Chi non hai mai sognato di avere una casa al mare dove potersi rifugiare e rilassarsi, d’estate, ma anche in inverno?

Ora che finalmente ne avete una, giustamente, desiderate che sia perfetta ed incarni in tutto e per tutto quella casa al mare che da sempre sognavate.

Per far sì che questo accada dovete arredarla con gusto, facendo in modo che non manchi niente e che ogni cosa risulti quella giusta, al posto giusto!

Non è detto che per farlo dobbiate investire una fortuna: con un po’ di fantasia e buon gusto anche spendendo poco, è possibile ottenere ottimi risultati e creare l’atmosfera migliore, quella che vi faccia desiderate di fuggire al mare, nella vostra casetta di villeggiatura, ogni volta che ne avete l’occasione.

Lo stile marinaro: il modo migliore per portare il mare all’ interno della vostra casa

Di certo la scelta più comune per arredare una casa di mare è proprio quella di ricorrere allo stile, cosiddetto, marinaro o marino.

Le regole di questa tendenza sono poche e semplici: tutto, in qualche maniera, dovrebbe ruotare attorno al mare rievocandolo direttamente o indirettamente.

Dai colori delle pareti, agli accessori, in alcuni casi persino mobili e complementi possono essere d’ispirazione tipicamente nautica.

Mi raccomando: sempre senza esagerare perché altrimenti finirete per creare un’ambiente pesante e poco piacevole!

Lo stile marina può peraltro essere ricreato in vari modi, specie per quanto concerne il mobilio vero e proprio: chi preferisce la modernità potrà optare per superfici bianche, molto pulite, magari un laccato a poro aperto è preferibile a superfici lucide, che comunque non sono da escludere a priori. Il romanticismo, poi, fa da padrone: perfetti dunque gli arredi in stile shabby !

In commercio vi sono però anche mobili da veri marini, che ricordano in tutto e per tutto e per tutto gli interni delle vecchie barche a vela.

Ciascuno farò come meglio crede, anche perché sono poi i dettagli a fare la differenza.

L’uso del colore

galleryhome.it

In una casa al mare l’utilizzo di colori che rimandino al mondo marino è essenziale per riuscire a creare l’atmosfera più giusta. Come già accennato, per i mobili la soluzione più semplice è di certo quella di optare per il bianco.

Il total white può risultare perfetto in ogni ambiente, ma per il trattamento delle pareti e per la scelta dei tessili, come tende, copriletti e cuscini, o ancora per i complementi d’arredo, come lampade, cornici, vasi, ecc….

è necessario riuscire a creare il giusto contrasto.

L’abbinamento più classico è indubbiamente bianco e azzurro, o blu, con tutte le varie nuance che in qualche misura ricordino il mare ed il cielo.

Ad esempio nel living ad un bel divano bianco potrete abbinare dei cuscini d’arredo blu, magari con a fianco delle poltrone in pelle moderne della stessa totalità. Se non avete paura di osare potreste anche utilizzare del rosso corallo, o optare per delle fantasie in stile marino: pesci, ancore, barche, coralli, stelle marine e molto altro ancora.

Al contrario se temete che un eccesso di colore o l’uso di stampe, a lungo andare, finirebbe per stancarvi potrete sempre utilizzare tinte più neutre, sempre rigorosamente ispirate ad elementi naturali, come il beige che richiama il colore della sabbia oppure optare per essenze in legno; persino scuro, come quello utilizzato per i mobili da nave, o decappato in perfetto stile shabby chic!

Anche la scelta dei tessuti ha la sua importanza

Anche la scelta dei tessuti perfetti è molto importante per riuscire ad ottenere la giusta atmosfera. L’ideale sarebbe preferire filati freschi ed assolutamente naturali, come il lino ed il cotone.

Comunque, in tutti i casi, per le tende, ad esempio, è meglio puntare a qualcosa di molto trasparente ed impalpabile, o anche più grezzo e spesso, ma a trama piuttosto grossa, in modo tale che la luce possa entrare copiosa anche a tende tirare e possiate goderne a pieno!

