Hai mai sentito parlare del codice NCS? Si tratta di un vero e proprio schema logico di organizzazione dei colori, che ti permette di selezionare in modo rapido e preciso le tonalità e le nuance di tuo interesse. Tale sistema si rende quindi indispensabile in tutti quei settori che hanno il colore come protagonista: da quelli tecnici come le aziende che producono vernici, a quelli più creativi come il campo dell’interior design.

Ma la verità è che i codici NCS non sono utili soltanto ai professionisti, ma anche alle persone come te, in quanto potrebbero aiutarti a scegliere i colori per la casa, in special modo se sei orientato verso le tinte pastello. Non ci credi? E allora prosegui con la lettura: stiamo per svelarti un nuovo modo di arredare con i colori!

– Definizione di codice NCS: cos’è e a che cosa serve

NCS altro non è se non l’acronimo di “Natural Color System®”: un sistema creato da un’azienda svedese che s’impegna a raccogliere e a catalogare con una sigla 1950 colori diversi. Tale sigla è composta da una serie di lettere e numeri, ciascuno dei quali indica un aspetto specifico del colore.

Facciamo un esempio prendendo uno dei tanti colori che compongono questo schema, contrassegnato dal codice: NCS S 3020-G30Y. Per capire di che colore si tratta, occorre ovviamente saper analizzare il suo codice di riferimento che, nello specifico, indica i seguenti dati:

  • S rappresenta semplicemente l’edizione del codice NCS cui si fa riferimento;
  • il 30 indica il grado di “nerezza” presente in quel colore, su una scala da 1 a 100: più alto è il valore, più il colore si avvicina al nero; più è basso, più tende al bianco;
  • il 20 si riferisce invece alla cromaticità, sempre su una scala da 1 a 100: più il valore è elevato, più il colore è saturo; i valori più bassi identificano invece i toni neutri e vicini al grigio;
  • la sigla finale, G30Y, serve invece a capire quali tonalità sono presenti, sempre basandosi sulla stessa scala. In questo caso, per esempio, sono presenti 70 parti di verde e 30 di giallo, il che ci porta a capire che stiamo parlando di un verde tendente al giallo.

codice NCS

Come puoi capire tu stesso, l’analisi del codice NCS di un colore rappresenta un lavoro piuttosto tecnico, riservato ai professionisti del mestiere. Ciò detto, quando si parla di colori e arredamento, dovresti comunque essere in grado di poter fornire la tua opinione, e conoscere questo sistema di identificazione dei colori può senz’altro aiutarti a farlo.

– Come arredare la casa con i colori pastello

Abbinare i colori in casa non è sempre facile, in quanto le tonalità tendono a cambiare a seconda dello spazio in cui vengono inserite, ma anche in base alla luce che le colpisce e agli abbinamenti che hai in mente di fare. Il codice NCS ti aiuta quindi a identificare con precisione il tipo di nuance che hai in mente, così da andare a colpo sicuro nella scelta dei colori.

Prendendo come esempio i colori pastello, che sono particolarmente in voga, ti basterà tenere come punto di riferimento i numeri e le lettere del codice NCS. Se, per esempio, punti a un arredo in rosa, dovrai “costruire” la tua tonalità ideale basandoti sui colori che vanno dal rosso al blu e che sono quindi contrassegnati dalla lettera R.

Una volta individuata questa prima macrocategoria, dovrai semplicemente scegliere la nuance di rosa che preferisci, identificandola con precisione grazie al relativo codice di riferimento.

codice NCS scelta

Agendo in questo modo, pertanto, scegliere i colori pastello per la tua casa sarà molto più semplice e immediato, sebbene sia altrettanto importante saper creare abbinamenti esteticamente accattivanti e in grado di sposarsi con l’ambiente in cui vengono inseriti.

– L’uso dei colori pastello in camera

Ora che ti sei fatto un’idea di come individuare con facilità i colori per l’arredamento di casa, potresti giustamente sottolineare che non è affatto detto che tu abbia già in mente dei colori precisi.

Magari ti trovi nell’indecisione più totale e il tuo obiettivo, prima di tutto, è proprio quello di farti un’idea di quali sono le tonalità più idonee per ogni ambiente della casa, uno su tutti la camera da letto.

Qui, infatti, i colori pastello risultano particolarmente indicati, proprio in virtù del senso di relax e serenità che riescono a creare. L’azzurro risulta particolarmente adatto, ma anche il rosa e il verde sono in grado di ricreare una piacevole sensazione di pace. Il nostro consiglio è dunque quello di scegliere la nuance che preferisci e usarla per dipingere la parete, magari solo quella alla quale rivolgi lo sguardo subito prima di dormire.

codice NCS in camera da letto

– L’uso dei colori pastello in soggiorno

Un altro ambiente della casa che si presta in modo particolare all’uso dei colori pastello è senz’altro il soggiorno. Esattamente come la camera da letto, anche il living è un ambiente progettato per il relax e, in quanto tale, si sposa molto bene con le tonalità delicate.

Fermo restando che sei liberissimo di dipingere le pareti di nero, se questo è ciò che desideri, il nostro consiglio è quello di puntare piuttosto sulle nuance del lilla, da sfruttare come base per la parete.

In alternativa, se prediligi una soluzione più discreta, puoi optare per le tonalità neutre come il grigio e il tortora, o perfino il bianco, magari ravvivandolo con divani e accessori di colori un po’ più intensi.

codice NCS in soggiorno

– Conclusione

Ricordi quando ti abbiamo spiegato come funzione la scelta dei colori attraverso il codice NCS? Una volta che ti sei fatto un’idea della tonalità di base che desideri adottare per i vari ambienti della tua casa, sfruttare questo sistema ti risulterà molto più facile, in quanto partirai già con un’idea chiara dello spettro cromatico di riferimento.

Del resto, se è vero che i colori pastello rappresentano un autentico trend, il tuo obiettivo principale dovrebbe sempre essere quello di arredare la casa con i colori che preferisci, creando così un ambiente che sarai in grado di sentire davvero “tuo”.

Scarica la guida gratuita di Abitativo®

Eliana Tagliabue