Se il tuo sogno è quello di sfruttare fonti di energia naturali ed ecosostenibili, puoi servirti del bonus fotovoltaico 2024: una speciale detrazione che viene applicata sulle spese di acquisto e installazione di un impianto fotovoltaico.

L’obiettivo di questo finanziamento è infatti quello di favorire la fruizione di energia pulita ed ecologica, operando una scelta sostenibile a favore dell’ambiente. Ma quali sono i requisiti per accedere al bonus fotovoltaico 2024? E a quanto ammonta la detrazione? Prosegui con la lettura per scoprire tutto questo e molto altro ancora.

– Cos’è il bonus fotovoltaico

Come ti abbiamo già anticipato nell’introduzione, il bonus fotovoltaico altro non è se non una detrazione fiscale applicata sulle spese sostenute in seguito all’acquisto e all’installazione di un impianto fotovoltaico, nell’ambito di un’abitazione privata.

Esattamente come per molti altri bonus, anche in questo caso si tratta di una detrazione del 50%, che viene ripartita in 10 quote annuali di pari importo. Ciò significa che, una volta che avrai installato il tuo impianto e affrontato le relative spese, potrai richiedere il finanziamento in sede di Dichiarazione dei Redditi (a meno che tu non riesca a beneficiare subito dello sconto in fattura).

Del resto, i vantaggi derivanti da un bonus di questo tipo sono piuttosto evidenti. Non solo, infatti, otterrai un grosso sconto sulla spesa dell’intero lavoro ma, allo stesso tempo, godrai di altri benefici importanti, vale a dire:

  • produrrai energia pulita;
  • ridurrai i costi energetici a lungo termine;
  • aumenterai il valore del tuo immobile;
  • godrai di una maggiore indipendenza energetica;
  • darai un importante contributo alla sostenibilità ambientale.

bonus fotovoltaico 2024

Chiarito questo, andiamo a scoprire insieme quali sono i costi specifici coperti dall’agevolazione e chi sono le persone che possono usufruirne.

– Spese coperte dalla detrazione e chi può usufruirne

Poiché il bonus fotovoltaico afferisce al bonus ristrutturazione, il massimale di spesa previsto per ottenere l’agevolazione ammonta a 96mila euro.

Fermo restando il fatto che si tratta di una cifra molto più elevata di quella normalmente richiesta per l’installazione di un impianto a pannelli solari, occorre però tenere presente anche gli altri eventuali altri lavori in corso e calcolare la spesa totale che bisognerà affrontare: spesa che, per l’appunto, non può superare i 96mila euro.

In merito ai costi specifici relativi all’impianto fotovoltaico, invece, sappi che il bonus è valido per quelli inerenti a:

  • l’installazione dell’impianto fotovoltaico, comprensiva di tutti i vari costi di progettazione, fornitura e posa in opera dei pannelli solari, degli inverter e degli altri componenti necessari all’operazione;
  • la realizzazione delle opere murarie necessarie per installare l’impianto fotovoltaico;
  • l’allaccio dell’impianto fotovoltaico alla rete elettrica.

Tale agevolazione è pensata per tutte le persone fisiche residenti e non residenti in Italia (in quest’ultimo caso, devono però possedere un immobile sul territorio italiano).

In alternativa, se fai parte di un nucleo famigliare con reddito basso, puoi usufruire del cosiddetto “Reddito Energetico”: una misura molto simile al bonus fotovoltaico riservata però a coloro che possiedono un ISEE inferiore ai 15mila euro o, in alternativa, un ISEE inferiore a 30mila euro unitamente ad almeno 4 figli a carico.

Ricorda inoltre che, poiché l’installazione di un impianto fotovoltaico rientra negli interventi volti al recupero del patrimonio edilizio (cioè nell’ambito delle ristrutturazioni), puoi usufruire anche dell’aliquota ridotta al 10% anziché al 22%: un benefit, quest’ultimo, riservato soltanto al proprietario dell’impianto o all’impresa che lo installerà.

bonus fotovoltaico iva

– Come richiedere il bonus

Accedere ai contributi del bonus fotovoltaico 2024 è relativamente semplice, ma occorre prestare molta attenzione all’iter procedurale da seguire, che consiste nei seguenti step:

  • progettazione e installazione dell’impianto fotovoltaico, comprensivo di relativa certificazione;
  • registrazione sul portale online dedicato a questa specifica agevolazione, compilando accuratamente tutti i campi richiesti;
  • attendere la verifica e la successiva approvazione degli enti preposti.

In aggiunta a tale procedura, dovrai anche conservare una serie di documenti indispensabili, che comprendono:

  • ricevuta del bonifico;
  • fattura comprensiva di elenco delle spese sostenute;
  • dichiarazione di consenso all’esecuzione dei lavori del possessore dell’immobile, per gli interventi effettuati dal detentore dell’immobile, se diverso dai familiari conviventi;
  • domanda di accatastamento, nel caso in cui l’immobile non sia stato ancora censito;
  • ricevuta del pagamento sull’imposta comunale (IMU), se dovuta;
  • tutte le varie abilitazioni che autorizzano l’installazione del fotovoltaico.

fotovoltaico documenti

Per finire, ricorda che hai tempo fino al 31 dicembre 2024 per usufruire del bonus, fermo restando il fatto che è stato prorogato anche per il 2025. Ciò nonostante, in conseguenza delle modifiche che si verificano spesso in sede di Legge di Bilancio, il consiglio è quello di non procrastinare troppo, sfruttando le agevolazioni che hai attualmente a disposizione.

Eliana Tagliabue