– Come scegliere le pentole antiaderenti: materiali e caratteristiche

Avere un set di pentole antiaderenti permette di poter cucinare senza doversi preoccupare di controllare regolarmente lo stato di cottura per paura che il cibo si attacchi al fondo della pentola stessa.

Naturalmente, non tutte le pentole anti-aderenti sono uguali, ma si differenziano soprattutto per i materiali di costruzione. Conoscere le differenti caratteristiche e qualità di tali materiali permette di poter scegliere il tipo di pentola più idoneo alle proprie esigenze, ossia alle proprie modalità di cottura.

Fino a una decina di anni fa, quando si parlava di pentole o padelle antiaderenti, ci si riferiva soprattutto a quei modelli caratterizzati dal fondo in teflon, un materiale che nel gennaio 2006 è stato considerato nocivo, perché tossico.

4.8
Batteria di Pentole Evoluta di Tognana
4.6
Batteria di Pentole Ingenio Essential di Lagostina

Anche se comunemente si parlava di teflon, il problema relativo alle pentole antia-derenti era legato a due principali materiali, il PTFE e il PFOA, due particolari polimeri contenenti fluoro.

Da quella data, le pentole in teflon sono praticamente scomparse e la maggior parte dei produttori di pentole specifica, sulle proprie produzioni, che i prodotti da loro realizzati sono senza PTFE e senza PFOA.

Per quanto il dibattito sul teflon sia in parte ancora aperto, la possibile pericolosità di questo elemento ne ha di fatto decretato la scomparsa a favore di altri tipi di materiali molto più sicuri e con uguali caratteristiche antiaderenti.

– I migliori materiali

Quando si parla di pentole antiaderenti, è importante definire il tipo di materiale che caratterizza le pentole stesse. Questi, infatti, possono avere proprietà antiaderenti differenti, che possono dipendere dal tipo di cottura, dalla presenza o meno di liquidi e dalla temperatura.

Titanio

Questo elemento è molto duro e naturalmente anti-aderente. Non necessita quindi di alcuna copertura per assicurare la perfetta cottura dei cibi senza il rischio che questi si attacchino al fondo.

Le pentole e le padelle in titanio hanno un costo mediamente elevato, ma assicurano un’elevata durata nel tempo che permette di ammortizzare le spese iniziali.

Terracotta

Si tratta di uno dei materiali più apprezzati per la cottura e molto ricercati da quanti hanno allergie e intolleranze ai metalli, per cui non possono usare le classiche pentole in acciaio o in alluminio.

Le proprietà antiaderenti della terracotta sono ben note, e necessitano di una cottura in presenza di liquido. La terracotta, quindi, non è adatta a cucine a secco. I modelli migliori di pentole in terracotta sono quelli che vengono sottoposti anche a un processo di vetrificazione, che incrementa le proprietà antiaderenti della pentola.

Ceramica

La ceramica viene molto utilizzata sia per la realizzazione di pentole che per il solo rivestimento. In quest’ultima veste si può dire che ha preso il posto del teflon: oggi, infatti, la maggior parte di padelle antiaderenti è realizzata in alluminio con rivestimento in ceramica.

Si tratta di un materiale resistente e in grado di diffondere omogeneamente il calore assicurando una cottura perfetta.

Vetro Pirex

Sono una delle scelte più apprezzate da quanti hanno problemi di allergie e intolleranze ai metalli.

Sono perfettamente anti-aderenti ma presentano un limite di grossa importanza: non sono idonee alla cottura su fiamma. Questo tipo di pentole, quindi, va utilizzato esclusivamente per la cottura al forno.

Ferro

Come il titanio, anche il ferro è un materiale naturalmente anti-aderente che, tuttavia, presenta un prezzo più contenuto. Ha come punto di forza la possibilità di essere utilizzato anche a temperature molto elevate mentre.

L’unico aspetto negativo di questo materiale è la possibilità di formazione di ruggine: per questo motivo le pentole in ferro vanno manutenute con molta cura e asciugate sempre alla perfezione dopo ogni lavaggio.

Pietra

La pietra, e in particolare la pietra ollare è un altro elemento che presenta caratteristiche antiaderenti naturali.

Può essere utilizzata per la realizzazione di pentole e padelle tuttavia, bisogna ricordare che ha una lenta diffusione del calore, per cui impiega tempo a raggiungere le elevate temperature necessarie per determinati tipi di cottura.

