Il Bonus Casa 2024 identifica in realtà una serie di agevolazioni incentrate sull’abitazione, che offrono la possibilità di acquistarne una nuova o di migliorare quella già esistente, a patto di soddisfare determinati requisiti. In questo articolo ti forniremo una panoramica degli incentivi più importanti, spiegandoti cosa devi fare per usufruirne e tutti i vantaggi che potrai ottenere.

– Bonus Casa 2024: incentivi ammessi e principali novità

Come ti abbiamo già anticipato nell’introduzione, parlare di “Bonus Casa” è di fatto improprio, in quanto non esiste una singola agevolazione con questo nome. L’espressione “Bonus Casa 2024” si riferisce infatti a tutti quegli incentivi che hanno come obiettivo quello di acquistare una nuova abitazione o di migliorare quella preesistente attraverso interventi di efficientamento energetico e non solo. All’interno di quest’ultima categoria, pertanto, si inseriscono agevolazioni quali:

E, in generale, tutte le varie agevolazioni che lo Stato mette a disposizione per migliorare l’efficientamento energetico di un immobile. Fino all’anno scorso, tra i suddetti incentivi figurava anche l’agognato “Superbonus” che, dal 1° gennaio di quest’anno, si è purtroppo ridotto drasticamente.

Attualmente, infatti, si parla di Superbonus 70, in riferimento alla detrazione ammessa che, per l’appunto, è pari soltanto al 70%: un valore destinato a scendere ulteriormente nel 2025, quando si attesterà sul 65%, per poi sparire del tutto.

Se, pertanto, stavi accarezzando la possibilità di usufruire del Superbonus, sappi che esso non rientra più tra i bonus casa disponibili, in quanto l’agevolazione è sfruttabile unicamente da:

  • condomini;
  • persone fisiche che devono eseguire interventi su edifici composti da 2 a 4 unità immobiliari distintamente accatastate, anche se posseduti da un unico proprietario o in comproprietà da più persone;
  • Onlus;
  • ADV;
  • APS.

Rispetto agli anni precedenti, pertanto, la progressiva diminuzione e restrizione del Superbonus rappresenta la principale novità. Ciò nonostante non occorre disperare, in quanto il bonus casa comprende anche altre agevolazioni, che possono fornirti degli incentivi molto utili se hai acquistato da poco una nuova abitazione. Più nello specifico, ci riferiamo:

  • bonus acquisto case green;
  • bonus casa under 36.

– Bonus acquisto case green: cosa prevede e come richiederlo

Come s’intuisce chiaramente dal suo stesso nome, il bonus acquisto case green identifica una speciale detrazione del 50% applicabile all’acquisto di abitazioni di classe energetica A o B, vendute dalle imprese costruttrici.

Tale acquisto dev’essere stato effettuato entro il 31 dicembre 2023, mentre la detrazione può essere richiesta nell’ambito della dichiarazione dei redditi di quest’anno. L’incentivo verrà infatti suddiviso in 10 rate annuali di pari importo e distribuite nell’arco di 10 anni, a partire per l’appunto dal 2024.

bonus casa 2024 green

In parole povere, nel caso in cui tu avessi comprato casa l’anno scorso e l’abitazione dovesse rientrare nelle classi energetiche A o B, hai la possibilità di riavere indietro il 50% di ciò che hai speso, indipendentemente dall’ammontare della cifra, in quanto per il momento non è previsto alcun tetto massimo di spesa.

Parliamo pertanto di un’agevolazione particolarmente vantaggiosa, della quale sarebbe meglio approfittare il prima possibile, a patto ovviamente di rientrare nei requisiti richiesti.

– Bonus Casa Under 36: a chi spetta e come ottenerlo

Se hai già acquistato casa o, in alternativa, hai già firmato almeno un accordo preliminare e, soprattutto, hai un’età inferiore a 36 anni, puoi usufruire del Bonus Casa Under 36.

Questa agevolazione ha infatti l’obiettivo di incentivare i più giovani a comprare casa, offrendo loro la possibilità di usufruire del Fondo di garanzia dei mutui per la prima casa, nella misura dell’80%. Anche in questo caso, pertanto, parliamo di un incentivo particolarmente vantaggioso, del quale è possibile godere a patto di rientrare nei seguenti requisiti:

  • ISEE non superiore a 40mila euro annui;
  • non avere ancora compiuto il 36° anno di età nell’anno in cui si stipula l’atto di acquisto della prima casa;
  • utilizzo dell’immobile come prima casa, almeno per un certo periodo.

bonus casa under 36

A partire dal 1° gennaio 2024, tuttavia, l’agevolazione ha subito alcune importanti modifiche. Pur essendo stata prorogata, infatti, è necessario che vengano rispettate le seguenti condizioni (in aggiunta ai precedenti requisiti):

  • l’acquisto della casa o la stipula dell’accordo preliminare devono essere stati effettuati entro il 31 dicembre 2023;
  • l’atto di compravendita deve concludersi ufficialmente entro il 31 dicembre 2024.

Questo significa che, se hai meno di 36 anni e stavi pensando di comprare casa quest’anno, approfittando del suddetto bonus, sfortunatamente risulti al di fuori delle date prestabilite e, di conseguenza, non puoi più usufruire dell’incentivo.

– Conclusioni

Questi sono tempi duri per tutti coloro che hanno deciso di comprare casa. Come hai potuto osservare tu stesso, infatti, i due bonus espressamente dedicati all’acquisto di un’abitazione sono praticamente in scadenza e, a meno che tu non sia stato così fortunato da aver avviato le pratiche l’anno scorso, purtroppo non puoi farci niente.

Di contro, tuttavia, è ancora possibile sfruttare le agevolazioni presenti per ristrutturare e migliorare la casa sotto l’aspetto dell’efficientamento energetico: una questione attualmente molto sentita e che diventerà via via sempre più importante.

Il consiglio, pertanto, è quello di non perdersi d’animo, impegnandosi piuttosto a usufruire il più possibile dei bonus casa legati alla ristrutturazione, che garantiscono anch’essi notevoli vantaggi.

Eliana Tagliabue