Per coloro che, nonostante tutto, desiderano dare alla propria casa di mare un’impronta più moderna e minimal il bianco andrà benissimo, magari con qualche tocco di turchese qui e lì.

Diversamente, soprattutto per i tessili d’arredo, potete prediligere colorazioni marine, spaziando tra i vari  toni del celeste, del blu e dell’azzurro.

Da abbinare a mobili più romantici in stile shabby chic risultano perfetti anche i tessuti a righe o quelli fantasia, sempre a patto che richiamino il tema.

Gli accessori giusti

Mai come in questo caso, la scelta degli accessori e dei complementi d’arredo più giusti può determinare la buona riuscita del tutto.

Se per arredare la vostra casa al mare avete deciso di acquistare degli arredi molto particolari, come dei mobili in stile marinaro, di qualità e anche particolarmente costosi, sappiate che sono parecchio impegnativi visivamente, allora è bene che lasciate poco spazio per altro!

Diversamente, se con i mobili vi siete attenuti al bianco, date libero sfogo alla fantasia: reti da pesca, corde, simpatici quadretti con all’ interno riprodotti i vari “nodi” utilizzati per le imbarcazioni o piccoli velieri, timoni, bussole, vecchie lampade da nave, ma anche bitte da ormeggio utilizzate come appendiabiti, ciotole o bottiglie di vetro contenenti sabbia e conchiglie, stelle marine, pesci, coralli, fedeli riproduzioni di navi in miniatura, tutte queste cose potranno essere utilizzate indistintamente come soprammobili o per arricchire le pareti.

Nelle camerette dei bambini ad esempio bastano degli  stickers murali in tema con il mondo marino ed un immancabile baule porta giochi, come quello che contiene il tesoro dei pirati per  creare l’atmosfera desiderata!

È davvero facile e divertente arredare e decorare la vostra casa di vacanza in stile marinaro, basta scegliere gli oggetti giusti, che richiamino l’idea del mare, senza mai esagerate e voler strafare: bastano pochi dettagli ma scelti oculatamente ed inseriti ad hoc.

Infine…. un ultimo tocco personale e creativo

galleryhome.it

Se poi tra i vostri hobbies c’è anche il fai da te potreste approfittare proprio durante i vostri soggiorni marittimi per raccogliere sassi, sabbia, ma anche semplici legnetti levigati dal mare e conchiglie ed utilizzare il tutto, sprigionando tutto il vostro estro e la vostra creatività, per realizzare da soli i complementi che più vi piacciono.

Ad esempio potrete creare splendide cornici per le fotografie, ma anche lampade, semplici decori per impreziosire le pareti o addirittura, se siete bravi, perfino elementi più voluminosi come tavolini, sedute o testate dei letti.

Per farlo potrete servirvi anche di oggetti di recupero, sempre che rievochino il mare, come ad esempio vecchi remi, oblò, parti di cabine da spiaggia, timoni e qualunque altra cosa pensare possa rinascere a nuova vita.

Seguendo i nostri consigli arrederete con molta facilità la vostra casa al mare, rendendola davvero unica e personale!

Mettetevi subito a caccia degli elementi che maggiormente potrebbero fare al caso vostro, sarà davvero divertente!

Sara Raggi

Ingegnere per tradizione di famiglia, dopo la prima laurea specialistica conseguita nel 2004 al Politecnico di Milano, ho deciso di assecondare il mio spirito creativo e diventare anche architetto. Così, da oramai più di 10 anni, il mio mestiere principale, nonché la mia passione, è proprio quello di progettare ed arredare le case. L’amore per la scrittura però mi accompagna da sempre e per questo, oramai da diverso tempo, scrivo per il web, soprattutto occupandomi di arredamento ed edilizia.
Sara Raggi

LEAVE A REPLY

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.