Scegliere una pentola antiaderente in pietra significa tuttavia avere una cottura molto regolare e in grado di garantire la conservazione di tutte le proprietà nutritive degli alimenti.

– Vantaggi e svantaggi di questo tipo di pentole

A seconda del tipo di materiale, le pentole antiaderenti possono presentare una serie di vantaggi e svantaggi che vanno sempre ben ricordati nel momento in cui si inizia a cucinare.

Per prima cosa, bisogna tenere conto della temperatura massima alla quale le pentole possono essere utilizzate. La maggior parte dei materiali arriva senza problemi a sopportare temperature superiori ai duecento gradi.

Quelle in pietra o titanio possono raggiungere anche valori superiori. Bisogna tuttavia ricordare, prima dell’uso, di controllare sulla scheda tecnica quale sia il valore massimo di temperatura che può essere raggiunto dal modello specifico.

Il principale vantaggio delle pentole anti-aderenti, naturalmente, è quello di poter cucinare senza che ci sia il rischio che il cibo si attacchi al fondo.

Anche in questo caso, però, è bene assicurarsi che il materiale della pentola permetta la cottura senza olio o altro condimento oppure se sia sempre necessario usare del liquido di cottura per la garanzia di una completa anti-aderenza.

Nella maggior parte dei casi, quando si parla di padelle o tegami antiaderenti, è difficile definire dei difetti veri e propri. Bisogna tuttavia fare attenzione ad avere alcune accortezze nella manutenzione, che possano assicurare una durata maggiore della pentola stessa.

A seconda del materiale, infatti, si deve fare attenzione a non usare coltelli o altre punte per non rischiare di graffiare la smaltatura o la copertura anti-aderente.

Anche quando si procede al lavaggio, è importante fare attenzione a non fare uso di spugne abrasive che possono compromettere la salute della superficie anti-aderente. Infine, bisogna controllare sulla scheda tecnica se la pentola può essere lavata in lavatrice o esclusivamente a mano.

I costi

Definire i costi di una batteria di pentole antiaderenti non è molto semplice visto che sono veramente molti i fattori da prendere in considerazione. Per prima cosa, infatti, bisognerebbe valutare il materiale di cui è fatta la batteria, nonché il numero di pezzi, il modello e il brand.

Va poi sottolineato che alcune batterie possono essere caratterizzate da elementi in materiali diversi: in particolare si possono trovare set che presentano elementi in alluminio ceramizzato in cui sia presente uno o più elementi in vetro pirex, in terracotta o altri materiali ancora.

Anche la presenza di eventuali accessori, come uno scolapasta, un cestello per la cottura a vapore o utensili di vario tipo possono naturalmente incidere sul prezzo finale.

Prima di procedere all’acquisto del set di pentole, inoltre, è fondamentale considerare la propria tipologia di cucina, in modo da potersi dirigere verso batterie che presentano il tipo di padelle e pentole che vengono effettivamente utilizzati.

Inutile dirigersi verso un set esteticamente molto bello se poi risulta costituito esclusivamente da pentole che non vengono utilizzate perché non adatte al tipo di cottura che si effettua quotidianamente.

Per questo motivo è importante anche controllare le dimensioni dei vari pezzi che compongono il set.

Una famiglia numerosa, ad esempio, potrà essere maggiormente interessata a un set con un numero elevato di elementi e, soprattutto, di dimensioni tali da assicurare la possibilità di cottura di volumi elevati di cibo.

In caso di persone single o coppie, invece, la quantità di elementi e soprattutto le dimensioni potranno essere inferiori. Come si può immaginare, anche le dimensioni degli elementi del set sono un fattore che incide sul prezzo finale della batteria.

– LE MIGLIORI PENTOLE ANTIADERENTI PRESENTI SUL MERCATO

Nella scelta del set di pentole da acquistare per le proprie esigenze è di fondamentale importanza rivolgersi esclusivamente a marchi specializzati nella realizzazione di utensili da cucina.

In questo modo, infatti, si avrà la certezza di soluzioni di qualità e, soprattutto, del pieno rispetto delle normative vigenti che regolano l’uso di materiali sicuri, ossia completamente atossici.

