– L’acqua: un vero e proprio alimento, il più importante

Quante volte siamo incappati in documentari, notizie o articoli di giornale che ci mettevano in guardia sulla scarsa qualità dell’acqua che beviamo? Sicuramente abbastanza per farci sorgere dei comprensibili dubbi a riguardo.

L’acqua è un elemento fondamentale non solo per la salute ma anche per la sopravvivenza. È quindi il caso di informarsi bene sull’argomento per fare scelte consapevoli e oculate.

4.9
Laica J996
4.8
Laica F12M
4.8
Laica Kit J947Y

Chi ha la fortuna di vivere in un Paese che garantisce risorse illimitate di acqua potabile tende a sottovalutare la sua importanza. L’acqua è un vero e proprio alimento che sta alla base della catena alimentare. Se un essere umano può sopravvivere anche molti giorni privandosi del cibo, vivere senza bere è impossibile. Basti pensare che l’organismo di un adulto è composto per oltre il 60% di acqua e quello di un neonato per l’80%.

L’acqua rappresenta la fonte di nutrimento primaria per il corpo umano. Tutti i processi metabolici avvengono con l’ausilio dell’acqua, senza la quale si bloccherebbero tutte le reazioni biochimiche. Ecco alcune delle funzioni principali dell’acqua:

forma il sangue: il prodotto ematico è composto da globuli rossi, bianchi e piastrine. Per essere in forma liquida e poter circolare liberamente attraverso il sistema vascolare, questi elementi devono necessariamente essere diluiti in acqua. La morte per disidratazione avviene proprio perché viene a mancare questa circostanza fondamentale alla sopravvivenza. Durante uno stato di gravissima disidratazione, infatti, il sangue si coagula e smette di circolare, provocando trombi a ripetizione fino a quello fatale;

– serve a permettere gli scambi cellulari atti al nutrimento di tutti gli organi, incluso il cervello;

diluisce gli zuccheri, necessari alla funzionalità cerebrale;

diluisce le scorie formando l’urina. Quando ci si disidrata, e il volume della diuresi cala pericolosamente, le tossine non espulse intossicano l’organismo e possono provocare danni e blocchi renali potenzialmente mortali;

nutre tutti i tessuti epiteliali cioè pelle, cuoio capelluto, capelli e unghie. L’idratazione della pelle è fondamentale per la sopravvivenza perché l’epidermide è l’organo più esteso del corpo umano. Se perdesse elasticità si strapperebbe e ferirebbe continuamente, esponendo i tessuti muscolari all’aria aperta, provocando serie infezioni;

contribuisce alla buona salute delle mucose, che devono essere sempre umide: occhi, bocca, naso, gola e via aeree, che quando si seccano provocano fastidi che possono sfociare in una lunga serie di patologie irritative.

Vista l’importanza vitale dell’acqua, è lecito pretendere di avere a disposizione un prodotto di qualità, che contribuisca a favorire la salute e il benessere. Purtroppo, però, pur vivendo in un paese moderno e industrializzato, che garantisce a tutti l’accesso all’acqua potabile semplicemente aprendo i rubinetti di casa, telegiornali e canali di informazione continuano a metterci in guardia rispetto alla sua salubrità. Pare, infatti, che l’acqua che sgorga dai rubinetti domestici sia spesso contaminata e troppo carica di metalli pesanti, dannosi per la salute.

Proprio per questa ragione molte persone, soprattutto negli ultimi anni, preferiscono acquistare acqua imbottigliata. Tuttavia, anche la minerale in bottiglia presenta alcuni svantaggi. Il mercato dell’elettrodomestico ha deciso, quindi, di studiare e lavorare a un progetto mirato alla risoluzione di questo problema. Una tra le soluzioni proposte è la brocca filtrante, un prodotto che sta destando la curiosità di moltissime persone.

– Perché l’acqua del rubinetto non è sicura e salutare?

L’acqua che attingiamo attraverso i rubinetti delle nostre case è considerata potabile e, a onor del vero, lo è. Con l’aggettivo potabile, però, si intende semplicemente che si tratta di un’acqua che rientra nei limiti stabiliti dalle Commissioni Autorevoli in materia per contenuto di residuo fisso e metalli. Il problema sta nel fatto che non sempre potabile significa di buona qualità, salubre, pura e benefica per l’organismo.

