalle cimici.
  2. Abbiamo già detto, precedentemente, che le zanzariere possono costituire un’ottima difesa contro le cimici e gli insetti in generale: è bene, tuttavia, tenerle costantemente monitorate, onde evitare che possano bucarsi e consentire così il via libera alle piccole nemiche. Un’ulteriore precauzione consiste nello strofinare le zanzariere con dei fogli asciugabiancheria: pare che le cimici ne detestino l’odore.
  3. Un’altra soluzione ottimale consiste nel preparare uno spray alla menta, diluendo dieci gocce di olio essenziale in 480 ml di acqua. Dopo aver agitato il tutto, bisogna spruzzare la soluzione in tutti i punti di accesso della casa, sfruttandola così come una sorta di repellente.
  4. L’attenuazione delle luci esterne della casa rappresenta un’altra buona misura preventiva: l’ideale sarebbe quello di usare le luci con sensori di movimento. Oltre a essere meno dispendiose di quelle fisse, accendendosi solo di tanto in tanto eviteranno l’avvicinarsi delle cimici e, al contempo, segnaleranno anche la presenza di movimenti sospetti di altro tipo. Due vantaggi in uno, dunque.
  5. Infine, quando stendiamo il bucato all’aperto, dobbiamo fare molta attenzione nel momento in cui lo riportiamo in casa, controllandolo minuziosamente: spesso le cimici scelgono infatti questa semplice e impensabile via per prendere possesso della nostra abitazione.

– Conclusione

Siamo giunti al termine di questa nostra guida dedicata a uno dei problemi domestici più comuni e fastidiosi: quello causato dall’invasione delle cimici.

Come abbiamo potuto vedere, le soluzioni da mettere sono molte e varie e, nella maggioranza dei casi, a funzionare meglio sono proprio i vecchi e sani rimedi naturali.

La cosa importante da ricordare, tuttavia, è che questi insetti non sono di fatto in grado di provocare alcun danno: né a noi, né ai nostri animali domestici. Quindi non è affatto necessario terrorizzarsi nel momento in cui ne vediamo una.

Se invece l’infestazione rischia di diventare seria, allora è invece opportuno intervenire e ci auguriamo che, dopo la lettura di questa guida, sappiate esattamente come dovete fare.

Eliana Tagliabue

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here