Prima di procedere all’acquisto è importante controllare le caratteristiche delle pentole sulla scheda tecnica, che permetterà di conoscere i materiali usati per la realizzazione della pentola stessa, nonché le specifiche tecniche, come le dimensioni, il volume e, soprattutto, le temperature massime che possono essere utilizzate.

1. Batteria di Pentole Evoluta di Tognana

Tognana Evoluta Set Batteria, Alluminio...
394 Reviews
Tognana Evoluta Set Batteria, Alluminio...
  • Composta da: 1 casseruola 1 manico cm 16
  • 1 casseruola 2 manici cm 20
  • 1 casseruola 2 manici cm 24
  • 1 padella 1 manico cm 24, altezza cm 7
  • 1 padella 1 manico cm 28, altezza cm 8

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2019-05-24 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Questo set di pentole è caratterizzato da dieci pezzi dal design moderno e colore grigio marmorizzato.

Il materiale di costruzione è l’alluminio presso-fuso, che assicura un’elevata resistenza e una perfetta conduzione e diffusione del calore. Si tratta di una batteria idonea a tutti i piani di cottura ad eccezione dei piani a induzione.

Si tratta di un set di pentole antiaderenti: il rivestimento interno, infatti, è caratterizzato da un particolare materiale in grado di assicurare la perfetta anti-aderenza in ogni tipo di cottura, anche senza l’aggiunta di olio o grassi.

La sicurezza delle padelle e pentole del set è data poi dall’uso di materiali completamente a norma di legge: la batteria, infatti, non fa uso di PFOA.

Le caratteristiche tecniche del fondo assicurano inoltre una perfetta cottura: Tognana ha infatti scelto la tecnologia Fondo Thermo 3D per la realizzazione di queste pentole, per assicurare una cottura uniforme e, soprattutto, rapida.

In tal modo diminuiranno i tempi di cottura a favore anche di un notevole risparmio energetico.

Il set si pone come una soluzione molto resistente grazie non solo ai materiali di costruzione, ma anche al particolare rivestimento a cinque strati. Si può quindi avere la certezza di una serie di padelle e pentole in grado di resistere agli urti, all’usura e alle abrasioni.

Nonostante l’elevata resistenza si consiglia comunque un lavaggio a mano e una manutenzione regolare, come riportato sulla scheda tecnica.

Di particolare eleganza sono i coperchi, realizzati in vetro. Permettono di controllare in maniera regolare il livello di cottura e assicurano lo sfiatamento del vapore in eccesso grazie a un pratico foro presente sulla superficie.

Questa batteria di pentole è composta da dieci elementi: una casseruola a un manico, due casseruole a due manici con differente diametro, due padelle a un manico di diversa altezza e diametro e i relativi coperchi in vetro. Sono inoltre in omaggio quattro presine in silicone e un ricettario.

2. Batteria di Pentole Ingenio Essential di Lagostina

Offerta
Lagostina Ingenio Essential Batteria di...
357 Reviews
Lagostina Ingenio Essential Batteria di...
  • Rivestimento antiaderente sicuro e durevole, è la...
  • Rivestimento METEORITE RESISTIUM, un antiaderente...
  • Adatto a tutte le fondi di calore, ad ESCLUSIONE...
  • Il manico dei prodotti Ingenio supporta fino ad un...
  • Tutti i corpi pentola sono adatti per cotture sia...

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2019-05-24 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Questa batteria di pentole è stata progettata per gli chef più esigenti, che hanno bisogno di praticità, versatilità, spazio e capienza allo stesso tempo.

Disponibile in diverse versioni, da tre, sei o quattordici pezzi è perfetta per ogni esigenza in cucina. Le pentole del set sono idonee a ogni tipo di cottura tranne che per i piani di cottura a induzione.

Il set presenta una serie di caratteristiche che lo rendono particolarmente interessante: per prima cosa va evidenziata la presenza del Lagospot, ossia un indicatore di temperatura.

Si tratta di una tecnologia della Lagostina che permette di segnalare la temperatura ottimale per la cottura. Si tratta infatti di un elemento che cambia colore quando il fondo della pentola raggiunge i 180°C, considerati appunto la temperatura più idonea per cucinare un gran numero di ricette.

Un altro elemento di particolare interesse è quello dell’amovibilità del manico. Tutte le pentole possono essere infatti utilizzate con o senza manico a seconda delle esigenze di cottura o di spazio.