Inoltre, cosa non meno importante, il fatto che sia potabile non è garanzia di sapore gradevole. C’è da tenere presente che l’acqua che scorre nelle reti idrauliche domestiche proviene da grandi cisterne, nelle quali viene filtrata, debatterizzata, controllata e purificata. L’acqua comunale, quindi, è effettivamente un prodotto di buona qualità. I problemi si accumulano durante la distribuzione ai quartieri, ai paesi e alle città.

L’acqua, infatti, per arrivare nelle nostre casa passa attraverso chilometri di tubature che non sempre sono nuove e pulite. Anzi, in moltissime zone d’Italia è stato più volte denunciato il fatto che i tubi dell’acqua siano vecchi, obsoleti, arrugginiti e che la manutenzione non venga fatta come si deve. Durante il suo viaggio, l’acqua potabile assorbe qualsiasi cosa, inclusi batteri e muffe, responsabili di molte malattie.

Dati ufficiali, infatti, soprattutto se si parla di zone fatiscenti, affermano che, a causa dell’acqua di rubinetto insalubre si può andare incontro a patologie come, ad esempio:

malattie batteriche a carico dell’apparato digerente, soprattutto pancreatite;

malattie polmonari e bronchiali sostenute da batteri, come polmoniti e bronchioliti, perché l’acqua infetta serve per gli scambi cellulari e arriva, dunque, a tutti gli organi;

patologie batteriche a carico di qualunque organo. Nonostante i disturbi a carico di stomaco e polmoni siano i più comuni, purtroppo sono stati registrati alcuni casi di pericarditi, infezioni cardiache, infezioni renali e persino meningiti per colpa dell’acqua domestica contaminata;

disturbi dell’apparato urinario, soprattutto infezioni come cistiti;

micosi, cioè una serie di malattie sostenute da funghi.

Nei casi meno gravi che, per onestà intellettuale, bisogna sottolineare che sono la stragrande maggioranza, l’acqua domestica poco pulita può comportare problemi minori ma non per questo trascurabili:

cattiva digestione, perché troppo pesante e ricca di metalli difficilmente digeribili;

nausea, a causa del suo odore poco gradevole;

disgusto, a causa del suo cattivo sapore;

tendenza a bere meno, proprio perché l’acqua non piace al palato, con relative problematiche legate al rischio di disidratazione, ad esempio capelli sfibrati, occhi sensibili alla luce e agli agenti atmosferici, pelle secca che si squama e prude.

Questo ricco corollario di problemi è da imputare non solo agli agenti patogeni che l’acqua può assorbire durante il suo percorso nelle tubature ma anche ad un eccesso di sali minerali, che ingloba nel tragitto tra cisterna e rubinetto di casa. I più dannosi rilevati sono: alluminio, nichel, piombo, rame e cloro.

Se assunti in piccole quantità questi minerali non sono pericolosi. Ma bevendo 2-2,5 litri di acqua al giorno, a quanto ammonta l’ingestione quotidiana di metalli pesanti? Facendo questo calcolo, il risultato è decisamente preoccupante.

– L’acqua in bottiglia è una valida alternativa?

Chi acquista l’acqua minerale può pensare di aver risolto il problema. Tutto sommato, infatti, le acque commerciali mostrano etichette impeccabili e sono biologicamente controllate e purificate.

Nonostante questo, però, ci sono alcuni svantaggi legati al consumo abituale di acqua imbottigliata.

Eccone l’elenco:

l’acqua conservata per mesi nella plastica può assorbire alcuni elementi chimici della stessa, soprattutto paraffine e derivati del petrolio, che sono tossici;

– acquistare l’acqua imbottigliata ha un impatto altamente negativo sull’ambiente. Non si tratta solo della plastica delle bottiglie ma di tutta l’industria che vi gira attorno. Le fabbriche che producono bottiglie, tappi ed etichette e quelle che realizzano il cellophane nelle quali sono confezionate sono tutte catene produttive altamente inquinanti;

– il trasporto delle bottiglie d’acqua comporta un largo uso di carburanti, anch’essi deleteri per la qualità dell’aria;

– acquistare l’acqua necessaria a soddisfare il bisogno di una famiglia è costoso e, a fine anno, grava pesantemente sul bilancio familiare.

