L’allestimento di una casa senza barriere architettoniche è un elemento fondamentale per garantire l’accessibilità e il comfort a tutti gli abitanti, indipendentemente dalle loro capacità fisiche. Una casa senza barriere è un luogo che offre la libertà di movimento e la possibilità di svolgere le attività quotidiane in modo sicuro e autonomo.

Ma vediamo di seguito, quali sono le diverse strategie e soluzioni che possono essere adottate per rendere una casa accessibile a tutte le persone, creando un ambiente inclusivo e funzionale, soprattutto quando sopraggiungono necessità di questo genere.

– Rampa d’accesso

Una delle prime considerazioni da fare per rendere una casa senza barriere architettoniche è l’installazione di una rampa d’accesso. La rampa permette l’accesso senza ostacoli a persone in carrozzina, con difficoltà motorie o che utilizzano deambulatori o stampelle. È importante che la rampa sia ben progettata, rispettando le norme di sicurezza e garantendo una pendenza adeguata per consentire una salita agevole.

– Montascale a poltroncina

Nel caso in cui la casa presenti scale interne o esterne, difficilmente superabili con una rampa, l’installazione di un montascale a poltroncina può essere una soluzione preziosa per garantire l’accessibilità a tutte le aree della casa. Questi dispositivi consentono alle persone con difficoltà motorie di salire e scendere le scale in modo sicuro e comodo.

Le poltrone sono progettate per offrire un supporto adeguato e possono essere controllate tramite pulsanti o joystick. L’installazione di un montascale a poltroncina può contribuire a eliminare le barriere architettoniche e a consentire a tutti gli abitanti della casa di spostarsi liberamente da un piano all’altro, senza dover affrontare le scale in modo faticoso o pericoloso.

– Porte e passaggi ampi

Le porte e i passaggi all’interno della casa dovrebbero essere sufficientemente ampi per consentire il passaggio di una sedia a rotelle o di altre attrezzature assistive. È consigliabile avere porte con una larghezza minima di 80 cm e spazi di manovra sufficienti per permettere alle persone con disabilità di muoversi con facilità da una stanza all’altra.

– Pavimenti e superfici tattili

Una casa senza barriere architettoniche dovrebbe avere pavimenti lisci e uniformi, senza scalini o dislivelli che possano rappresentare un ostacolo per le persone con difficoltà motorie. Inoltre, l’uso di superfici tattili, come tappeti antiscivolo o strisce adesive per indicare cambiamenti di superficie, può essere utile per facilitare la mobilità e prevenire cadute.

– Bagno accessibile

Il bagno è una delle aree più importanti da adattare per renderlo accessibile a tutti. È consigliabile installare una doccia con accesso a filo pavimento e una seduta integrata, così come maniglioni di supporto nelle zone strategiche. Un lavabo con spazio sufficiente per l’approccio di una sedia a rotelle e una toilette con altezza regolabile sono altre caratteristiche importanti per garantire l’accessibilità e il comfort nel bagno.

– Cucina adattabile

Nella cucina di una casa senza barriere, è essenziale prevedere spazi di lavoro a diverse altezze per permettere a tutti di partecipare alle attività culinarie. Gli elettrodomestici e i mobili possono essere installati a un’altezza accessibile, con spazio sottostante per consentire il posizionamento di una sedia a rotelle. Le maniglie e le leve di controllo possono essere sostituite con modelli più facili da utilizzare, come maniglie a leva o pulsanti a sfioramento.

– Illuminazione e sistemi di domotica

Una buona illuminazione è essenziale per garantire un ambiente sicuro e agevole. È consigliabile utilizzare luci diffuse senza riflessi e installare interruttori di facile accesso e adatti a tutte le persone. Inoltre, i sistemi di domotica possono rendere la gestione degli impianti della casa più semplice, consentendo di controllare luci, tapparelle e altre funzioni attraverso comandi vocali o dispositivi mobili.

– Arredamento e mobili versatili

La scelta di arredi e mobili versatili è un elemento chiave per rendere una casa senza barriere architettoniche. È consigliabile optare per mobili modulari che possano essere facilmente adattati alle diverse esigenze degli abitanti. Sedie e poltrone con supporto lombare e braccioli sono utili per favorire la seduta e il rialzo, mentre i tavoli regolabili in altezza offrono la possibilità di adattarsi a diverse attività.

– Conclusione

Rendere una casa senza barriere architettoniche è un passo importante verso l’accessibilità e l’inclusione di tutte le persone. Attraverso l’installazione di rampe d’accesso, porte ampie, pavimenti uniformi, bagni e cucine adattabili, illuminazione adeguata e arredi versatili, è possibile creare un ambiente sicuro, funzionale e confortevole per tutti gli abitanti.

È importante considerare le diverse esigenze delle persone e cercare soluzioni personalizzate che permettano a ciascuno di muoversi con autonomia e vivere la propria casa in modo pienamente soddisfacente. Una casa senza barriere architettoniche non solo migliora la qualità della vita delle persone con disabilità, ma crea anche un ambiente accogliente e inclusivo per tutti.

Lucilla De Luca