Una volta eliminato il manico, le pentole sono perfettamente impilabili e assicurano un ingombro minimo all’interno dei mobili della cucina.

Il manico non presenta punti fissi per l’attacco ma può essere fissato in qualsiasi lato della pentola a seconda delle esigenze: metterlo e levarlo è molto semplice e rapido grazie a un aggancio a click.

Ancora, la praticità di questo set è dato dai coperchi, di due differenti tipi. Una serie di coperchi, infatti, è realizzato in vetro e con bordo in silicone. La maniglia dei coperchi è pieghevole, permettendo così un’ulteriore possibilità di impilamento e conservazione con ingombro minimo.

Il secondo gruppo di coperchi è invece in plastica e a incastro: sono realizzati per assicurare una perfetta conservazione degli alimenti all’interno del frigo.

Per quanto riguarda infine le proprietà anti-aderenti, va evidenziato che le pentole sono realizzate in alluminio e presentano un rivestimento in materiale anti-aderente conforme alle normative vigenti.

Non sono pertanto presenti PFOA o materiali tossici come il cadmio o il piombo. Le pentole sono tutte lavabili in lavastoviglie, mentre si consiglia il lavaggio a mano per i coperchi in plastica.

Gli elementi che compongono il set da quattordici pezzi sono due differenti casseruole, due padelle con diametro diverso, un tegame, una pentola wok, due manici universali, ossia idonei per tutte le pentole del set, tre coperchi in vetro e silicone e tre in plastica.

3. Set Batteria di Pentole in pietra Royalty Line

ROYALTY LINE SET 14 PEZZI IN PIETRA...
115 Reviews

(Dati da Amazon.it aggiornati il 2019-05-24 / Link affiliazioni / Immagini con API Amazon)

Questa batteria di pentole è composta da 14 elementi. Sono presenti quattro differenti casseruole con diverso diametro e altezza e ognuna dotata di coperchio, e due padelle, anche esse di differenti dimensioni.

Sono disponibili in tre differenti versioni che prevedono colorazioni esterne differenti, ossia nero, rosso e color rame.

Le pentole del set sono caratterizzate da un corpo in lega di alluminio: lo spessore del fondo è elevato, e questo assicura una perfetta diffusione del calore. L’interno è invece realizzato in pietra lavica.

Si tratta di un materiale anti-aderente per natura e, soprattutto, conforme alle direttive europee sulla realizzazione di pentole antiaderenti.

I manici sono in silicone e sono ergonomici e removibili. Caratterizzati da un rivestimento soft-touch, garantiscono una presa sicura e completamente isolata dal resto della pentola.

In tal modo non si rischia di scottarsi quando si impugnano i manici. I coperchi sono in vetro temperato e caratterizzati da uno specifico foro per l’uscita del vapore.

– Per concludere

Acquistare un set di pentole antiaderenti significa poter cucinare un gran numero di cibi senza rischiare che questi si attacchino sul fondo lasciando un gusto di bruciato e rovinando le pentole stesse.

Oggi, sul mercato sono presenti diverse tipologie di materiali antiaderenti: prima di effettuare la scelta, quindi, è importante valutare con attenzione le diverse caratteristiche di ognuno soprattutto in relazione al proprio modo di cucinare.

La scelta dei materiali non è importante solo in relazione al tipo di cottura che si è soliti fare oppure ai cibi che più comunemente si preparano, ma anche al tipo di piano di cottura che si ha in casa.

Molti modelli antiaderenti, infatti, non sono idonei alla cottura su piastra a induzione. Per poter cucinare con soluzioni antiaderenti su piani a induzione è infatti necessario optare per set che, indipendentemente dal tipo di materiale anti-aderente, siano realizzati con un fondo in ferro o elementi ferrosi.

Infine, a seconda del tipo di modello e di materiale, è importante fare attenzione alla manutenzione, per garantire un’elevata durata nel tempo alla parte antiaderente di ogni tegame, pentola o padella.

Lucilla De Luca

Lucilla per gli amici "Lucillade", sono una Food blogger e appassionata di vino. Racconto ricette, luoghi e cucine della nostra bella italia.Per me la cucina è il luogo della condivisione per eccellenza.
Una delle prime lettrici di Casina Mia sono finalmente riuscita a far parte di questo bel progetto.

LEAVE A REPLY

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.