– Le possibili soluzioni per risolvere il problema: i filtri per acqua potabile da installare direttamente sul rubinetto

Abbiamo quindi compreso e stabilito che non sempre l’acqua domestica è da considerare un alimento sicuro e salutare e che l’acqua imbottigliata non è la soluzione migliore. Soprattutto se in casa si hanno bambini, offrire loro acqua pulita e sicura è certamente il desiderio di qualsiasi genitore.

Quali opportunità offre il mercato per affrontare questo problema? La prima opzione è rappresentata dall’installazione di un filtro per l’acqua di casa.

Si tratta di un dispositivo da montare direttamente alla base del rubinetto del lavandino dal quale si è soliti attingere l’acqua da bere. La maggior parte di questi filtri funzionano grazie al principio fisico dell’osmosi inversa. In poche parole, l’acqua viene spinta, tramite pressione, in modo da movimentarla molto velocemente.

Questo movimento, che porta il liquido più in alto a scendere in picchiata e quello più in basso a subire una forte spinta in verticale, riesce a scindere le molecole pesanti da quelle leggere.

L’osmosi inversa riesce quindi a fornire acqua composta esclusivamente da 2 molecole di idrogeno e una di ossigeno: H2O, esattamente come la si trova in natura, pura e salutare. I vantaggi dell’installazione di un depuratore d’acqua, o di un filtro ad osmosi inversa direttamente sul rubinetto di casa:

si attinge acqua pulita e pura semplicemente girando il miscelatore e riempiendo il proprio bicchiere, caraffa o bottiglia;

si può bere subito l’acqua sgorgata in quanto già purificata;

si ottiene acqua inodore e dal gradevole sapore.

Gli svantaggi, invece, sono:

il costo iniziale del depuratore, o filtro, e della sua installazione sono piuttosto elevati;

il filtro fisso necessita di opere di manutenzione per garantire sempre una buona acqua e questo comporta altri costi annui;

– vista la spesa da sostenere, quasi sempre si sceglie di filtrare un solo rubinetto. Quindi, l’acqua da bere potrà essere attinta solo da quello, mentre quella che sgorga dagli altri rubinetti di casa sarà di scarsa qualità esattamente come prima.

Confrontati e messi sulla bilancia pro e contro dell’installazione di un filtro per acqua di casa fisso, si può facilmente dedurre che questa è un’ottima soluzione, a patto di mettere in conto un investimento iniziale e un piccolo budget annuo per manutenere il dispositivo e sostituire i filtri usurati.

– La soluzione alternativa: le caraffe filtranti

Il filtro per l’acqua di casa non è l’unica opzione proposta dal mercato. L’alternativa è rappresentata dalle caraffe filtranti. Si tratta di brocche dotate di un filtro ad osmosi inversa che funziona esattamente come quelli che si montano sui rubinetti. L’unica differenza è che la caraffa compie questo processo al suo interno, quindi purifica una piccola quantità di acqua alla volta.

L’acqua del rubinetto viene raccolta nella caraffa. Il filtro al suo interno attua l’osmosi inversa e la purifica. A questo punto l’acqua è pronta da bere. I vantaggi delle caraffe filtranti sono:

costi molto contenuti. Le brocche filtranti, infatti, hanno prezzi davvero accessibili;manutenzione a basso costo. I filtri vanno periodicamente cambiati ma è un’operazione semplice, che non richiede l’intervento di un tecnico e la spesa per l’acquisto di un filtro è davvero irrisoria, si parla di pochi euro;

ottima qualità dell’acqua, che risulta perfettamente purificata, inodore e con un gusto piacevole.

Gli svantaggi, invece, sono:

– possibilità di purificare solo una determinata quantità di acqua alla volta;

– l’acqua trattata va consumata entro 4-6 ore, perché la permanenza oltre questo tempo nella caraffa potrebbe comportare l’aumento del residuo e dei nitriti.

– LA CLASSIFICA DELLE MIGLIORI BROCCHE FILTRANTI

Se dopo aver valutato tutte le implicazioni e dopo aver appreso tutte queste informazioni riguardo l’acqua domestica, si decide per l’acquisto di una caraffa filtrante, è il momento di valutare le varie proposte del mercato e capire quali siano le migliori disponibili.

Di seguito, la classifica delle 4 migliori caraffe filtranti, sperando sia una valida guida per un acquisto soddisfacente, che migliori la qualità della vita e della salute di tutta la famiglia.

1. Caraffa filtrante Laica J996, kit composto da una caraffa e sei filtri omaggio

Laica J996 Kit 6 filtri + caraffa...
397 Reviews
Laica J996 Kit 6 filtri + caraffa...
  • Made in Italy
  • Migliora il gusto dell'acqua
  • 6 cartucce= 6 mesi d'acqua
  • Comodità, praticità, risparmio, rispetto per...
  • Contenuto confezione: 6 cartucce filtranti Bi-Flux...

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2019-06-24 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Il marchio Laica è da molti anni leader nel settore del piccolo elettrodomestico. Anche per quanto riguarda le caraffe filtranti non fa eccezione e ne propone diversi modelli, tutti molto interessanti. Tra questi, spicca per convenienza questo kit. Il prezzo è molto competitivo, anche perché nella confezione si trovano ben sei filtri gratis, il che significa sei mesi di acqua purissima. È un prodotto Made in Italy, dal design elegante ed accattivante.

La caraffa è completamente trasparente, dotata di un manico ergonomico per una presa sicura e antiscivolo, bianco profilato in azzurro. È realizzata interamente in plastica, per questo motivo si consiglia di consumare l’acqua trattata in tempi brevi, entro le 6 ore, così da non correre il rischio, seppur minimo, di alterazioni di sapore. Questa caraffa Laica monta un filtro Jug, in grado di trattenere scorie, spore, germi, batteri e molecole di metalli pesanti e di rilasciare un’acqua potabile più leggera, dal gusto migliore, purificata da elementi potenzialmente tossici.

La capacità della caraffa è di 2,3 litri che corrispondono a 1,2 litri di acqua filtrata, pronta da bere. Il filtro è garantito per 30 giorni o 150 litri lordi d’acqua, dopodiché va cambiato. Una volta esauriti i sei filtri in omaggio, è possibile acquistarne altri. Si tratta di cartucce Bi-Flux Laica, facilmente reperibili presso tutti i rivenditori che tengono questo marchio, a prezzi modesti. Le recensioni del prodotto sono tutte molto positive.

Offerta
Laica F12M Bi-Flux Cartucce filtranti...
934 Reviews
Laica F12M Bi-Flux Cartucce filtranti...
  • Migliora il gusto dell'acqua
  • 12 cartucce= 12 mesi di acqua filtrata
  • Comodità, praticità, risparmio, rispetto per...
  • Contenuto Confezione: 12 cartucce filtranti...

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2019-06-24 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Chi usa questa caraffa ha evidenziato quanto sia sollevante non dover più trasportare pesantissime confezioni d’acqua dal supermercato a casa. Il dato importante è che gli utenti che usano Laica J996 hanno riscontrato un effettivo miglioramento del gusto dell’acqua del rubinetto, soprattutto per quanto riguarda quel fastidioso retrogusto di calcare che, una volta filtrata in caraffa, sparisce.

In alternativa, ad un prezzo leggermente più alto, si può scegliere il kit Laica F12M che contiene ben 12 filtri, per un anno intero di acqua purificata.

2. Caraffa filtrante Brita Marella:

Offerta
BRITA Marella - Caraffa filtrante per...
611 Reviews
BRITA Marella - Caraffa filtrante per...
  • Bevi comodo: acqua filtrata Brita dal gusto buono...
  • Capacità totale: 2, 4 litri - capacità acqua...
  • il filtro per caraffa MAXTRA+ riduce cloro (minimo...
  • il dispositivo elettronico Brita memo ti ricorda...
  • Tutti i prodotti Brita sono certificati TIFQ in...

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2019-06-24 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Un prodotto in grado di filtrare l’acqua del rubinetto depurandola dal calcare, dal cloro, dal piombo e dal rame. Brita Marella riesce ad eliminare oltre l’80% di sostanze nocive dall’acqua domestica, ottenendo così un prodotto puro e salutare, leggero e molto gradevole al palato. La sua peculiarità è il dispositivo elettronico che ogni quattro settimane avvisa che è arrivata l’ora di cambiare il filtro.

In questo modo è impossibile dimenticarsene e non si corre il rischio di bere acqua non correttamente filtrata, a causa di un filtro vecchio, usurato e che ha perso funzionalità. Monta filtri MAXTRA+, facili da reperire presso tutti i negozi di elettrodomestici e i rivenditori che lavorano con il marchio Brita. La capacità lorda di questa caraffa è di 2,4 litri che servono per ottenere 1,4 litri di acqua purificata, pronta da bere.

Il sistema purificante di Brita Marella funziona grazie all’azione dei carboni attivi e per principio di scambio ionico che, contestualmente, alcalinizza leggermente l’acqua trattata. L’acqua lievemente alcalina è molto salutare. È ricca in calcio, quindi perfetta per chi soffre di dolori ossei od osteoporosi ed è considerata anti-invecchiamento, perché frena l’azione dei radicali liberi.

Il prezzo è abbordabile e giusto per la qualità del prodotto. Le recensioni ottenute da Brita Marella sono ottime. Gli utenti che l’hanno comprata si ritengono soddisfatti, sia per la praticità di utilizzo sia per la qualità dell’acqua che si ottiene.

3. Caraffa Laica Kit J947Y

Offerta
Laica Kit J947Y Caraffa Stream Line...
96 Reviews
Laica Kit J947Y Caraffa Stream Line...
  • Made in Italy
  • Sportello per il riempimento rapido "QuickFill"
  • Indicatore elettronico rimovibile
  • Coperchio e hopper caraffa colorati
  • Contenuto confezione: 1 Caraffa + 2 bicchieri...

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2019-06-24 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Un’altra proposta di Laica, particolare soprattutto per il design sgargiante e colorato. In questo kit si trova una caraffa filtrante in plastica trasparente decorata con un coperchio di un bellissimo giallo limone, due bicchieri in tinta e tre filtri Bi-Flux che garantiscono acqua potabile pulita e purificata per tre mesi o 450 litri. Per questo modello, Laica ha pensato ad uno sportello con apertura facilitata, per rendere ancora più semplice, pratico e veloce l’utilizzo di questa brocca filtrante.

La capacità stimata è di 2,3 litri che si trasformano in 1,3 litri di acqua da bere. È realizzata interamente in plastica ed è molto maneggevole, anche grazie al manico che si adatta a qualsiasi mano e non scivola se umido o bagnato. È dotata di un indicatore elettronico, posizionato sul tappo, in modo da poter essere monitorato in qualsiasi momento con un semplice e veloce sguardo.

Chi l’ha acquistata le ha assegnato un ottimo punteggio e ha lasciato delle eccellenti recensioni. L’opinione comune è che sia in grado di rendere davvero buono il sapore dell’acqua, anche per chi ha davvero seri problemi di tubature e si ritrova costretto a filtrare acqua dall’odore fastidioso. Buon rapporto qualità-prezzo, ottimi risultati.

4. Caraffa filtrante BWT Penguin

Bwt Penguin Caraffa Filtrante con...
51 Reviews
Bwt Penguin Caraffa Filtrante con...
  • Caraffa Filtrante con Bottiglia di vetro in...
  • Più gusto grazie alla tecnologia al magnesio di...
  • Testata dall'Università degli Studi di Milano
  • Display elettronico di cambio filtro (Easy...
  • Riduzione costi e meno plastica

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2019-06-24 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Un prodotto eccellente, che ha ricevuto entusiastiche recensioni, anche in virtù del fatto che ha un prezzo davvero conveniente. Una caraffa filtrante dal design particolarmente elegante, trasparente con dettagli rosa, così da poter essere posizionata a vista sui mobili della cucina e diventare anche un moderno complemento d’arredo che fa una splendida figura. Nella confezione si trova in omaggio una bottiglia in vetro rosa.

Questo è un dettaglio interessante: in questo modo, infatti, si può travasare l’acqua trattata nella bottiglia e procedere a depurarne altra, così da avere una scorta più abbondante. La caraffa BWT riduce notevolmente la quantità di sostanze dannose presenti nell’acqua del rubinetto e ne migliora nettamente il sapore, grazie alla tecnologia al magnesio esclusiva di questo marchio di piccoli elettrodomestici.

È dotata di indicatore elettronico che avvisa quando è ora di cambiare il filtro e il suo utilizzo è molto semplice e veloce. Il primo filtro, per cominciare ad usarla immediatamente dopo l’acquisto, si trova in omaggio dentro la confezione. L’opinione degli utenti che l’hanno acquistata è molto positiva, sono tutti concordi nel dire che migliora sul serio il sapore dell’acqua e invoglia a bere di più.

– Dove acquistare i filtri per l’acqua di casa o le brocche filtranti

Adesso che si hanno le idee davvero chiare, sia sull’utilità di intervenire sulla qualità dell’acqua del rubinetto di casa sia su quale dispositivo scegliere ed acquistare, non resta che scoprire dove si possono trovare questi ottimi prodotti. Per quanto riguarda i filtri da installare direttamente al lavello, si acquistano presso tutti i negozi di elettrodomestici o presso aziende specializzate in depuratori d’acqua domestici e industriali.

L’installazione a norma deve essere fatta da un tecnico abilitato, quindi è indispensabile che, al momento dell’acquisto, si prenda un appuntamento e si lasci fare il lavoro a chi di competenza.

Montare in modo errato un filtro per acqua fisso, infatti, non solo potrebbe inibire il corretto filtraggio dell’acqua e quindi annullarne tutti gli effetti benefici ma potrebbe addirittura compromettere il filtro stesso e costringere ad acquistarne un altro, con un importante spreco di denaro.

Le caraffe filtranti, invece, si possono acquistare tranquillamente in tutti i negozi di elettrodomestici così come anche in ipermercati e supermercati che hanno un reparto dedicato. Anche alcune farmacie tengono prodotti di questo tipo, nelle più fornite è possibile trovarle. L’alternativa valida, sempre consigliata per qualsiasi prodotto, è l’acquisto online. Le maggiori piattaforme di e-commerce, così come i siti dei negozi di elettrodomestici o del produttore, spesso dedicano ai clienti che acquistano online sconti e promozioni speciali.

Un ulteriore incentivo per decidersi immediatamente ad acquistare una caraffa filtrante e iniziare subito a bere acqua più pulita e salutare, che contribuirà a migliorare il benessere quotidiano di tutta la famiglia. Lo stesso discorso vale anche per i filtri di ricambio: si trovano in tutti i negozi che vendono caraffe filtranti, presso i centri assistenza oppure online.

– Qualche consiglio utile, curiosità sull’acqua

Concludiamo con qualche aneddoto curioso ed interessante sull’acqua:

bere acqua fresca, appena estratta dal frigorifero, aumenta il metabolismo del 40% per circa mezz’ora, contribuendo al dimagrimento;

– una persona adulta dovrebbe bere almeno 2 litri d’acqua al giorno o 8 grandi bicchieri;i bambini dai 3 anni in su, anche se sono più piccoli, necessitano delle stesse quantità d’acqua di un adulto perché il loro metabolismo è più veloce e il metabolismo funziona soprattutto grazie all’acqua;

– con l’acqua depurata dalle caraffe filtranti si possono preparare anche tèa, tisane, ghiaccioli ed evitare di usare per queste bevande acqua contaminata o dal sapore sgradevole.

Serena - La Pimpa

"La Pimpa" come mi chiamano gli amici, appassionata da sempre di scrittura creativa. Ho lavorato per 10 anni nella grande distribuzione in qualità di addetta alle vendite nei reparti: piccoli elettrodomestici, grandi elettrodomestici e incasso.
Qui su Casina Mia sperimento la mia passione per la scrittura mettendo a frutto la mia esperienza con elettrodomestici e tecnologia domestica.

LEAVE A REPLY

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.